MS: on line il numero 1027

E’ on line il numero 1027 del nostro settimanale web, Messaggero Scacchi. E’ possibile leggerlo in formato pdf. Il file di partite è in formato PGN zippato.
In questo numero:
1 – ANNULLATI I CAMPIONATI ITALIANI, SI GIOCHERÀ ONLINE DAL 18 AL 22 NOVEMBRE
2 – WESLEY SO DOMINA IL CAMPIONATO USA, RAPID E ONLINE PER L’EMERGENZA COVID-19
3 – CHESTERFIELD (USA): ILYA NYZHNYK VINCE LA SPICE CUP PER LA TERZA VOLTA
4 – L’INDIANO SARIN SI IMPONE SUL RUSSO SARANA NEL TROFEO ONLINE CAPECHESS
5 – BASSANO DEL GRAPPA: L’ISRAELIANO POSTNY LA SPUNTA PER SPAREGGIO TECNICO
6 – MINSK: MIHAIL NIKITENKO SI IMPONE IN RIMONTA NEL CAMPIONATO BIELORUSSO

ANNULLATI I CAMPIONATI ITALIANI, SI GIOCHERÀ ONLINE DAL 18 AL 22 NOVEMBRE
Il campionati italiani assoluto, femminile e U20 non si giocheranno, quanto meno “in presenza”. L’edizione 2020 dell’evento avrebbe dovuto avere luogo dal 13 al 23 novembre in una località storica per la competizione, Chianciano Terme, che aveva ospitato la finale assoluta, per l’ultima volta, nel 1991. Come spiega una nota pubblicata il 3 novembre sul proprio sito dalla Federscacchi, «in considerazione dell’aggravarsi della situazione epidemiologica Covid-19, il presidente, sentito il Consiglio Federale, in base all’alt. 1 del regolamento della Finale dei Campionati Italiani – edizione 2020, ha deliberato l’annullamento del Campionato Italiano 2020, del Campionato Italiano Femminile 2020 e del Campionato Italiano Under 20 2020».
Come avvenuto negli Stati Uniti, comunque, i fan nostrani potranno consolarsi con dei campionati online a cadenza 25’+10”, che saranno ospitati sulla piattaforma Arena Premium Chess dal 18 al 22 novembre e non varranno in ogni caso come tornei di qualificazione ai campionati del 2021. La finale assoluta prevede venti partecipanti, che verranno suddivisi in due gironi da dieci; i primi due di ciascun girone accederanno alle semifinali per il 1°-4° posto. Le finali femminile e U20, invece, prevedono sedici partecipanti, che saranno divisi in due gironi all’italiana da otto; anche in questo caso i primi due di ciascun girone accederanno alle semifinali per il 1°-4° posto. Notevoli i premi, che nel torneo assoluto vanno da 2.500 (1°) a 400 euro (20°) e negli altri due da 1.000 (1°) a 250 euro (16°).
Sito ufficiale: http://www.federscacchi.it/

WESLEY SO DOMINA IL CAMPIONATO USA, RAPID E ONLINE PER L’EMERGENZA COVID-19
Nell’albo d’oro finirà per apparire solamente come l’edizione 2020 del campionato statunitense. Quella dominata da Wesley So, però, è stata un’edizione del tutto atipica rispetto al passato, come molti altri tornei disputati nel 2020, a causa dell’emergenza Covid-19. L’evento ha infatti avuto luogo online (su Lichess.org) dal 26 al 29 ottobre, non in una sede fisica, e la cadenza, anziché classica, era di 25 minuti più 5 secondi per mossa, ovvero rapid.
Era lecito supporre che il tempo di riflessone avrebbe inevitabilmente favorito il maggiore specialista americano del gioco veloce, Hikaru Nakamura, campione uscente, che nei mesi scorsi era stato l’unico a tenere testa nei supertornei online al campione del mondo Magnus Carlsen. Al contrario Naka è apparso del tutto appannato e ha concluso la sua prova con meno del 50 per cento dei punti, 5 su 11, mentre So ha realizzato una delle migliori prestazioni della sua carriera, intascando il primo premio di 40.000 dollari.
Il torneo vinto dal giocatore di origine filippina è stato quello che ha chiuso le tre settimane di eventi legati al campionato statunitense, iniziate il 9 ottobre, nel corso delle quali sono stati anche assegnati, nell’ordine, i titoli junior femminile e maschile, quello senior e quello femminile assoluto.
Wesley è partito a razzo con 5 su 5, ma solo la vittoria nello scontro diretto con Jeffery Xiong al nono turno, prima del quale i due condividevano la vetta a 7 su 8, gli ha consentito di prendere il volo, per assicurarsi poi il successo con due patte conclusive e terminare solitario e imbattuto con 9 punti su 11, il terzo miglior punteggio nella storia del campionato statunitense. So ha chiuso a un passo dai 9,5 su 11 di Bobby Fischer nel 1966, l’ultima volta che il mito americano aveva partecipato al campionato nazionale; il miglior punteggio di sempre rimane invece, ovviamente, l’11 su 11 dello stesso Fischer nel 1963.
«È davvero fantastico; significa davvero molto per me avere il titolo di campione degli Stati Uniti», ha detto. «Quando avevo vinto per la prima volta nel 2017, volevo davvero ottenere il titolo. Dopo di che ho avuto un certo crollo; il mio punteggio Elo è sceso. Ho pensato che fosse davvero difficile vincerlo una seconda volta e avevo già diversi dubbi sul fatto che ce l’avrei fatta. Vincere un secondo titolo è davvero importante per me».
Anche il GM Jeffery Xiong ha impressionato. Il suo secondo posto a quota 8,5 alle spalle di So gli è valso 25.000 dollari, che si sono sommati ai 4.000 vinti per un altro secondo posto, nel campionato junior; niente male come regalo anticipato per il suo ventesimo compleanno, festeggiato il 30 ottobre. Sul terzo gradino del podio a 7,5 è salito Ray Robson, mentre Lenier Dominguez si è piazzato quarto con un certo distacco, a 6. Il torneo aveva un rating medio (standard) di 2666.
Oltre a So, ad aggiudicarsi i vari titoli in palio sono stati Carissa Yip (junior femminile), John Burke (junior maschile), Joel Benjamin (senior) e Irina Krush (femminile); quest’ultima l’ha spuntata sulla già citata Yip, seconda, stella nascente dello scacchismo femminile non solo a livello statunitense.
Dopo l’ultimo turno del campionato assoluto, si è tenuta una speciale cerimonia di chiusura online, in occasione della quale l’ex campione del mondo Garry Kasparov ha inviato un videomessaggio nel quale ha detto, tra le altre cose: «Gli scacchi risalgono a secoli fa, dai palazzi orientali ai caffè europei, e ora a Zoom e Netflix! Il gioco si adatta perché i giocatori si adattano, gli sponsor si adattano e gli scacchi continuano a crescere. La sua bellezza è innata, eterna, anche se l’ambiente circostante cambia».
Sito ufficiale: https://www.uschesschamps.com/2020-us-championships/overview
Classifiche finali
Assoluto: 1° So 9 punti su 11; 2° Xiong 8,5; 3° Robson 7,5; 4° Dominguez 6; 5°-6° Shankland, Liang 5,5; 7°-8° Nakamura, Sevian 5; 9° Lenderman 4,5; 10° Swiercz 3,5; 11°-12° Ramirez, Moradiabadi 3
Femminile: 1ª Krush 8,5 punti su 11; 2ª Yip 8; 3ª Derakhshani 7,5; 4ª Yu 6; 5ª-6ª Abrahamyan, Eswaran 5,5; 7ª E. Nguyen 5; 8ª Samadashvili 4,5; 9ª-11ª A. Wang, S. Foisor, Cervantes 4; 12ª Zatonskih 3,5
Senior: 1° Benjamin 6,5 punti su 9; 2°-4° Kaidanov, Novikov, D. Gurevich 5; 5°-6° Christiansen, Wolff 4,5; 7°-8° Shabalov, Yermolinsky 4; 9° Goldin 3,5; 10° Getz 3
Junior maschile: 1°-2° Burke, Xiong 6,5 punti su 9; 3° Sevian 6; 4° Jacobson 5,5; 5° Yoo 5; 6°-7° Checa, Balakrishnan 4; 8° Sheng 3; 9° Shen 2,5; 10° Tiglon 2
Junior femminile: 1ª Yip 7,5 punti su 9; 2ª A. Wang 6; 3ª Wu 5,5; 4ª-5ª Yu, Cervantes Landeiro 5; 6ª E. Nguyen 4,5; 7ª Yan 4; 8ª-10ª Samadashvili, Morris-Suzuki, A. Lee 2,5

CHESTERFIELD (USA): ILYA NYZHNYK VINCE LA SPICE CUP PER LA TERZA VOLTA
Il GM ucraino Ilya Nyzhnyk ha vinto la 14ª edizione della Spice Cup, il torneo organizzato dalla Webster University sotto la supervisione di Susan Polgar, disputata (in presenza) a Chesterfield (Usa) dal 20 al 25 ottobre. Nyzhnyk, che partiva come favorito della vigilia, ha rispettato i pronostici piazzandosi al primo posto in solitaria e imbattuto con 7,5 punti su 9. Dietro di lui, a mezza lunghezza di distanza, il GM ungherese Benjamin Gledura si è aggiudicato il secondo posto a quota 7. Sul terzo gradino del podio è salito il GM armeno Aram Hakobyan, che ha superato per spareggio tecnico i GM di origine cubana Lazaro Bruzon Batista e Yuniesky Quesada Perez, dopo che tutti e tre avevano totalizzato 6 punti. Per Nyzhnyk questa è la terza vittoria nella Spice Cup. Al torneo hanno preso parte 33 giocatori, provenienti da dieci paesi diversi, tra cui undici grandi maestri e due maestri internazionali.
Pagina ufficiale: https://gamesmaven.io/chessdailynews/
Classifica finale: 1° Nyzhnyk 7,5 punti su 9; 2° Gledura 7; 3°-5° Hakobyan, Bruzon Batista, Quesada Perez 6,5; 6°-7° Lenderman, Burke 5,5; 8°-14° Cordova, Repka, Prohaszka, Daggupati, Niemann, Sarkar, Liang 5; ecc.

L’INDIANO SARIN SI IMPONE SUL RUSSO SARANA NEL TROFEO ONLINE CAPECHESS
Il sedicenne indiano Nihal Sarin ha vinto il trofeo online Capechecs 2020, disputato dal 23 al 25 ottobre. L’evento, a cadenza 10’+3”, era diviso in due fasi: nella prima i sedici partecipanti sono stati divisi in due gruppi da otto e si sono affrontati in doppi gironi all’italiana, nella seconda i primi quattro di ogni gruppo hanno giocato dei mini-match a eliminazione diretta per stabilire il vincitore. Sarin si è piazzato secondo a 8,5 su 14 nel gruppo A dietro l’iraniano Parham Maghsoodloo (10,5) e davanti alla russa Aleksandra Goryachkina e all’egiziano Bassem Amin; il bulgaro Ivan Cheparinov ha invece trionfato con 10,5 su 14 nel gruppo B, seguito dal russo Alexey Sarana (10), dal francese Etienne Bacrot e dalla greca Stavroula Tsolakidou. Nella fase ko il giovane indiano è diventato irresistibile: 2-0 a Bacrot, 2-0 a Cheparinov e, in finale, 1,5-0,5 a Sarana, che a propria volta si era sbarazzato per 2-0 di Goryachkina e Maghsoodloo.
Risultati: http://chess-results.com/tnr537772.aspx

BASSANO DEL GRAPPA: L’ISRAELIANO POSTNY LA SPUNTA PER SPAREGGIO TECNICO
Il GM israeliano Evgeny Postny ha vinto al fotofinish la prima edizione del Festival Weekend di Bassano, disputata a Bassano del Grappa (Vicenza) dal 23 al 25 ottobre. Postny partiva come favorito della vigilia, ma è riuscito a piazzarsi al primo posto solo grazie allo spareggio tecnico, che gli ha permesso di superare in extremis il MF sloveno Jan Subelj e i GM Pier Luigi Basso, Matej Sebenik (Slovenia) e Kenny Solomon (Sud Africa) che, come lui, avevano totalizzato 4 punti su 5. A mezzo punto dal gruppo di testa, il diciottenne MI oristanese Francesco Sonis si è piazzato sesto alla guida di un nutrito gruppo a quota 3,5, venendo escluso dal podio a causa della sconfitta, subita all’ultimo turno, per mano del già citato Sebenik.
Anche nell’open B il vincitore è stato deciso dallo spareggio tecnico, che ha permesso al tedesco David Sedlmayr di superare il vicentino Alex Pigato (classe 2007) dopo che entrambi avevano totalizzato 4,5 punti su 5. Sul terzo gradino del podio a quota 4 è salito il veneziano Samuel Toniolo (classe 2004), che l’ha spuntata sul trapanese Pietro Mattarella.
Il trevigiano Filippo Abisso ha dominato l’open C con 4,5 punti su 5, staccando di mezza lunghezza il suo inseguitore più ravvicinato, il padovano Andrea Mazzon, secondo a 4. Il vicentino Valerio Vitaliani si è, infine, piazzato terzo alla guida di un nutrito gruppo a 3,5.
Alla manifestazione hanno preso parte in totale 118 giocatori, provenienti da nove Paesi diversi, tra cui quattro grandi maestri, due maestri internazionali e cinque maestri Fide nel torneo principale.
Risultati: http://vesus.org/festivals/1deg-festival-weekend-bassano-ottobre/
Classifiche finali
Open A: 1°-5° Postny, Subelj, Basso, Sebenik, Solomon 4 punti su 5; 6°-11^ Sonis, Gylevich, Orfini, Frescura, Degraeve, Maione 3,5; ecc.
Open B: 1°-2° Sedlmayr, Pigato 4,5 punti su 5; 3°-4° Toniolo, Mattarella 4; 5°-10° Zlatanovic, Sunder, Perossa, Giorgi, Celadon, Conte 3,5; ecc.
Open C: 1° Abisso 4,5 punti su 5: 2° Mazzon 4; 3°-6° Vitaliani, Bertuzzi, Cisco, Costa 3,5; ecc.

MINSK: MIHAIL NIKITENKO SI IMPONE IN RIMONTA NEL CAMPIONATO BIELORUSSO
Il MI Mihail Nikitenko si è aggiudicato l’edizione 2020 del campionato bielorusso, disputata a Minsk dal 16 al 24 ottobre. Nikitenko, che partiva con il numero quattro di tabellone su sette partecipanti, si è piazzato al primo posto in solitaria con 4,5 punti su 6, perdendo solo al primo turno con il MF Denis Lazavik, sconfitta da cui si è ripreso bene, visto che, dopo il pareggio al secondo turno con il GM Kirill Stupak, ha collezionato quattro vittorie consecutive. Sul secondo gradino del podio è salito il già citato Lazavik, con 4 punti, che ha superato per spareggio tecnico Stupak e il MI Viachaslau Zarubitski. Solo 5° a quota 2,5 il GM Aleksj Aleksandrov, che difendeva il titolo vinto nel 2018 e riconquistato l’anno scorso, ma è stato rallentato nella corsa al primo posto da troppe sconfitte. La competizione aveva un rating medio di 2443 (decima categoria Fide).
Fra le donne, la MFf Kseniya Zeliantsova si è imposta in solitaria con 5,5 su 6, staccando di una lunghezza la MFf Katsiaryna Beinenson; terza a 3 la non titolata Kseniya Norman.
Risultati: http://chess-results.com/tnr537951.aspx
Classifica finale: 1° Nikitenko 4,5 punti su 6; 2°-4° Lazavik, Stupak, Zarubitski 4; 5° Aleksandrov 2,5; 6° Tsaruk 1,5; 7° Pogosian 0,5

Lascia un Commento