MS: on line il numero 1028

E’ on line il numero 1028 del nostro settimanale web, Messaggero Scacchi. E’ possibile leggerlo in formato pdf. Il file di partite è in formato PGN zippato.
In questo numero:
1 – CHESS.COM: KRAMNIK VINCE IL TORNEO LAMPO IN MEMORIA DI YURI RAZUVAEV
2 – BAD WIESSEE (GERMANIA): IL TEDESCO DONCHENKO DOMINA IL TEGERNSEE MASTERS
3 – LICHESS.ORG: ALEXEI SHIROV SI IMPONE NEL BLITZ IN RICORDO DI MIKHAIL TAL
4 – ELEZIONI FSI: LUIGI MAGGI UNICO CANDIDATO, SARÀ LUI IL NUOVO PRESIDENTE
5 – FERMO: VALERIO LUCIANI LA SPUNTA A SORPRESA SU FABIO BRUNO NEL FESTIVAL

CHESS.COM: KRAMNIK VINCE IL TORNEO LAMPO IN MEMORIA DI YURI RAZUVAEV
Nel gennaio 2019 aveva annunciato il suo ritiro dal circuito agonistico dei tornei a cadenza classica, ma, quando decide di mettersi alla prova nel gioco veloce, Vladimir Kramnik sa ancora graffiare. Già terzo al mondiale blitz del dicembre 2019, il quattordicesimo campione del mondo ha vinto l’edizione 2020 del Memorial Yuri Razuvaev, torneo online organizzato dalla Federazione scacchistica russa insieme alla piattaforma Chess.com, per onorare la memoria del GM e allenatore russo Yuri Razuvaev, scomparso nel 2012 all’età di 67 anni.
L’evento, disputato il 5 e il 6 novembre, era una competizione a cadenza lampo (5 minuti più 3 secondi per mossa) e ha visto la partecipazione di otto giocatori, tra cui, oltre a Kramnik, gli over 2700 russi Ian Nepomniachtchi ed Evgeny Tomashevsky, il GM israeliano Boris Gelfand e il GM francese Joel Lautier, che a propria volta si è ritirato dall’agonismo nel 2009. Tutti i partecipanti, in un momento diverso della loro carriera, erano stati allievi di Razuvaev.
Il giorno prima che il torneo iniziasse si è tenuta una cerimonia di apertura online. Tra gli ospiti c’erano i partecipanti al torneo, la vedova Natalya Petrovna Razuvaeva, il figlio Alexander e amici e colleghi di Razuvaev: Anatoly Vaisser, Boris Gulko, Boris Zlotnik, Mikhail Krasenkov, Sergei Makarychev, Gennady Nesis, Dmitry Plisetskiy e Boris Postovsky, tra gli altri.
Il format dell’evento prevedeva un girone all’italiana preliminare, con una finale tra i primi due classificati. Tomashevsky ha vinto la fase di qualificazione, piazzandosi solitario e imbattuto in vetta con 6 punti su 7. A sfidarlo in finale è stato Vladimir Kramnik, che l’ha spuntata per spareggio tecnico su Ian Nepomniachtchi dopo che entrambi avevano totalizzato 5 punti. L’ex campione del mondo ha poi vinto la prima partita della finale e pareggiato la seconda.
La storia professionale di Razuvaev si lega anche agli scacchi italiani. A partire dagli anni ’90, Razuvaev è stato il coach della nazionale italiana e, grazie ai suoi stage, ha formato le nuove leve degli scacchi azzurri. Prima che la sua salute si aggravasse, Razuvaev aveva anche collaborato con gli allenatori di un giovanissimo Fabiano Caruana per cui, già nel 2009, aveva profetizzato un grande futuro, scrivendo di lui in un articolo pubblicato prima in Russia e poi su “Torre e Cavallo” nel luglio di quell’anno.
Risultati: https://ruchess.ru/news/
Classifica torneo preliminare: 1° Tomashevsky 6 punti su 7; 2°-3° Kramnik, Nepomniachtchi 5; 4° Gelfand 3,5; 5° Kobalia 3; 6° Motylev 2,5; 7° Lautier 2; 8° Potkin 1

BAD WIESSEE (GERMANIA): IL TEDESCO DONCHENKO DOMINA IL TEGERNSEE MASTERS
Mentre in Italia l’attività è di fatto sospesa e, rinviato il torneo dei Candidati, i big del circuito internazionale sono tornati ad affrontarsi solo online nel “Chess.com Speed Chess Championship”, un forte torneo “in presenza” è stato disputato dal 31 ottobre all’8 novembre a Bad Wiessee, in Germania. L’evento, in realtà, originariamente non era in calendario, ma, vista l’impossibilità di far disputare il consueto open OIBM con centinaia di partecipanti, gli organizzatori dello stesso evento hanno ripiegato su un torneo a inviti, denominato “Tegernsee Masters”, cui ha preso parte anche il numero due azzurro Pier Luigi Basso.
Malgrado i giocatori ai nastri di partenza fossero solo dieci, il Coronavirus ci ha comunque messo lo zampino, riducendoli a nove: la giovane stella tedesca Vincent Keymer, che compirà 16 anni il 15 novembre, si è infatti dovuto ritirare per mettersi in isolamento dopo aver vinto la prima partita, in quanto un suo compagno di scuola era risultato positivo al Covid-19.
A dominare il torneo è stato un altro giocatore di casa, il GM Alexander Donchenko, che ha concluso solitario e imbattuto con 6,5 punti su 8, staccando di una lunghezza e mezza i connazionali Matthias Bluebaum (favorito della vigilia) e Liviu-Dieter Nisipeanu. Buona la prova di Basso: giunto imbattuto a quota 4 su 6, il GM trevigiano ha purtroppo perso il decisivo scontro diretto col vincitore, piazzandosi quarto a 4,5 con un guadagno di 4,7 punti Elo. La competizione aveva un rating medio di 2570 (tredicesima categoria Fide).
Risultati: http://chess-results.com/tnr537855.aspx
Classifica finale: 1° Donchenko 6,5 punti su 8; 2°-3° Bluebaum, Nisipeanu 5; 4° Basso 4,5; 5° T.D.V. Nguyen 4; 6° Dardha 3,5; 7°-8° Fier, Mendonca 3; 9° Parvanyan 1,5

LICHESS.ORG: ALEXEI SHIROV SI IMPONE NEL BLITZ IN RICORDO DI MIKHAIL TAL
Il GM lettone-spagnolo Alexei Shirov si è aggiudicato il torneo online in memoria di Mikhail Tal, organizzato dalla Federazione Lettone e ospitato sulla piattaforma Lichess.org il 9 novembre. L’evento è stato disputato il giorno in cui l’ottavo campione del mondo, nato a Riga e scomparso il 28 giugno 1992, avrebbe compiuto ottantaquattro anni.
Nonostante il torneo sia stato annunciato solo un giorno prima, un numero significativo di partecipanti, sia per qualità che per quantità, si è presentato ai nastri di partenza: in gara c’erano 73 partecipanti in rappresentanza di tredici Paesi, inclusi sette grandi maestri.
Sono stati giocati 15 turni con un tempo di riflessione di 3 minuti più 2 secondi per mossa. Malgrado una sconfitta al nono turno con il GM bielorusso Kirill Stupak, sconfitta, Shirov ha concluso infine da solo in vetta con 12,5 punti, staccando di mezza lunghezza lo stesso Stupak e di una un altro giocatore bielorusso, il GM Aleksej Aleksandrov; quarto a 11 il GM azerbaigiano Nijat Abasov, quinto a 10 il GM russo Artur Gabrieljan. Previsti anche premi speciali: ad aggiudicarsi quello per il miglior over 65 è stato il GM russo (di origine lettone) Evgeny Sveshnikov, volto noto nei festival italiani (in particolare Bratto) degli ultimi anni.
Sito ufficiale: https://www.sahafederacija.lv/
Classifica finale: 1° Shirov 12,5 di 15; 2° Stupak 12; 3° Aleksandrov 11,5; 4° Abasov 11; 5° Gabrielian 10,5; 6° Berzinsh 10; 7°-10° Meshkovs, Kazakouski, Antoms Guntars, Laizans 9,5; ecc.

ELEZIONI FSI: LUIGI MAGGI UNICO CANDIDATO, SARÀ LUI IL NUOVO PRESIDENTE
Luigi Maggi sarà il nuovo presidente della Federazione Scacchistica Italiana. Nessun’altra candidatura è pervenuta entro i termini del 9 novembre e il giorno successivo il sito federale ha pubblicato l’elenco di tutti coloro che si sono proposti come Presidente Collegio dei Revisori dei Conti, Consiglieri in quota Società, Consiglieri in quota Giocatori e Consiglieri in quota Istruttori, oltre che per il ruolo di Presidente Federale.
Nonostante l’emergenza sanitaria, è confermato che l’assemblea elettiva si terrà a Milano il 20 dicembre. Maggi riceverà il testimone da Gianpietro Pagnoncelli in un momento difficilissimo, con un calo dei tesserati che, per il 2020, si quantifica in circa 400 tessere agonistiche e 3200 tessere giovanili in meno rispetto al 2019 (cui si aggiunge il calo di 231 tessere “ordinarie”). La sfida per il 2021 sarà di ricostruire quantomeno un tessuto che possa riportare alla normalità nel 2022.
Prima che l’emergenza Covid-19 si aggravasse di nuovo, anche Rodolfo Bigagli e Andrea Raiano avevano annunciato l’intenzione di candidarsi alla presidenza. Non è dato sapere ufficialmente per quali motivi, pubblici o personali, abbiano infine rinunciato, ma di certo non aiuta il fatto che l’assemblea sia in calendario proprio nella città di Milano, attualmente tra le più colpite, e che il Coni abbia comunicato di non ammettere rinvii. Non si esclude una marcia indietro del Comitato Olimpico, nel malaugurato caso che la situazione sanitaria dovesse peggiorare ulteriormente, ma a questo punto un rinvio non farebbe altro che aggiungere confusione e posticipare l’insediamento del nuovo presidente e dei nuovi consiglieri.
Non ci resta dunque che augurare buon lavoro a Maggi e alla squadra di consiglieri che lo accompagnerà nell’impresa.
Sito ufficiale: http://www.federscacchi.it/

FERMO: VALERIO LUCIANI LA SPUNTA A SORPRESA SU FABIO BRUNO NEL FESTIVAL
L’ultimo torneo week-end disputato sul territorio italiano, in una regione che all’inizio del nuovo lockdown era in zona gialla, è stato il Festival Internazionale “Città di Fermo”, giunto alla quarta edizione e disputato nel comune marchigiano dal 6 all’8 novembre. A spuntarla a sorpresa è stato il MF veronese Valerio Luciani, che partiva con il numero due di tabellone e si è imposto in solitaria e imbattuto con 4,5 punti su 5, vincendo tra gli altri, al quarto turno, con il favoritissimo MI maceratese Fabio Bruno, che a causa della sconfitta si è dovuto accontentare del secondo posto a quota 4. Sul terzo gradino del podio a 3,5 è salito l’ascolano Stanislao Pierantozzi, che ha superato per spareggio i conterranei Marco Pelagalli e Matteo Pierantozzi. Al torneo hanno preso parte diciannove giocatori.
Risultati: http://vesus.org/
Classifica finale: 1° Luciani 4,5 punti su 5; 2° Bruno 4; 3°-5° S. Pierantozzi, Pelagalli, M. Pierantozzi 3,5; 6°-9° Ceccarini, Pocognoli, Macchini, Guglielmi 3; ecc.

Lascia un Commento