MS: on line il numero 1033

E’ on line il numero 1033 del nostro settimanale web, Messaggero Scacchi. E’ possibile leggerlo in formato pdf. Il file di partite è in formato PGN zippato.
In questo numero:
1 – CAMPIONATO EUROPEO BLITZ ONLINE: L’INGLESE JONES BATTE SHIROV IN FINALE
2 – LICHESS.ORG: FIROUZJA SUPERA GRISCHUK NELLA “LEVITOV CHESS CHRISTMAS CUP”
3 – COPPA EUROPEA FEMMINILE DI CLUB: MONTE-CARLO VINCE IL TITOLO RAPID E ONLINE
4 – MONDIALI GIOVANILI ONLINE: L’INDIANO NIHAL CAMPIONE U18, BRONZO PER SONIS
5 – BARCELLONA (SPAGNA): IVAN CHEPARINOV SU TUTTI NEL FESTIVAL SUNWAY SITGES
6 – MONTESILVANO: AGHAYEV LA SPUNTA PER SPAREGGIO AL GRAND HOTEL ADRIATICO
7 – FEDERSCACCHI: LUIGI MAGGI ELETTO PRESIDENTE, CANCELLATI TORNEI FINO AL 31/1

CAMPIONATO EUROPEO BLITZ ONLINE: L’INGLESE JONES BATTE SHIROV IN FINALE
Il GM inglese Gawain Jones ha vinto il campionato europeo blitz onlibe, disputato dal 18 al 20 dicembre. Il torneo, ospitato sulla piattaforma Tornelo e inaugurato dal presidente dell’ECU Zurab Asmaiparashvili, è stato organizzato dalla Federazione scacchistica della Slesia e dall’Unione europea degli scacchi, con il sostegno della città di Katowice (Polonia), del Ministero dello sport polacco e della compagnia polacca Mokate, che sponsorizza frequentemente eventi di scacchi.
Venerdì 18 un torneo svizzero di 11 turni – aperto a tutti i giocatori con un Elo superiore a 2300 (più alcune wild card) – ha aperto le danze. Hanno partecipato 353 giocatori in rappresentanza di 40 Paesi, tra i quali centotrentaquattro GM e cento MI. Il controllo del tempo era di 3 minuti più 2 secondi per mossa.
Dopo 11 turni, il polacco Radoslaw Wojtaszek si è imposto con 9 punti, superando per spareggio tecnico l’armeno Robert Hovhannisyan, il georgiano Levan Pantsulaia, l’ucraino Vladimir Onischuk e il serbo Aleksandar Indjic; oltre a loro, altri undici giocatori hanno avuto accesso alla fase finale a eliminazione diretta. Prima di confermare chi si fosse qualificato, le partite dei primi sedici sono state sottoposte a un controllo anti-cheating.
Le migliori giocatrici nell’evento preliminare sono risultate la bulgara Antoaneta Stefanova (7 punti), l’armena Anna Sargsyan (6,5) e la polacca Monika Socko (6); i tre migliori giocatori senior – il russo Avigdor Bykhovsky, il monegasco ed ex campione italiano Igor Efimov e lo sloveno Leon Mazi – e i tre migliori junior – il rumeno Bogdan-Daniel Deac, l’azerbaigiano Kanan Garayev e il georgiano Nikolozi Kacharava – hanno guadagnato l’invito per il campionato europeo rapid e blitz 2021. In gara c’erano anche quattro azzurri; il miglior piazzamento lo ha ottenuto il MI bellunese Alberto Barp, quarantesimo a quota 7 su 11, che ha sconfitto ben cinque GM, tra i quali l’azerbaigiano Eltaj Safarli e il polacco Jacek Tomczak.
La fase a eliminazione diretta è iniziata sabato 19, con mini-match di quattro partite seguite da un Armageddon in caso di necessità (con 5 minuti per il Bianco e 4 per il Nero). Negli ottavi di finale Alexei Shirov, Georg Meier, Levan Pantsulaia e Manuel Petrosyan l’hanno spuntata all’Armageddon (3-2), rispettivamente, su Mikhail Demidov, Wojtaszek, Mustafa Yilmaz e Hovhannisyan; Jones, David Navara, Matthias Bluebaum e Indjic si sono imposti, chi meno e chi più facilmente, su Deac (2,5-1,5), Safarli (3-1), Onischuk (2,5-0,5) e Deniz Ozen (3-0). Nei quarti di finale Navara, Jones, Shirov e Bluebaum hanno poi vinto i loro match contro Pantsulaia (2,5-0,5), Petrosyan (3-2), Meier (3-1) e Indjic (3-1).
Domenica 20 si sono giocate le semifinali, la finale e la sfida per il terzo posto. In entrambe le semifinali è stato necessario un incontro Armageddon per decretare un vincitore: Jones ha sconfitto Navara e Shirov ha avuto la meglio su Bluebaum.
Jones si è infine imposto 2,5-0,5 nella finale contro Shirov. Dopo aver perso la seconda partita coi pezzi bianchi (la prima era terminata patta), Alexei ha optato per una linea rischiosa nella terza, ma è caduto sotto i colpi di un attacco schiacciante. Nel match per il terzo posto, Navara non ha sfruttato le sue possibilità in un finale di Torri nella prima partita e alla fine ha perso; nelle due partite successive, Bluebaum ha messo a segno 1 punto e mezzo e ha conquistato il bronzo.
Risultati: https://chess-results.com/tnr543742.aspx
Classifica finale open preliminare: 1°-5° Wojtaszek, Hovhannisyan, Pantsulaia, Onischuk, Indjic 9 punti su 11; 6°-11° Navara, Jones, Demidov, Shirov, Deac, Safarli 8,5; 12°-26° Ozen, Bluebaum, Yilmaz, Petrosyan, Meier, Steinberg, Theodorou, Hakobyan, Sanal, Moranda, I. Saric, Sargissian, Garayev, Dourerassou, Aleksandrov 8; ecc.

LICHESS.ORG: FIROUZJA SUPERA GRISCHUK NELLA “LEVITOV CHESS CHRISTMAS CUP”
In attesa che i big tornino a confrontarsi dal vivo e a cadenza classica nel supertorneo Tata Steel, fra meno di tre settimane, il 17enne superGM iraniano ha vinto la “Levitov Chess Christmas Cup”, ospitata su Lichess.org il 24 e 25 dicembre. L’evento si componeva di cinque tornei di qualificazione di undici turni a cadenza 3′, seguite da una fase finale a 3’+2” con sedici giocatori ai nastri di partenza. Firouzja ha superato nell’ordine il 18enne MI azero Abdulla Gadimbayli (5-3), il GM ucraino Olexandr Bortnyk (5-2), il GM russo Boris Savchenko (5-4) e, in finale, il superGM russo Alexander Grischuk (6-4), che nel turno precedente aveva eliminato il superGM armeno Levon Aronian (4,5-2,5). Tra le vittime illustri del primo turno vanno menzionate per lo meno il russo ed ex campione del mondo Vladimir Kramnik, superato 5-2 dal connazionale GM Zhamsaran Tsydypov, e un altro russo, Alexander Morozevich, annichilito 5-0 da Bortnyk.
Sito ufficiale: https://lichess.org/team/levitov-chess

COPPA EUROPEA FEMMINILE DI CLUB: MONTE-CARLO VINCE IL TITOLO RAPID E ONLINE
Il Cercle d’Echecs de Monte-Carlo ha vinto l’edizione 2020 della Coppa europea femminile di club, disputata in versione inedita su Internet e a cadenza rapida (15’+5”). Lo squadrone monegasco si era aggiudicato l’evento già sette volte, fra il 2007 e il 2018, naturalmente sempre a tavolino. Quest’anno il torneo, come molti altri, si è dovuto trasferire online a causa della pandemia ed è stato ospitato dal 19 al 22 dicembre sulla piattaforma Tornelo.com, con una fase preliminare di qualificazione a gruppi (cinque in tutto) e una finale nella quale, in un girone all’italiana, si sono affrontate le prime due classificate di ciascun gruppo.
Monte-Carlo, composta dalle GM Pia Cramling (Svezia), Nana Dzagnidze (Georgia), Aleksandra Goryachkina (Russia), Monika Socko (Polonia) e dalla MI tedesca Elisabeth Paethz, ha vinto il titolo con un turno di anticipo, concludendo infine in vetta con 14 punti squadra su 18 e 20,5 su 36 individuali. A decidere il resto del podio è stato l’ultimo turno, dove la russa Ugra ha sconfitto 3,5-0,5 l’azerbaigiana Odlar Yurdu e ha così superato in extremis un’altra formazione russa, la Gambit Volgograd, grazie a un miglior punteggio individuale (21 contro 20), dopo che entrambe hanno totalizzato 11 punti di squadra.
Nella fase preliminare, all’interno del gruppo A, ai nastri di partenza era presente anche l’azzurra Caissa Italia: la formazione, composta dalla MI greca Stavroula Tsolakidou, dalla GMf russa Elena Tomilova, dalla MI modenese Olga Zimina, dalla MI bergamasca Marina Brunello, dalla MIf palermitana Tea Gueci, si è classificata terza alle spalle di Tremblay en France e Monte-Carlo.
Risultati: http://chess-results.com/tnr544199.aspx
Classifica finale: 1ª Monte-Carlo 14 punti di squadra su 18 (20,5 su 36 individuali); 2ª Ugra 11 (21); 3ª Gambit Volgograd 11 (20); 4ª Poland Hussars 10 (19,5); 5ª Kyiv Chess Federation 9 (20); 6ª Clichy-Echecs-92 8 (17); 7ª Hello Sakk 8 (15); 8ª Tremblay en France 7 (15,5); 9ª Odlar Yurdu 6 (16,5); 10ª SK Schwäbisch Hall 6 (15)

MONDIALI GIOVANILI ONLINE: L’INDIANO NIHAL CAMPIONE U18, BRONZO PER SONIS
Quattro ori per gli Stati Uniti e tre per l’India, sui dieci in palio (cinque open e altrettanti femminili), e poco più delle briciole per gli altri. Questo, in sintesi, il bilancio dei campionati mondiali giovanili rapid online, con una nota positiva anche per l’Italia: il prestigioso bronzo del 18enne MI oristanese Francesco Sonis nella sezione open U18, dove il super favorito GM russo Andrey Esipenko, tanto per dire, è uscito di scena nei quarti di finale. L’evento, organizzato dalla federazione georgiana e disputato dal 19 al 22 dicembre su Tornelo.com, con cadenza 15’+10”, prevedeva tornei continentali di qualificazione di sette turni, disputati a partire dal 28 novembre, ai quali è seguita da una fase finale a eliminazione diretta a partire dagli ottavi.
Sonis ha vinto l’Europeo U18 in solitaria con 6 punti, staccando di mezza lunghezza, fra gli altri, i più quotati GM Shant Sargsyan (Armenia) e Kirill Shevchenko (Ucraina), qualificati con lui alle finali Mondiali. Qui il giovane sardo ha eliminato, nell’ordine, il MF canadese Rohan Talukdar (2-1 all’Armageddon) e Shevchenko (1,5-0,5), prima di essere sconfitto dal GM indiano Sarin Nihal in semifinale (1,5-0,5), rifacendosi poi nella finale di consolazione a spese del MI iraniano Mahdi Gholami Orimi (1-5-1,5 all’Armageddon), che in precedenza aveva superato Esipenko. Sia Shevchenko sia Sonis sarebbero stati eliminati dal peruviano Narayana Hepler Ramirez, Elo 2117, se non fosse che il giocatore sudamericano è stato squalificato dopo i controlli anti-cheating. Nihal si è laureato campione superando 1,5-0,5 il già citato Sargsyan, mentre fra le ragazze ad aggiudicarsi il successo è stata la favorita MI statunitense Carissa Yip.
Gli altri titoli sono andati al MF tedesco Frederik Svane (U16 open), agli indiani MIf Ravi Rakshitta (U16 femminile) e GM Dommaraju Gukesh (U14 open), alla olandese Eline Roebers (U14 femminile), agli statunitensi Dimitar Mardov (U12 open), Alice Lee (U12 femminile) e Omya Vidyarthi (U10 femminile) e, infine, all’iraniano Sina Movahed (U10 open). Da rilevare che gli Stati Uniti hanno vinto anche due argenti e altrettanti bronzi, l’india un solo altro bronzo; quanto alla Russia, un tempo dominatrice incontrastata in questo genere di eventi, si è dovuta accontentare di tre bronzi, ma in termini numerici ha fatto anche peggio un’altra potenza degli scacchi mondiali, la Cina, con un solo argento.
Al torneo europeo di qualificazione, oltre a Sonis, avevano preso parte altri sei azzurri; molto bene aveva fatto la milanese Bianca Pavesi, nona nel femminile U18.
Sito ufficiale: http://world2020.ge/

BARCELLONA (SPAGNA): IVAN CHEPARINOV SU TUTTI NEL FESTIVAL SUNWAY SITGES
Il GM bulgaro Ivan Cheparinov si è aggiudicato la settima edizione del Festival internazionale Sunway Sitges, disputato nel comune spagnolo dal 13 al 23 dicembre. Cheparinov, numero due di tabellone, si è piazzato al primo posto in solitaria e imbattuto con 8 punti su 10, intascandosi il primo premio di 5.000 euro. Dietro di lui, il GM francese Jules Moussard si è aggiudicato il secondo posto dopo aver superato per spareggio tecnico i GM Jaime Santos Latasa (Spagna), Alexander Fier (Brasile) e Vladislav Nevednichy (Romania) che, come lui, avevano totalizzato 7,5 punti. Dopo che per i primi sei turni il GM ceco Vojtech Plat aveva condotto il torneo, perdendo poi terreno nelle partite rimanenti, a partire dall’ottavo turno sono stati Cheparinov e Moussard a guidare la classifica. I due, pareggiando lo scontro diretto del nono turno, hanno permesso a Santos Latasa di raggiungerli in vetta, grazie alla vittoria ottenuta sul GM ucraino Anton Korobov, campione uscente. Decisivo, quindi, è stato l’ultimo turno, nel quale Cheparinov, con la vittoria sul GM francese Matthieu Cornette, ha staccato tutti vincendo il torneo.
Solo sesto (settimo per spareggio tecnico) il già citato Korobov, che partiva come favorito della vigilia, ma è stato rallentato nella corsa al primo posto dalle due sconfitte subite: oltre che a Santos Latasa, l’ucraino ha ceduto le armi anche al GM spagnolo Hipolito Asis Gargatagli.
Al torneo hanno preso parte 138 giocatori, provenienti da ventinove Paesi diversi, tra cui ventisei GM e diciannove MI; unico italiano in gara il sedicenne maestro Ieysaa Bin-Suhayl, infine 56° a 5,5.
Sito ufficiale: https://www.sunwaychessfestival.com/
Classifica finale: 1° Cheparinov 8 punti su 10; 2°-5° Moussard, Santos Latasa, Fier, Nevednichy 7,5; 6°-12° Checa, Korobov, Grigoryan, Santos Ruiz, Mendonca, Lagarde, Dardha 7; ecc.

MONTESILVANO: AGHAYEV LA SPUNTA PER SPAREGGIO AL GRAND HOTEL ADRIATICO
Il MI astigiano Miragha Aghayev ha vinto al fotofinish la 21ª edizione del Festival Grand Hotel Adriatico, disputata a Montesilvano (Abruzzo) dal 18 al 20 dicembre. Aghayev, favorito della vigilia, è riuscito a rispettare il pronostico grazie allo spareggio tecnico, che gli ha permesso di superare il MF romano Valerio Carnicelli, il MI filippino Virgilio Vuelban e il maestro senese Francesco Bettalli (classe 2004), dopo che tutti e quattro avevano totalizzato 4 punti su 5. Del gruppo di testa solo Vuelban ha subito una sconfitta, al terzo turno con Bettalli; Aghayev ha pareggiato al terzo e al quinto turno rispettivamente con Carnicelli e Bettalli, Carnicelli ha spartito il punto anche con il maestro teramano Nicolò Orfini (classe 2002), mentre Bettalli ha pareggiato anche con il MF romano Carlo Emanuele (classe 2003).
Stesso copione nell’Open B, dove il foggiano Nunzio Carretta, favorito della vigilia, si è aggiudicato il primo posto con 4 punti su 5 dopo aver superato per spareggio tecnico l’anconetano Diego De Paolis, il romano Dario Spada (classe 2005) e la lucchese Sara Celati.
La romana Sharon Glover (classe 2007) ha infine vinto a sorpresa l’open C, dove si è imposta in solitaria a punteggio pieno con 5 punti su 5. Dietro di lei, il cosentino Matteo Francesco Guccione (classe 2006) si è aggiudicato l’argento a quota 4,5, mentre il beneventano Giovanni Saccone è salito sul terzo gradino del podio dopo aver superato per spareggio tecnico il ravennate Constantino Riccardo Costa (classe 2005) che, come lui, aveva totalizzato 4 punti.
Alla manifestazione hanno preso parte in totale 96 giocatori, provenienti da quattro Paesi diversi, tra cui due MI e quattro MF nel gruppo principale: decisamente non male per un evento “in presenza” poco prima del lockdown natalizio.
Risultati: http://vesus.org/festivals/21deg-festival-grand-hotel-adriatico/
Classifiche finali
Open A: 1°-4° Aghayev, Carnicelli, Vuelban, Bettalli 4 punti su 5; 5°-7° Orfini, Gromovs, D’Antonio 3,5; 8°-10° Carlo, Pallante, Maxion 3; ecc.
Open B: 1°-4ª Carretta, De Paolis, D. Spada, Celati 4 punti su 5; 5°-7° Fiorentino, Pelyushenko, Ciccalè 3,5; 8°-13° Spina, Banini, Colucci, Di Marco, V. Spada, Mascia 3; ecc.
Open C: 1ª Glover 5 punti su 5; 2° Guccione 4,5; 3°-4° Saccone, Costa 4; 5°-6° Nassa, Serafini 3,5; 7°-11° Giri, Tofu, Marcozzi, Nardoni, Piccoli 3

FEDERSCACCHI: LUIGI MAGGI ELETTO PRESIDENTE, CANCELLATI TORNEI FINO AL 31/1
Luigi Maggi (nella foto by Marco Di Marco col presidente uscente Pagnoncelli) è stato nominato presidente della Federazione Scacchistica Italiana, nell’assemblea che il 20 dicembre a Milano ha eletto come consiglieri tutti i candidati della “squadra” da lui stesso voluta. Medaglia di bronzo al merito sportivo e già presidente del Comitato regionale Lazio (dal 2013), oltre che dirigente Coni, Maggi è succeduto a Gianpietro Pagnoncelli, che aveva ricoperto l’incarico per quattro mandati consecutivi a partire dal 2005 e al quale, in occasione del passaggio di consegne, è stato conferito all’unanimità il titolo di Presidente Onorario della Federscacchi. Il nuovo Consiglio federale è composto da Lorenzo Antonelli, Maurizio Caposciutti, Francesca Capuano, Marta Consalvi, Fabrizio Frigieri, Veronika Goi, Angelo Martorelli, Riccardo Merendino, Roberto Rivello, Giampaolo Torselli. Giovanni Trifoglio è stato eletto Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti. In serata si è svolto il primo Consiglio federale, che ha eletto Lorenzo Antonelli vicepresidente vicario e Roberto Rivello vicepresidente.
Come primo atto, il consiglio, in ottemperanza agli ultimi decreti sull’emergenza sanitaria, ha ridefinito le autorizzazioni dei tornei di “preminente interesse nazionale” fino al 31 gennaio, confermando solo la Vergani Cup di Bassano del Grappa (nelle due sessioni di tornei dal 26 al 30 dicembre e dal 3 al 10 gennaio) e il Festival di Torino dal 3 al 6 gennaio.
Sembra che la cancellazione degli eventi in programma si sia resa necessaria in quanto le disposizioni del DPCM, armonizzate da una normativa CONI, esponevano a rischi legali organizzatori e presidenti di circolo in merito alla necessità di certificazione medica per i giocatori agonisti.
Non si svolgeranno dunque l’Open d’Inverno di Arco di Trento (26-30 dicembre), il Lazio Scacchi dal 3 al 5 gennaio e l’Open di Verona dal 2 al 6 gennaio, come pure il Campionato regionale Open dell’Emilia-Romagna a Salsomaggiore (26-30 dicembre) e vari altri tornei. Alcuni di questi hanno subito la cancellazione decretata dalla FSI, altri avevano già rinunciato a causa della situazione generale; per esempio l’Open di Verona dell’Hotel Leopardi era stato riprogrammato per la primavera (7-9 maggio) prima della decisione federale.
Sito ufficiale: www.federscacchi.it

Lascia un Commento