Ennio Morricone e gli scacchi

Morricone_partita_3889

Oggi, 6 luglio 2020, l’Italia ha perso un grande musicista, un grande uomo dal cuore mite, un grande appassionato di scacchi: Ennio Morricone.
Ennio Morricone imparò l’arte degli scacchi da giovanissimo, ma dovette ben presto metterla da parte, per non distrarsi dalla studio e dalla pratica di un’arte superiore qual è indubbiamente la musica. Il giovane Morricone obbedì alle raccomandazioni del padre e per non cadere in tentazione mandò in soffitta scacchi, scacchiera e manuali del nostro gioco, per andare a ritrovarli qualche decennio più tardi, quando era ormai un affermato compositore e poteva concedersi pomeriggi e serate di partite lampo nei circoli scacchistici romani. Tra gli anni Settanta e Ottanta partecipò anche ai tornei, ottenendo la seconda categoria nazionale, niente male per un giocatore dilettante…