Due vecchi film sovietici sugli scacchi

Le pellicole a soggetto scacchistico, dalla nascita del cinema a oggi, sono ormai svariate decine e un numero sempre crescente di film e documentari a tema è stato prodotto dagli anni Novanta a oggi, fino ad arrivare al clamoroso successo de “La regina degli scacchi”.
La maggior parte delle produzioni, però, non è mai arrivata in Italia e, spesso, nemmeno in Occidente. Con l’avvento di Youtube e delle piattaforme di streaming questo vuoto è stato in parte colmato e i curiosi possono visionare, fra le altre, anche vere e proprie chicche del cinema sovietico, come quelle che ci segnala Renato Andreoli, appassionato sondriese di vecchia data.

Caro Direttore,
vorrei segnalare due film sovietici a soggetto scacchistico che non ho mai visto citati nei vari articoli di Torre & Cavallo che parlano dell’argomento. Li ho trovati su Internet facendo ricerche in cirillico. Entrambi sono completi, ma, che io sappia, esistono solo in lingua originale.
Il primo si intitola “Grossmeyster” (“Grande maestro”), è del 1972 – anno importante nella storia del nostro gioco – e racconta la carriera di uno scacchista sovietico di nome Sergeij Chlebnikov, che arriva alla vittoria del torneo dei candidati.
grossmeister_1972C’è tutta una parte romantica riguardante la vita personale del protagonista che sinceramente mi sembra piuttosto pesante, ma, come si può ben immaginare, la parte strettamente scacchistica, l’ambientazione, la popolarità del gioco, il fanatismo del pubblico sono resi in modo ineguagliabile, almeno così pare al sottoscritto.
Vi recitano se stessi di persona molti campioni dell’epoca come Korchnoj, Averbach, Tal, Tajmanov e Kotov, che commenta le partite al telegiornale.
Direi che il primo è il più credibile come attore; svolge anche la parte di secondo del protagonista durante il Torneo dei Candidati, lo si vede mentre lo aiuta nella lunga analisi notturna di una partita sospesa, facendogli anche il caffé per tenerlo sveglio. Alcune riprese sono state effettuate durante un evento reale che, basandomi su alcune partite che si vedono giocare, ho dedotto trattarsi delle Olimpiadi di Skopje 1972.
Nei titoli di testa si legge che la consulenza è di Aberbach e Baturinskij.
Qualche informazione sulla trama del film si può trovare sulla Wikipedia russa (http://bit.ly/2Zw1rvu) oppure su IMDb (https://www.imdb.com/title/tt0382724/)

neve_bianca_1980Il secondo film, a mio parere molto bello, è del 1980, si intitola “Belyy sneg Rossii” (“La neve bianca della Russia”) e racconta la vita “vera” di Aleksandr Alechin (notare la pronuncia corretta Agliòchin) come è stata narrata da Kotov in un suo libro.
Il film comincia a Buenos Aires 1927 con Alechin che attende Capablanca per la ripresa dell’ultima partita del match del secolo; ma il cubano non si presenta, un fattorino d’albergo porta un biglietto con la comunicazione dell’abbandono: il russo è campione del mondo.
Si tratta però di un film tragico, perché in effetti l’ultima parte della vita di Alechin è stata veramente una tragedia.
Kotov – e di conseguenza il film – sposa alcune tesi che potrebbero anche apparire discutibili – ma ricordiamoci che nel 1980 l’Unione Sovietica era ancora in piedi – come il fatto che Alechin fosse molto amato in URSS ma quasi sopportato dagli esuli russi di Parigi, oppure che a collaborare con i Nazisti fosse stato obbligato: memorabile la simultanea durante la quale umilia gli ufficiali tedeschi sconfiggendoli alla cieca.
La scena della morte del campione è un perfetto ricalco della famosa fotografia scattata nell’albergo di Lisbona.
Anche questo film è in lingua originale, ma ci sono dei sottotitoli automatici russi.
Cliccando sotto il video su >sottotitoli>impostazioni>sottotitoli russo>traduzione automatica>italiano, anche chi non conosce una parola di russo può riuscire a seguire il testo meglio di quanto ci si potrebbe aspettare.
Informazioni sulla trama: http://bit.ly/3bnhaCf oppure https://www.imdb.com/title/tt0193003/

Questi i link dei video dei film:
Grossmeyster: https://www.youtube.com/watch?v=K1PuB-ickDs&t=167s
Belyy sneg Rossii: https://www.youtube.com/watch?v=09AptGaoCM4&feature=emb_logo

Lascia un Commento