MS: on line il numero 1074

E’ on line il numero 1074 del nostro settimanale web, Messaggero Scacchi. E’ possibile leggerlo in formato pdf. Il file di partite è in formato PGN zippato.
In questo numero:
1 – BAKU (AZERBAIGIAN): MEMORIAL GASHIMOV, CARUANA LA SPUNTA SU RAPPORT
2 – GRAND PRIX FIDE AL VIA IL 4 FEBBRAIO, WILD CARD A NAKAMURA E DUBOV
3 – KATOWICE (POLONIA): DUDA CAMPIONE EUROPEO BLITZ, MOTYLEV RE RAPID
4 – BARCELLONA (SPAGNA): IL TEDESCO KOLLARS PRIMO NEL “SUNWAY SITGES”
5 – KHARKIV: VOLOKITIN CAMPIONE UCRAINO, DOLZHYKOVA PRIMA FRA LE DONNE
6 – BUDAPEST: PRIMO TITOLO UNGHERESE PER PETER ACS E ZSUZSANNA TERBE
7 – BARCELLONA (SPAGNA): L’UZBECO ABDUSATTOROV VINCE L’OPEN ELLLOBREGAT
8 – ABU DHABI (EMIRATI ARABI): DOPPIETTA DEL RUSSO VLADIMIR FEDOSEEV
9 – SALAMANCA (SPAGNA): SANTOS LATASA DOMINA IL RAPID, TERZO SHIROV
10 – XI’AN (CINA): TAN ZHONGYI SUPERA TUTTE NEL RAPID “BELT AND ROAD”
11 – SAFED: TAMIR NABATY IN SOLITARIA NEL CAMPIONATO ISRAELIANO OPEN
12 – STARA PLANINA: IL DICIANNOVENNE VELIMIR IVIC CAMPIONE DI SERBIA
13 – VILLA MARTELLI: SECONDO TITOLO ARGENTINO PER FERNANDO PERALTA
14 – LAMIA: ATHANASIOS MASTROVASILIS CAMPIONE GRECO PER LA TERZA VOLTA
15 – MONTESILVANO: AGHAYEV CONCEDE IL BIS AL GRAND HOTEL ADRIATICO

BAKU (AZERBAIGIAN): MEMORIAL GASHIMOV, CARUANA LA SPUNTA SU RAPPORT
Fabiano Caruana ha vinto la settima edizione del Memorial Vugar Gashimov, ospitata a Baku (Azerbaigian) dal 18 al 23 dicembre e disputata con una nuova formula rispetto al solito, ovvero una combinata rapid e blitz anziché un torneo a cadenza classica. A decidere il vincitore è stata una partita di spareggio Armageddon, in cui l’italo-americano ha sconfitto l’ungherese Richard Rapport dopo che entrambi avevano totalizzato 24 punti su un massimo di 35.
L’evento è iniziato con la fase rapid (15’+10”), che prevedeva partite di andata e ritorno: la vittoria di un mini-match valeva 3 punti e la sconfitta 0; in caso di parità veniva disputata un’Armageddon, con 2 punti al vincitore e 1 al perdente. Rapport e Sergey Karjakin hanno chiuso in vetta con 16 punti su 21, staccando di due lunghezze Shakhriyar Mamedyarov e lo stesso Caruana. Nettamente più staccati gli altri quattro partecipanti, praticamente già tagliati fuori dalla corsa per il podio, con un irriconoscibile Vishy Anand sul fondo della classifica a quota 3.
Nel blitz (5’+3”) Karjakin, campione mondiale della specialità nel 2016, è parso irriconoscibile, chiudendo infine all’ultimo posto con 5 su 14 e due sole vittorie all’attivo, entrambe contro David Navara (anche qui erano previste partite di andata e ritorno, ma senza ulteriore Armageddon in caso di parità). Rapport, dal canto proprio, è invece partito a razzo con 4,5 su 5, ma è calato alla distanza e, alla vigilia dell’ultimo turno, si è trovato a spartire la vetta a quota 23 con un ispirato Caruana, non proprio uno specialista della cadenza, mezza lunghezza davanti a Mamedyarov. Inizialmente sembrava che ci sarebbe stato comunque un lieto fine per Rapport, che nel turno conclusivo ha sconfitto Navara col Nero, ma Mamedyarov ha commesso un errore grossolano in una posizione nettamente superiore e ha finito col perdere contro Caruana.
Ciò significava che il vincitore del torneo sarebbe stato deciso da una singola partita Armageddon, in cui il Bianco, in questo caso Caruana, aveva 5 minuti, contro i 4 del Nero, ma un pareggio sarebbe bastato a quest’ultimo per vincere. Non c’è stato alcun pareggio, però: Fab Fab ha vinto meritatamente lo spareggio e l’evento.
Caruana è il primo giocatore dopo Magnus Carlsen (4 successi) e Shakhriyar Mamedyarov (2 primi posti) ad aggiudicarsi il Memorial Gashimov, anche se quest’anno il formato era diverso rispetto al passato. A riguardo l’italo-americano ha commentato: «Quando gli organizzatori mi hanno contattato e mi hanno chiesto se volevo partecipare ho risposto quasi subito di sì. Questa volta il regolamento era diverso, ma rapid e blitz hanno dato all’evento un dinamismo maggiore. C’è stata battaglia fino alla fine, mantenendo la tensione sia per i giocatori che per gli spettatori».
Con questo risultato Fabiano è salito al n. 4 nella graduatoria blitz live con un rating di 2825, alla vigilia del Mondiale blitz che inizierà a Varsavia il 26 dicembre.
Sito ufficiale: https://gashimovchess.com/
Classifica finale: 1° Caruana 24 punti su 35 (14 su 21 rapid, 10 su 14 blitz); 2° Rapport 24 (16+8); 3° Mamedyarov 22,5 (14+8,5); 4° Karjakin 21 (16+5); 5° Mamedov 15,5 (9+6,5); 6° Navara 14 (8+6); 7° Asadli 10 (4+6); 8° Anand 9 (3+6)

GRAND PRIX FIDE AL VIA IL 4 FEBBRAIO, WILD CARD A NAKAMURA E DUBOV
Hikaru Nakamura e Daniil Dubov hanno ottenuto le due wild card disponibili per partecipare all’imminente Grand Prix Fide, che designerà gli ultimi due partecipanti al prossimo torneo dei Candidati. Nakamura, che attualmente risulta essere il numero dieci di tabellone, non era idoneo a qualificarsi in base all’Elo, non avendo giocato una sola partita a cadenza classica in due anni (l’ultima era stata contro Veselin Topalov al GP Fide del 2019), ma è stato designato dal presidente Fide, Arkady Dvorkovich. Gli organizzatori hanno scelto invece Dubov, fra i secondi di Magnus Carlsen nel recente match mondiale.
Al GP partecipano in tutto 24 giocatori: ciascuno dovrà gareggiare in due dei tre tornei da 16 giocatori che si terranno da febbraio ad aprile 2022. Originariamente avrebbero dovuto essere giocati tutti nella stessa città, Berlino (Germania), ma alcune manovre politiche dietro le quinte hanno fatto sì che uno degli eventi si svolga a Belgrado (Serbia). Nel dettaglio, i due eventi a Berlino si terranno dal 4 al 16 febbraio e dal 21 marzo al 3 aprile, quello a Belgrado dal 28 febbraio al 13 marzo.
Ogni torneo inizierà con i partecipanti divisi in quattro gruppi di quattro giocatori, che si affrontano in un doppio girone all’italiana. I vincitori di ciascun gruppo accederanno alle semifinali e infine alla finale, con punti assegnati in base al piazzamento conclusivo.
La competizione si preannuncia molto dura, con il numero 3 al mondo Ding Liren a guidare una pattuglia composta anche. Fra gli altri, da Levon Aronian, Anish Giri, Wesley So, Shakhriyar Mamedyarov, Aalexander Grischuk, Richard Rapport, Maxime Vachier-Lagrave, Leinier Dominguez e Nikita Vitiugov. Ding non sarebbe stato idoneo a qualificarsi in base all’Elo, poiché non aveva giocato 9 partite nel 2021 o preso parte alla Coppa del Mondo Fide, ma un recente match contro il compatriota Lu Shanglei ha risolto il problema.
Sito ufficiale: https://worldchess.com/

KATOWICE (POLONIA): DUDA CAMPIONE EUROPEO BLITZ, MOTYLEV RE RAPID
Il polacco Jan-Krzysztof Duda (blitz) e il russo Alexander Motylev (rapid) hanno vinto l’edizione 2021 dei campionati europei a cadenza veloce, ospitata a Katowice, in Polonia, dal 17 al 19 dicembre.
Nel blitz Duda, favorito della vigilia su un lotto di 510 giocatori, ha concluso solitario in vetta con 18 punti su 22 (ogni turno prevedeva due partite fra gli stessi avversari), ma ha dovuto fare i conti fino alla fine con il connazionale GM Maciej Klekowski, che lo ha superato 1,5-0,5 nello scontro diretto del penultimo turno e si è infine piazzato secondo a 17,5. Otto giocatori hanno chiuso a 16,5: il russo e campione europeo Anton Demchenko ha conquistato il bronzo per spareggio tecnico. La MIf polacca Alicja Sliwicka ha ottenuto il miglior piazzamento fra le donne in gara.
Nel rapid Motylev ha superato per spareggio tecnico il tedesco Alexander Donchenko (argento) e il lituano Paulius Pultinevicius (bronzo), dopo che tutti e tre avevano totalizzato 9,5 punti su 11; 566 i partecipanti complessivi. Fra le donne il titolo è andato di nuovo a Sliwicka.
Nessun top player azzurro ha preso parte ai tornei: i GM Luca Moroni e Daniyyl Dvirnyy, inizialmente attesi ai nastri di partenza, hanno dovuto rinunciare in extremis.
Il montepremi dei campionati era di 11.000 euro per il torneo blitz e 19.000 per il rapid; a partire da domenica, sempre in Polonia (a Varsavia), avranno luogo i Mondiali blitz e rapid, a cui sono attesi fra gli altri Magnus Carlsen, Alireza Firouzja e Fabiano Caruana.
Sito ufficiale: https://katowice2021.eu/
Classifiche finali
Blitz: 1° Duda 18 punti su 22; 2° Klekowski 17,5; 3°-10° Demchenko, Schneider, Tazbir, Teclaf, Bernadskiy, Kainanen, Dragnev, Balog 16,5; 11°-15° Plat, Kovalenko, Kowalski, Pultinevicius, Budrewicz 16; ecc.
Rapid: 1°-3° Motylev, Donchenko, Pultinevicius 9,5 punti su 11; 4°-7° Krasenkow, Brodowski, Janik, Bjerre 9; 8°-20° Keinanen, Balog, Bernadskiy, Fridman, Stefansson, Kovalenko, Kyć, Kosakowski, Kozak, Miś, Fus, Grabarczyk, Semjonovs 8,5; ecc.

BARCELLONA (SPAGNA): IL TEDESCO KOLLARS PRIMO NEL “SUNWAY SITGES”
Il ventiduenne GM tedesco Dmitrij Kollars ha vinto l’ottava edizione del festival internazionale Sunway Sitges, disputata a Barcellona (Spagna) dal 13 al 23 dicembre. Kollars, numero nove di tabellone, ha concluso imbattuto in vetta con 8 punti su 10, superando per spareggio tecnico il diciassettenne GM uzbeco Nodirbek Abdusattorov, il GM bulgaro Ivan Cheparinov (numero due di tabellone) e il ventunenne GM indiano Abhimanyu Puranik, con il quale condivideva la vetta alla vigilia dell’ultimo incontro. Il tedesco è partito forte con 5,5 su 6, pareggiando negli ultimi quattro turni con i giocatori che alla fine lo hanno affiancato in vetta e battendo il GM azerbaigiano Eltaj Safarli. A mezza lunghezza dal quartetto di vertice hanno chiuso dieci giocatori, fra i quali il favorito GM ucraino Anton Korobov, i GM indiani Nihal Sarin, Arjun Erigaisi e S. P. Sethuraman, numeri tre, otto e undici di tabellone, e il sorprendente diciottenne MI indonesiano Gilbert Elroy Tarigan, che partiva con il numero 173 di tabellone e ha realizzato una performance di 2608. All’evento ha preso parte anche il GM romano Daniele Vocaturo, che si trovava a mezzo punto dalla vetta dopo sette partite, ma all’ottavo e all’ultimo turno ha incassato due sconfitte, che lo hanno relegato al 27° posto nel gruppo a 6,5. Gli altri due azzurri in gara, la MIf Daniela Movileanu e il MF Alessio De Santis, hanno chiuso invece a 4,5. Alla manifestazione hanno partecipato in totale 386 giocatori in rappresentanza di cinquanta Paesi, fra i quali trentacinque GM e cinquanta MI nel gruppo principale.
Risultati: http://chess-results.com/tnr577676.aspx
Classifica finale: 1°-4° Kollars, Abdusattorov, Cheparinov, Puranik 8 punti su 10; 5°-14° Sethuraman, L. Van Foreest, Safarli, Korobov, Nihal Sarin, Erigaisi, Dann, Kacharava, Kulaots, Tarigan; ecc.

KHARKIV: VOLOKITIN CAMPIONE UCRAINO, DOLZHYKOVA PRIMA FRA LE DONNE
Il GM Andrei Volokitin si è aggiudicato la 90ª edizione del campionato ucraino, disputata a Kharkiv dall’8 al 17 dicembre. Numero due in odine di rating, Volokitin ha concluso solitario e imbattuto con 6 punti su 9, staccando di mezza lunghezza il favorito GM Yuriy Kryvoruchko, battuto nello scontro diretto del quinto turno. Alla vigilia dell’ultimo incontro il futuro vincitore guidava la classifica a quota 5, contro i 4,5 di Alexander Moiseenko e dello stesso Kryvoruchko; per assicurarsi il primo posto ha dovuto sconfiggere Yuri Kuzubov con i pezzi neri. Sul terzo gradino del podio a 5 è salito il GM Kirill Shevchenko, che ha agguantato in extremis Moiseenko e lo ha superato per spareggio tecnico. Per Volokitin si tratta del terzo titolo nazionale, dopo quelli del 2004 e del 2015. La competizione era di 14ª categoria Fide (rating medio 2594).
Fra le donne (media Elo 2190) a spuntarla a sorpresa è stata la MIf Kateryna Dolzhykova, numero sette di tabellone e già prima nel 2011: anche lei ha chiuso in solitaria con 6 su 9, staccando di mezza lunghezza la GMf Olga Babiy (argento) e la MIf Olena Martynkova (bronzo).
Risultati: http://chess-results.com/tnr594551.aspx
Classifiche finali
Open: 1° Volokitin 6 punti su 9; 2° Kryvoruchko 5,5; 3°-4° Shevchenko, Moiseenko 5; 5°-9° Onyshchuk, Vysochin, Kuzubov, Kravtsiv, Omelja 4; 10° Bakhmatsky 3,5
Femminile: 1ª Dolzhykova 6 punti su 9; 2ª-3ª Babiy, Martynkova 5,5; 4ª-6ª Berdnyk, Gaponenko, Doluhanova 5; 7ª-8ª Tsirulnik, Rakhmangulova 4,5; 9ª-10ª Petrova, Lomakina 2

BUDAPEST: PRIMO TITOLO UNGHERESE PER PETER ACS E ZSUZSANNA TERBE
Il GM Peter Acs ha vinto l’edizione 2021 del campionato ungherese, intitolata alla memoria di Géza Hetényi e disputata a Budapest dal 7 al 17 dicembre. Numero quattro di tabellone, Acs è partito a rilento con 2 su 4, perdendo al quarto turno con il favorito GM Ferenc Berkes, dopodiché ha messo il turbo ottenendo quattro vittorie e una patta nelle rimanenti partite, chiudendo così solitario in vetta con 18 punti su 27 – la vittoria valeva 3 punti e la patta 1. Il GM Gergely Kantor si è classificato secondo a 15, mentre il GM Bence Korpa ha completato il podio a 12. Si tratta del primo titolo per Acs, che ha compiuto 40 anni lo scorso 10 maggio. La competizione aveva un rating medio di 2567 (13ª categoria Fide).
Anche la MIf Zsuzsanna Terbe, tra le donne, ha vinto il suo primo titolo, concludendo solitaria e imbattuta con 15 su 21 pur essendo la giocatrice meno quotata in gara. Seconda a 14 si è piazzata la MI e pluricampionessa Anita Gara, mentre la MIf Julianna Terbe ha conquistato il bronzo a 11. Il torneo aveva un rating medio di 2278.
Sito ufficiale: https://chess.hu/
Classifiche finali
Open: 1° Acs 18 punti su 27; 2° Kantor 15; 3° Korpa 12; 4°-6° Antal, Banusz, Prohaszka 11; 7° Berkes 10; 8° Aczel 9; 9° Kozak 8; 10° Medvegy 3
Femminile: 1ª Z. Terbe 15 punti su 21; 2ª A. Gara 14; 3ª J. Terbe 11; 4ª Gaal 10; 5ª-6ª Mihok-Juhasz, Havanecz 8; 7ª Lakos 6; 8ª Lazarne Vajda 2

BARCELLONA (SPAGNA): L’UZBECO ABDUSATTOROV VINCE L’OPEN ELLLOBREGAT
Il GM uzbeko Nordibek Abdusattorov ha vinto al fotofinish la seconda edizione dell’Open Elllobregat, disputata a Barcellona (Spagna) dal 30 novembre all’8 dicembre. Abdusattorov, favorito della vigilia, ha concluso in vetta con 7 punti su 9, superando per spareggio tecnico il GM indiano Murali Karthikeyan e il MI spagnolo Pere Garriga Cazorla; fra i tre, l’unico ad aver subito una sconfitta è stato lo spagnolo, fermato al quinto turno dal MI israeliano Tomas Sosa. Solo diciannovesimo a 6 il GM ucraino ed ex campone del mondo Ruslan Ponomariov, numero due di tabellone. Al torneo hanno preso parte 157 giocatori, provenienti da quarantuno Paesi diversi, tra cui trentasei GM e trentacinque MI.
Risultati: https://chess-results.com/tnr500000.aspx
Classifica finale: 1°-3° Abdusattorov, Karthikeyan, Garriga Cazorla 7 punti su 9; 4°-11° Erigaisi, Aditya, Meshkovs, Yuffa, Muradli, Santos Latasa, Puranik, L. Van Foreest 6,5; ecc.

ABU DHABI (EMIRATI ARABI): DOPPIETTA DEL RUSSO VLADIMIR FEDOSEEV
Doppio successo per il superGM russo Vladimir Fedoseev nella 27ª edizione del festival internazionale di Abu Dhabi (Emirati Arabi), disputata dal 12 al 16 dicembre con il patrocinio dello sceicco Nahyan bin Zayed Al Nahyan, presidente dell’Abu Dhabi Sports Council. L’evento ha fatto seguito al Mondiale ospitato all’Expo di Dubai e molti dei partecipanti venivano proprio da lì, dove avevano preso parte agli eventi organizzati a margine del match.
Nel rapid (25’+10”), l’iraniano Parham Maghsoodloo guidava la classifica al giro di boa con 4,5 su 5, ma è crollato, mentre Fedoseev, che aveva esordito con una sconfitta ad opera del GM argentino Alan Pichot, ha messo il turbo, concludendo infine solitario in vetta con 7 punti su 9 davanti al GM egiziano Bassem Amin (6,5), al GM ungherese Viktor Erdos e al GM ucraino Pavel Eljanov (entrambi a 6).
L’evento blitz (3’+2”) ha visto Fedoseev mettere a segno una doppietta: il russo ha chiuso in vetta con 6,5 su 9 insieme al polacco Bartosz Socko, ma è risultato vincitore grazie al successo nel loro scontro diretto del settimo turno. Curiosamente, anche in questo torneo Fedoseev aveva iniziato con una sconfitta – contro l’indiano Raunak Sadhwani, infine terzo a 6 insieme all’algerino Bilel Bellahcene.
Per prevenire la diffusione del Covid-19, il numero di partecipanti all’evento è stato ridotto a 195 giocatori (provenienti da 49 Paesi), che hanno partecipato a sei diversi tornei. In gara nei due open Masters c’erano ventuno GM e tre MI.
Risultati: https://chess-results.com/tnr594586.aspx
Classifiche finali
Rapid: 1° Fedoseev 7 punti su 9; 2° Amin 6,5; 3°-4° Erdos, Eljanov 6; 5°-6° Fridman, Mchedlishvili 5,5; 7°-11° Maghsoodloo, Jumabayev, Sadhwani, Socko, Ivanisevic 5; ecc.
Blitz: 1°-2° Fedoseev, Socko 6,5 punti su 9; 3°-4° Sadhwani, Bellahcene 6; 5°-7° Fridman, Amin, Erdos 5,5; 8°-12° Salem, Van Wely, Eljanov, Maghsoodloo, Mchedlishvili 5; ecc.

SALAMANCA (SPAGNA): SANTOS LATASA DOMINA IL RAPID, TERZO SHIROV
La quarta edizione del Festival di Salamanca (Spagna) è stata ospitata dal 14 al 18 dicembre al Colegio Arzobispo Fonseca, edificio storico costruito nel 1519. L’evento principale era un torneo rapid a otto giocatori, cui hanno preso parte due leggende viventi quali il bulgaro Veselin Topalov e lo spagnolo Alexei Shirov, numero due e uno di tabellone. Shirov, che si era aggiudicato l’evento lo scorso febbraio, stavolta si è dovuto accontentare del terzo posto con 3,5 su 7, mentre Topalov si è fermato addirittura a 3, condividendo il quarto posto con la MI spagnola Ana Matnadze (la migliore fra le quattro donne in gara) – che lo ha battuto col Nero nello scontro diretto conclusivo.
Ciò che ha accomunato Shirov e Topalov in questa edizione del torneo è il fatto di aver perso entrambi contro l’indiscusso vincitore, Jaime Santos Latasa. Il 25enne GM spagnolo ha guidato la classifica fin dall’inizio, totalizzando infine 6 punti su 7 e staccando di un’intera lunghezza il francese Romain Edouard, secondo. Davvero niente male. Sul fondo a 2,5 hanno chiuso la MI georgiana Lela Javakhishvili, la MI spagnola Sabrina Vega Gutierrez e la GM svedese Pia Cramling.
Sito ufficiale: https://salamancachess.com/
Classifica finale: 1° Santos Latasa 6 punti su 7; 2° Edouard 5; 3° Shirov 3,5; 4ª-5° Matnadze, Topalov 3; 6ª-8ª Javakhishvili, Vega Gutierrez, Cramling 2,5

XI’AN (CINA): TAN ZHONGYI SUPERA TUTTE NEL RAPID “BELT AND ROAD”
La GM cinese Tan Zhongyi ha vinto l’edizione 2021 dell’ormai tradizionale torneo rapid femminile “Belt and Road”, disputata a Xi’an (Cina) il 10 e 11 dicembre. Tan, che partiva con il numero cinque di tabellone, si è imposta in solitaria con 6,5 punti su 9 e un’unica sconfitta, al primo turno, con la GM indiana Humpy Koneru, favorita della vigilia. La GM cinese Tingjie Lei, vincitrice della Coppa del mondo femminile, e la GM russa Alexandra Kostreniuk hanno spartito il secondo posto a quota 6. Solo sesta a 4 la già citata Koneru, che ha subito ben quattro sconfitte al quarto, sesto, ottavo e nono turno, rispettivamente ad opera di Lei, Kosteniuk e delle cinesi MIf Kaiyu Ning e GM Ju Wenjun. Il torneo, giocato alla cadenza di 15’+5”, aveva una media Elo di 2496.
Risultati: https://chess-results.com/tnr596992.aspx
Classifica finale: 1ª Tan 6,5 punti su 9; 2ª-3ª Lei, Kosteniuk 6; 4ª Ju 5; 5ª Zhai 4,5; 6ª Koneru 4; 7ª-8ª Ning, Zhu 3,5; 9ª-10ª Muzychuk, Stefanova 3

SAFED: TAMIR NABATY IN SOLITARIA NEL CAMPIONATO ISRAELIANO OPEN
Il GM Tamir Nabaty ha vinto l’edizione 2021 del campionato israeliano open, disputata a Safed dall’8 al 16 dicembre. Tamir, favorito della vigilia, si è piazzato al primo posto in solitaria con 7,5 punti su 9 e un’unica sconfitta, al terzo turno, con il MF Yeshaayahu Tzidkiya. Dietro di lui, il GM Evgeny Postny e i MI Marsel Efroimski e Yair Parkhov hanno spartito il secondo posto a quota 7, mentre il GM Ilia Smirin, numero due di tabellone, non è andato oltre il tredicesimo posto nel gruppo a 6. All’evento hanno preso parte 103 giocatori, fra i quali nove GM e altrettanti MI. Per Nabaty si tratta del terzo titolo nazionale, dopo quelli vinti nel 2013 e nel 2016.
Risultati: http://chess-results.com/tnr587425.aspx
Classifica finale: 1° Nabaty 7,5 punti su 9; 2°-4° Postny, Efroimski, Parkhov 7; 5°-10° Kobo, Mikhaelvski, Gorshtein, Caspi, Bronstein, Shohat 6,5; ecc.

STARA PLANINA: IL DICIANNOVENNE VELIMIR IVIC CAMPIONE DI SERBIA
Il diciannovenne GM Velimir Ivic si è aggiudicato il campionato serbo 2021, disputato a Stara Planina dal 6 al 14 dicembre. Protagonista la scorsa estate alla Coppa del mondo, dove era stato eliminato al quinto turno da Vladimir Fedoseev, Ivic si è imposto in solitaria con 6,5 punti su 9, perdendo solo all’ottavo e penultimo turno con il GM Boban Bogosavljevic. Proprio quest’ultimo è salito sul secondo gradino del podio, superando per spareggio tecnico i GM Aleksandar Kovacevic e Luka Budisavljevic che, come lui, avevano totalizzato 6 punti. Solamente sesto a 4,5, con tre vittorie e altrettante sconfitte, si è piazzato il favorito GM Aleksandar Indjic, Elo 2623. Il torneo aveva una media Elo di 2474 (9ª categoria Fide).
Risultati: https://chess-results.com/tnr595410.aspx
Classifica finale: 1° Ivic 6,5 punti su 9; 2°-4° Bogosavljevic, Kovacevic, Budisavljevic 6; 5° Ratkovic 5; 6° Indjic 4,5; 7° Radovanovic 3,5; 8° Stankovic 3; 9° Arsovic 2,5; 10° Drazic 2

VILLA MARTELLI: SECONDO TITOLO ARGENTINO PER FERNANDO PERALTA
Il GM Fernando Peralta ha vinto la 95ª edizione del campionato argentino, disputata a Villa Martelli dal 6 al 16 dicembre. Peralta, che partiva con il numero due di tabellone, si è piazzato al primo posto con 8 punti su 11, ottenendo il suo secondo titolo (dopo quello conquistato nel 2018) grazie allo spareggio tecnico, che gli ha permesso di superare il connazionale GM Leonardo Tristan. Dietro di loro, il GM Leandro Krysa è salito sul terzo gradino del podio a quota 7,5. Solo sesto a 6 il GM Diego Flores, che partiva come favorito della vigilia e difendeva il titolo vinto nel 2019 a Buenos Aires, ma è stato rallentato da tre sconfitte. Il torneo aveva una media Elo di 2490 (10ª categoria Fide).
Risultati: https://chess-results.com/tnr596464.aspx
Classifica finale: 1°-2° Peralta, Tristan 8 punti su 11; 3° Krysa 7,5; 4°-5° Perez Ponsa, Paveto 6,5; 6° Flores 6; 7° Villanueva 5; 8°-9° Acosta, Obregon 4,5; 10° Valerga 4; 11° Slipak 3; 12° Fiorito 2,5

LAMIA: ATHANASIOS MASTROVASILIS CAMPIONE GRECO PER LA TERZA VOLTA
Il GM Athanasios Mastrovasilis ha vinto la settantesima edizione del campionato greco, disputato a Lamia (Grecia) dal 4 al 12 dicembre. Mastrovasilis, che partiva con il numero tre di tabellone, si è imposto in solitaria con 5,5 punti su 8 e un’unica sconfitta, al secondo turno con il MI George Kanakaris. Dietro di lui, il MI Stamatis Kourkoulos-Arditis si è aggiudicato l’argento dopo aver superato per spareggio tecnico il MF Dimitrios Alexakis e il MI Evgenios Ioannidis che, come lui, avevano totalizzato 4,5 punti. Per Mastrovasilis si tratta del terzo titolo, dopo quelli ottenuti nel 2015 e nel 2018. Il GM Vasilios Kotronias, quarto in ordine di rating, si è ritirato dopo quattro turni, quando aveva 1,5 punti, e tutti i suoi risultati sono stati annullati. La competizione era di 9ª categoria Fide (media Elo 2459).
Risultati: http://chess-results.com/tnr595398.aspx
Classifica finale: 1° Mastrovasilis 5,5 punti su 8; 2°-4° Kourkoulos-Arditis, Alexakis, Ioannidis 4,5; 5°-6° Kanakaris, Nikolaidis 4; 7° Mitis 3,5; 8° Tpimitzios 3; 9° Kapnisis 2,5

MONTESILVANO: AGHAYEV CONCEDE IL BIS AL GRAND HOTEL ADRIATICO
Il MI astigiano Miragha Aghayev si è aggiudicato la 23ª edizione del Festival Grand Hotel Adriatico, disputata a Montesilvano dal 17 al 19 dicembre. Aghayev, numero due di tabellone e già vincitore dell’evento lo scorso anno, si è piazzato al primo posto grazie allo spareggio tecnico, che gli ha permesso di superare il forte CM ternano Neri D’Antonio dopo che entrambi avevano totalizzato 4,5 punti su 5. Dietro di loro, il MF senese Francesco Bettalli (classe 2004) è salito sul terzo gradino del podio a quota 4, superando a propria volta per spareggio tecnico il MF romano Valerio Carnicelli e il MF bresciano Gabriele Lumachi.
La romana Emma Graziani (classe 2005) ha dominato l’open B, dove si è imposta in solitaria e imbattuta con 4,5 punti su 5, staccando di mezza lunghezza i suoi inseguitori più ravvicinati, ovvero il modenese Alfredo Di Cerbo (classe 2003), il messinese Giuseppe Grasso e il romano Enrico Desideri.
Nell’open C il pesarese Filippo Aversa (classe 2006) ha vinto a sorpresa con 4,5 punti su 5, seguito dal campobassano Stefano Sorbo (classe 2008), secondo alla guida del gruppo a 4 composto anche dal palermitano Antonino Taormina (classe 2006), dai ravennati Riccardo Costa Constantino (classe 2005) e Angelo Ricci Petitoni e dalla romana Maddalena Corvi (classe 2011). Alla manifestazione hanno preso parte 106 giocatori, provenienti da cinque Paesi diversi, tra cui due MI e sei MF nel gruppo principale.
Risultati: https://vesus.org/
Classifiche finali
Open A: 1°-2° Aghayev, D’Antonio 4,5 punti su 5; 3°-5° Bettalli, Carnicelli, Lumachi 4; 6°-8° Pasini, Orfini, Mar. Corvi 3,5; 9°-17° Ulrich, Paduano, Granaldi, Martinovici, Persico, Manca, Bolognese, Martinelli, Pennica 3; ecc.
Open B: 1ª Graziani 4,5 punti su 5; 2°-4° Di Cerbo, Grasso, Desideri 4; 5°-8° Regini, Cavoli, Scrocco, Cangiano 3,5; 9°-14° Nassa, Di Martino, Zanchini, Spada, Tellarini, Pocognoli 3; ecc.
Open C: 1° Aversa 4,5 punti su 5; 2°-6^ Sorbo, Taormina, Costa Constantino, Ricci Petitoni, Mad. Corvi 4; 7°-14^ Tofu, Pulsone, Gallina, Tamburrini, Tomassetti, De Gennaro, Pigini, D’Ascenzo 3; ecc.

Lascia un Commento