MS: on line il numero 1042

E’ on line il numero 1042 del nostro settimanale web, Messaggero Scacchi. E’ possibile leggerlo in formato pdf. Il file di partite è in formato PGN zippato.
In questo numero:
1 – CHESS24: “CARLSEN INVITATIONAL”, MAGNUS VINCE LA FASE DI QUALIFICAZIONE
2 – MOSCA (RUSSIA): IVAN ROZUM LA SPUNTA PER SPAREGGIO TECNICO NELL’OPEN
3 – HAIFA: VICTOR MIKHALEVSKI CONQUISTA IL SUO SECONDO TITOLO ISRAELIANO
4 – MAMEDOV E FEDOSEEV TRA I VINCITORI DELL’OPEN ONLINE DI CAPPELLE-LA-GRANDE
5 – BASSANO: LO STATUNITENSE CHECA DAVANTI A BASSO NEL WEEK-END DI PRIMAVERA
6 – IL SUPER-GM WESLEY SO È DIVENTATO UFFICIALMENTE CITTADINO STATUNITENSE
7 – FIUME (CROAZIA): LA SLOVENA LAURA UNUK PRIMA TRA I “FIORI DEL MEDITERRANEO”

CHESS24: “CARLSEN INVITATIONAL”, MAGNUS VINCE LA FASE DI QUALIFICAZIONE
Nonostante un ko al quarto turno con il rivale Anish Giri, che ha poi guidato la classifica in solitaria fino al decimo, Magnus Carlsen ha vinto la fase preliminare del torneo rapid a lui intitolato, quarta tappa del Meltwater Champions Chess Tour, in corso sulla piattaforma Chess24 da sabato 13 marzo. Il campione del mondo ha concluso in vetta con 10,5 punti su 15, staccando di mezza lunghezza lo stesso Giri e di una Wesley So; a qualificarsi per il tabellone a eliminazione diretta sono stati anche Hikaru Nakamura (unico imbattuto a 9), Ian Nepomniachtchi, Alireza Firouzja (8,5) e Levon Aronian (8), che ha superato per spareggio tecnico Sergey Karjakin.
Decisiva è stata la terza giornata di gara, nella quale hanno avuto luogo le ultime cinque partite: Magnus ha prima raggiunto e poi superato Giri in vetta, grazie alla sconfitta di quest’ultimo ad opera di Nepo, che con un parziale di 4 su 5 è risalito dall’undicesima alla quinta posizione. Oltre a Karjakin, non sono riusciti a staccare il pass per la fase finale neppure Daniil Dubov (7,5) e Teimour Radjabov (7), che aveva vinto l’Airthings Masters e si era classificato terzo nell’Opera Euro, seconda e terza tappa del tour.
Al campione del mondo, che deve ancora vincere un evento del Champions Chess Tour nonostante abbia vinto ciascuna fase preliminare, è stato chiesto cosa avrebbe potuto fare di diverso questa volta. La prima risposta che gli è venuta in mente: «Sconfiggere Wesley So!». Lo statunitense ha battuto Carlsen in finale sia nello Skilling Open che nell’Opera Euro. Potrebbero incontrarsi in finale anche in questo torneo, se entrambi sconfiggeranno i rispettivi avversari nei quarti e in semifinale.
A proposito dei quarti di finale, che iniziano oggi, le sfide in programma sono Carlsen vs Aronian, Nepomniachtchi vs Nakamura, So vs Firouzja e Vachier-Lagrave vs Giri; la cadenza di gioco è, come nella fase preliminare, di 15’+10″, più eventuali spareggi a 5’+3″ e Armageddon a 5′ contro 4′.
Sito ufficiale: https://championschesstour.com/
Classifica fase preliminare: 1° Carlsen 10,5 punti su 15; 2° Giri 10; 3° So 9,5; 4° Nakamura 9; 5°-7° Nepomniachtchi, Firouzja, Vachier-Lagrave 8,5; 8°-9° Aronian, Karjakin 8; 10° Dubov 7,5; 11° Radjabov 7; 12° Mamedyarov 6,5; 13°-14° Grandelius, J. Van Foreest 6; 15° Anton Guijarro 4,5; 16° Pichot 2,5

MOSCA (RUSSIA): IVAN ROZUM LA SPUNTA PER SPAREGGIO TECNICO NELL’OPEN
Il GM russo Ivan Rozum ha vinto al fotofinish l’edizione 2021 dell’open di Mosca, disputata dal 20 al 28 febbraio, in parte online e in parte ospitata negli spazi dell’Università di stato russa. Rozum, che partiva con il numero due di tabellone, si è piazzato al primo posto solo grazie allo spareggio tecnico, che gli ha permesso di superare un nutrito gruppo di giocatori che, come lui, avevano totalizzato 7 punti su 9, composto dai connazionali GM Ivan Bocharov (favorito della vigilia), GM Nikita Afasaniev, MI Sergei Lobanov, GM Arseniy Nestervo e MI Vasily Maiorov e dal MI bielorusso Viachaslau Zarubitski.
Tra le donne, la MI russa Marina Gueseva si è imposta in solitaria e imbattuta con 8,5 punti su 9, staccando di mezza lunghezza la sua inseguitrice più ravvicinata, la connazionale MI Anastasia Bodnaruk. Sul terzo gradino del podio è salita la russa GMf Baira Kovanova con 6,5 punti, dopo aver superato per spareggio tecnico le connazionali MFf Ekaterina Nasyrova e Ekaterina Miroshnik.
Quest’anno non c’erano i grandi nomi dell’élite scacchistica, soprattutto a causa della pandemia ancora in corso, ma l’evento ha registrato comunque un elevato numero di partecipanti, tanto che sono stati ben nove i tornei disputati, per un totale di 480 giocatori. Per quel che riguarda i due gruppi principali, nell’open A hanno preso parte 160 giocatori, provenienti da otto Paesi diversi, tra cui otto GM e quindici MI, mentre ai nastri di partenza dell’open B c’erano 76 giocatrici, provenienti da cinque Paesi, tra cui un GM e tre MI.
Risultati: http://chess-results.com/tnr548875.aspx
Classifiche finali
Open A: 1°-7° Rozum, Bocharov, Afanasiev, Lobanov, Zarubitski, Nesterov, Korchmar 7 punti su 9; 8°-15° Maiorov, Makarian, Stupak, Tsoi, Aussabayeva, Badelka, Savitskiy, Smirnov 6,5;
Open B: 1ª Guseva 8,5 punti su 9; 2ª Bodnaruk 8; 3ª-5ª Kovanova, Nasyrova, Miroshnik 6,5; 6ª-12ª Gunina, Protopopova, Kurmangaliyeva, Illina, Goltseva, Shafigullina, Loskutova 6; ecc.

HAIFA: VICTOR MIKHALEVSKI CONQUISTA IL SUO SECONDO TITOLO ISRAELIANO
Il GM Victor Mikhalevski ha vinto l’edizione 2021 del campionato israeliano, disputata a Haifa dal 7 al 15 marzo. Mikhalevski, numero cinque di tabellone, si è piazzato al primo posto in solitaria e imbattuto con 7 punti su 9, vincendo, tra gli altri, al settimo turno con il GM Tamir Nabaty, favorito della vigilia. Dietro di lui, il MF Ido Gorshtein e il già citato Nabaty hanno spartito il secondo posto a quota 6,5. Per Mikhalevski questo è il secondo titolo nazionale, dopo quello conquistato nel 2014.
Tra le donne, la MI Yuliya Shvayger ha dominato e vinto con un turno di anticipo, piazzandosi prima in solitaria con 8 punti su 9, due lunghezze davanti alla sua inseguitrice diretta, Nadejda Reprun.
Il torneo, dopo essere stato rinviato due volte a causa dell’emergenza coronavirus, ha festeggiato la sua quarantesima edizione, che ha visto ai nastri di partenza 32 giocatori, tra cui dieci GM e sei MI nella sezione open. Tra i partecipanti c’erano ben sei ex campioni israeliani: il più anziano, il 70enne MI Nathan Birnboim, è stato tre volte campione nazionale (1976, 1980 e 1986). Gli altri erano Yehuda Gruenfeld (1982, 1990), Gad Rechils (1988), Ilya Smirin (1992, 2002), Nabaty (2013, 2016) e Mikhalevski. Tra i grandi assenti c’erano il campione uscente, Alon Greenfeld (1984, 2018), e Maxim Rodshtein (re nel 2006).
Risultati: http://chess-results.com/tnr540679.aspx
Classifica finale: 1° Mikhalevski 7 punti su 9; 2°-3° Gorshtein, Nabaty 6,5; 4°-5° Burochovsky, Kobo 6; 6°-9° Gorodetsky, Burnboim, Parkhov, Smirin 5,5; 10°-14° Postny, Solomon, Kupervaser, Steinberg, Kochavi 5; ecc.

MAMEDOV E FEDOSEEV TRA I VINCITORI DELL’OPEN ONLINE DI CAPPELLE-LA-GRANDE
A causa della pandemia, la 37ª edizione dell’open internazionale di Cappelle-la-Grande (Francia) non si è potuta disputare in presenza, ma gli organizzatori hanno rimediato con un evento online di quattro giorni, dal 5 all’8 marzo, allestito in collaborazione con Europe Echecs e con quattro diversi tornei: bullet, rapid, blitz e femminile.
Il torneo bullet (129 partecipanti) è stato vinto in solitaria dal GM azerbaigiano Rauf Mamedov con 13 punti su 15, una lunghezza davanti al GM iraniano Parham Maghsoodloo e al GM francese Maxime Lagarde; quarto a 11,5 il GM russo Alexey Sarana, sedicesimo a 9,5 il MI oristanese Francesco Sonis. Il GM francese Arnaud Hauchard si è aggiudicato con 8 su 9 l’open rapid (175 part.), superando per spareggio tecnico il GM russo Artur Gabrielian; terzi a 7,5 il MI kazako Zhandos Agmanov e il MI azerbaigiano Kanan Garayev. Il GM russo Vladimir Fedoseev ha dominato il blitz (275 part.) chiudendo con 10,5 su 11 davanti a giocatori come Vassily Ivanchuk (solo 41°) e Gata Kamsky (7°); sul podio sono saliti anche Mamedov e il GM peruviano José Eduardo Martínez Alcántara, entrambi a 9,5, mentre Sonis ha ottenuto un più che onorevole 14° posto a 8. La MI kazaka Bibisara Assaubayeva ha vinto infine con 7,5 su 9 il blitz femminile (47 part.), disputato nella giornata internazionale della donna; seconda a 7 la GM russa Valentina Gunina.
Sito ufficiale: https://www.europe-echecs.com/
Classifiche finali
Bullet: 1° Mamedov 13 punti su 15; 2°-3° Maghsoodloo, Lagarde 12; 4° Sarana 11,5; 5°-8° Shevchenko, Vakhidov, Agmanov, Bellahcene 10,5; ecc.
Rapid: 1°-2° Hauchard, Gabrielian 8 punti su 9; 3°-4° Agmanov, Garayev 7,5; 5°-9° Urazayev, Ternault, Eden, Brunner, Rohrer 7; ecc.
Blitz: 1° Fedoseev 10,5 punti su 11; 2°-3° Mamedov, Martinez Alcantara 9,5; 4°-6° Sarana, Tabatabaei, Chigaev 9; 7°-11° Kamsky, Bellahcene, Pichot, Indjic, Baryshpolets 8,5; ecc.
Blitz femminile: 1ª Assaubayeva 7,5 punti su 9; 2ª Gunina 7; 3ª-5ª Buksa, Osmak, Mammadova 6,5; 6ª-9ª Shuvalova, Papp, Kiolbasa, Kubicka 6; ecc.

BASSANO: LO STATUNITENSE CHECA DAVANTI A BASSO NEL WEEK-END DI PRIMAVERA
Il 19enne GM statunitense Nicolas Checa ha vinto la prima edizione del torneo week-end di Primavera di Bassano del Grappa, disputata dal 12 al 14 marzo. Numero tre di tabellone, Checa ha concluso imbattuto in vetta con 4,5 punti su 5 nell’open A (Elo > 1800), superando per spareggio tecnico il GM trevigiano Pier Luigi Basso e staccando di mezza lunghezza il favorito GM ucraino Vitaliy Bernadskiy, il GM ceco Vojtech Plat e altri due statunitensi, il GM Hans Moke Niemann e la MF Jennifer Yu. A 3,5 hanno chiuso il MI oristanese Francesco Sonis, che ha perso lo scontro diretto conclusivo con Basso, il MI statunitense Atulya Shetty, il vicentino Marco Luigi Ghiotto, il maestro veneziano Marco Gallana e il maestro biellese Lorenzo Bardone.
Nel gruppo B (Elo 1500–1900) il giovanissimo ucraino Danylo Budyi, classe 2008, si è imposto con 5 su 5, staccando di una lunghezza il veneziano Roy Marson (2006), il veronese Edoardo Zenti e il goriziano Massimo Podgornik. L’esordiente Giacomo Carboni si è infine imposto con 4,5 su 5 nel gruppo C (Elo < 1600), lasciandosi alle spalle il trevigiano Filippo Abisso e il bolognese Federico Di Nallo, entrambi a 4. Alla manifestazione hanno preso parte in totale 112 giocatori in rappresentanza di nove Paesi, fra i quali sei GM, tre MI e tre MF nel gruppo principale.
Risultati: http://vesus.org/festivals/1deg-weekend-di-primavera/
Classifiche finali
Open A: 1°-2° Checa, Basso 4,5 punti su 5; 3°-6ª Bernadskiy, Plat, Niemann, Yu 4; 7°-11° Sonis, Shetty, Ghiotto, Gallana, Bardone 3,5; 12°-17° Cappelletto, Lumachi, Martin Duque, Frick, Solomon, Hercegovac 3; ecc.
Open B: 1° Budyi 5 punti su 5; 2°-4° Marson, Zenti, Podgornik 4; 5°-7° Celadon, Brini, Gasparetto 3,5; 8°-14° Gorgolet, Grudina, Tomio, Conte, Doromeychuk, Trevisan, Ruaro 3; ecc.
Open C: 1° Carboni 4,5 punti su 5; 2°-3° Abisso, Di Nallo 4; 4°-5° Velitti, Rey. Colombo 3,5; 6ª-11° Oselladore, Scandiuzzi, Timagina, Scarabottolo, Zenesini, Filippi 3; ecc.

IL SUPER-GM WESLEY SO È DIVENTATO UFFICIALMENTE CITTADINO STATUNITENSE
Dal 26 febbraio scorso Wesley So, campione statunitense in carica, è ufficialmente cittadino americano. Intervistato da Debbie Cannon dell’Ufficio Cittadinanza e Immigrazione, il 27enne GM di origine filippina ha spiegato di aver voluto diventare cittadino statunitense per «restituire qualcosa a un Paese che è stato così buono con me. Dal momento in cui sono arrivato qui, sono stato incoraggiato e messo nelle condizioni di diventare migliore di quello che ero. Mi piace questo atteggiamento e la generosità della cultura americana. La maggior parte delle persone, qui, non ha idea di come sia negli altri Paesi del mondo e non apprezza lo spirito straordinario di questo Paese. Ho gareggiato in molte parti del mondo», ha concluso So, «e qui mi piace moltissimo!». Nell’intervista, come riporta il sito chess.com, So ha anche dichiarato di sentirsi parte del sogno americano.
La notizia è arrivata una settimana dopo quella della decisione del GM armeno Levon Aronian di trasferirsi a Saint Louis e cominciare a rappresentare gli Stati Uniti, accettando l’invito di Rex Sinquefield.
L’acquisizione della cittadinanza americana è la ciliegina sulla torta di un periodo molto fortunato per So che, lo scorso settembre, si è piazzato primo a pari merito con Magnus Carlsen al Saint Lous Rapid and Blitz, in ottobre ha vinto la Chess PRO league con gli Archibishops di Saint Louis e il campionato statunitense, aggiudicandosi poi lo Skilling Open a novembre e il mese scorso l’Opera Euro Rapid.
So, che vive con la sua famiglia adottiva a Excelsior, in Minnesota, è arrivato dalle Filippine nel 2012 come matricola della Webster University. Negli anni successivi è diventato uno dei giocatori più forti al mondo, conquistando due volte il titolo americano e vincendo il Grand Chess Tour e la medaglia d’oro alle Olimpiadi del 2016. È anche il Campione mondiale in carica di Chess960 (Fischer Random).

FIUME (CROAZIA): LA SLOVENA LAURA UNUK PRIMA TRA I “FIORI DEL MEDITERRANEO”
La GMf slovena Laura Unuk, campionessa del mondo femminile U18 nel 2017, si è aggiudicata la 21ª edizione del torneo “Fiori del Mediterraneo”, disputata in presenza dal 7 al 13 marzo e organizzata durante la settimana della giornata internazionale della donna (8 marzo). Unuk, che lo scorso novembre in Italia aveva vinto il festival di Bassano del Grappa, era la favorita della vigilia e ha concluso solitaria in vetta con 7,5 punti su 9, staccando di mezza lunghezza la MIf bulgara Viktoria Radeva e di due la MI azzurra Olga Zimina.
A organizzare l’evento è stato il club di scacchi “Draga” di Fiume; il suo presidente Ivica Mandekić era anche il direttore del torneo, che aveva un rating medio di 2200. In occasione della cerimonia d’apertura, c’è stata una presentazione pubblica delle partecipanti nel centro di Fiume, alla quale ha preso parte anche il sindaco della città Vojko Obersnel, che è in carica da 20 anni e ha promosso e sostenuto la competizione fin dall’inizio del suo mandato. Mirjana Medić, unica giocatrice a rappresentare la città ospitante, è anche l’unica ad aver preso parte a tutte le edizioni dell’evento.
Risultati: http://chess-results.com/tnr549441.aspx
Classifica finale: 1ª Unuk 7,5 punti su 9; 2ª Radeva 7; 3ª Zimina 5,5; 4ª Hrescak 4,5; 5ª-7ª Spiranek, Berke, Manakova 4; 8ª-9ª Kejzar, Medic 3; 10ª Radikovic 2,5

Lascia un Commento