MS: on line il numero 1075

E’ on line il numero 1075 del nostro settimanale web, Messaggero Scacchi. E’ possibile leggerlo in formato pdf. Il file di partite è in formato PGN zippato.
In questo numero:
1 – MONDIALI VELOCI: TITOLI AD ABDUSATTOROV (RAPID) E MVL (BLITZ)
2 – MADRID (SPAGNA): TORNEO DEI CANDIDATI DAL 16 GIUGNO AL 7 LUGLIO
3 – SUSA (TUNISIA): ISKANDAROV SUPERA I FAVORITI NELL’OPEN BICA PAWN
4 – VANDOEUVRE LES NANCY (FRANCIA): SENGUPTA LA SPUNTA PER SPAREGGIO
5 – CATTOLICA: L’INDIANO BHARATH PRIMO NELLA VERGANI CUP DI DICEMBRE
6 – ROBECCHETTO: LO SPAGNOLO SERAROL MABRAS LA SPUNTA NEL FESTIVAL

MONDIALI VELOCI: TITOLI AD ABDUSATTOROV (RAPID) E MVL (BLITZ)
Il diciassettenne GM uzbeco Nodirbek Abdusattorov ha messo a segno il successo più inatteso ai campionati del mondo a cadenza veloce, ospitati a Varsavia (Polonia) dal 26 al 30 dicembre. Abdusattorov era infatti solamente il numero 59 di tabellone nel torneo rapid (disputato i primi tre giorni) ed è riuscito a mettere in riga Ian Nepomniachtchi, Magnus Carlsen e Fabiano Caruana, battendo questi ultimi due negli scontri diretti e superando il russo 1,5-0,5 nello spareggio blitz per l’oro. A 17 anni e tre mesi l’uzbeco è diventato così il più giovane campione del mondo di sempre in una competizione open, battendo il record di Ruslan Ponomariov, che nel 2001 aveva vinto il Mondiale Fide a eliminazione diretta a 18 anni, e di Carlsen, che alla stessa età nel 2009 aveva conquistato il suo primo titolo blitz.
Abdusattorov ha avuto la sua parte di fortuna a Varsavia, sopravvivendo a tre posizioni perse, ma ha anche giocato contro avversari molto forti e fra le sue altre vittime figurano Levon Aronian e Boris Gelfand. Dopo 13 turni il giovane uzbeco aveva totalizzato 9,5 punti come Nepo, Carlsen e Caruana, ma in base al regolamento sono stati solo i due giocatori con il miglior tie-break a disputare lo spareggio per l’oro, fatto che ha indispettito non poco il norvegese, che ha definito le regole «idiote. O tutti i giocatori con gli stessi punti disputano lo spareggio o non lo fa nessuno». Nella sfida per decretare il vincitore, il futuro campione ha pareggiato facilmente col Nero, poi si è aggiudicato la seconda partita pur essendosi fatto sfuggire un matto in due mosse verso la fine.
Abdusattorov è stato il terzo giocatore della Generazione Z, quella delle persone nate fra il 1995 e il 2010, a entrare nell’Olimpo degli scacchi nella seconda metà del 2021. Gli altri due, ovvero il 23enne Jan-Krzysztof Duda, vincitore della Coppa del mondo lo scorso agosto e del recente Europeo blitz, e il 18enne Alireza Firouzja, che ha dominato il Fide Grand Swiss in novembre, non sono riusciti a salire sul podio nel rapid, ma sono stati protagonisti nel campionato blitz, dove hanno chiuso in vetta con 15 punti su 21 insieme a Maxime Vachier-Lagrave. Anche qui il regolamento ha escluso il giocatore col peggior tie-break, ovvero Firouzja, dallo spareggio, nel quale MVL si è aggiudicato il titolo superando poi per 2-1 Duda. In questo torneo Carlsen è apparso del tutto fuori fase, piazzandosi infine solo dodicesimo a 13,5 e incassando ben sei sconfitte.
In gara in entrambi i campionati c’erano anche due top-player azzurri, i GM Luca Moroni e Danyyil Dvirnyy: il primo ha chiuso a 6,5 su 13 nel rapid e a 10 su 21 nel blitz, il secondo a 4 e a 10 rispettivamente. Di rilievo per Moroni le vittorie contro l’azerbaigiano Rauf Mamedov (rapid) e l’ungherese Richard Rapport (blitz), per Dvirnyy la vittoria con il georgiano Baadur Jobava e le patte con il polacco Radoslaw Wojtaszek e l’ucraino Anton Korobov (tutte nel blitz).
Un’altra rappresentante della Gen Z è salita alla ribalta nei campionati femminili: la 17enne kazaka Bibisara Assaubayeva ha conquistato la medaglia d’argento a cadenza rapid con 8,5 su 11, mezzo punto dietro la russa Alexandra Kosteniuk; nel blitz le due hanno invertito le parti e Assaubayeva si è imposta con 14 su 17 contro i 12,5 di Kosteniuk. In entrambe le specialità il bronzo è andato a un’altra russa, Valentina Gunina. Per quanto notevole sia stata la sua prova, la kazaka non ha tuttavia stabilito un nuovo record di età in campo femminile: la cinese Hou Yifan, infatti, nel 2010 aveva ottenuto il titolo assoluto a soli sedici anni.
Sito ufficiale: https://worldrapidandblitz.fide.com/
Classifiche finali
Rapid open: 1°-4° Abdusattorov, Nepomniachtchi, Carlsen, Caruana 9,5 punti su 13; 5°-11° Duda, Aronian, Nakamura, Mamedyarov, Gukesh, Rapport, Karjakin 9; 12°-19° J. Van Foreest, Grischuk, Fedoseev, Dubov, Mitrabha, Vachir-Lagrave, Salem, Sarana 8,5; ecc.
Rapid femminile: 1ª Kosteniuk 9 punti su 11; 2ª Assaubayeva 8,5; 3ª-4ª Gunina, Lagno 8; 5ª-13ª Serikbay, Koneru, Dzagnidze, Paehtz, Stefanova, Michna, Abdumalik, Mammadova, A. Muzychuk 7,5; ecc.
Blitz open: 1°-3° Vachier-Lagrave, Duda, Firouzja 15 punti su 21; 4° Dubov 14,5; 5°-7° Aronian, Mamedyarov, Artemiev 14; 8°-16° Sindarov, Fedoseev, Oparin, Martirosyan, Carlsen, Kravtsiv, Grischuk, Kobalia, Giri 13,5; 17°-23° Alekseenko, Vidit, Nihal, Sarana, Mamedov, Dreev, Quparadze 13; ecc.
Blitz femminile: 1ª Assaubayeva 14 punti su 17; 2ª Kosteniuk 12,5; 3ª-4ª Gunina, Shuvalova 12; 5ª-7ª Koneru, Buksa, Dzagnidze 11,5; 8ª-13ª Goryachkina, A. Muzychuk, Lagno, Stefanova, Paehtz, Girya 11; ecc.

MADRID (SPAGNA): TORNEO DEI CANDIDATI DAL 16 GIUGNO AL 7 LUGLIO
Il torneo dei Candidati 2022, che designerà lo sfidante di Magnus Carlsen per il prossimo match di campionato del mondo, si svolgerà dal 16 giugno al 7 luglio prossimi a Madrid, in Spagna. È quanto reso noto dalla Fide dopo che, lunedì 27 dicembre, Chess.com ha firmato un accordo con la stessa Federazione internazionale e la famiglia Scheinberg, patrocinatori dell’evento. La sede di gioco non è ancora stata ufficializzata, ma è già stabilito che le cerimonie di apertura e chiusura saranno ospitate nel lussuoso hotel Four Seasons della capitale spagnola.
Al torneo sono qualificati al momento Alireza Firouzja, Fabiano Caruana, Jan-Krzysztof Duda, Sergey Karjakin, Ian Nepomniachtchi e Teimour Radjabov; sarà il Grand Prix Fide 2022, che si terrà tra febbraio e aprile, a decidere gli ultimi due partecipanti.
La Spagna ha già ospitato due volte, in passato, la finale dei Candidati. Nel 1987 Anatoly Karpov si qualificò per il match di Siviglia contro Garry Kasparov sconfiggendo Andrei Sokolov a Linares, mentre la finale dei Candidati Fide 1993 tra Nigel Short e Jan Timman si tenne a El Escorial, a circa 45 chilometri a nord-ovest di Madrid.
Dopo la travagliata edizione 2020 di Ekaterinburg (Russia), sospesa a metà a causa della pandemia e conclusa dopo oltre un anno, il torneo dei Candidati 2022 ha assunto un particolare interesse per un altro motivo: Carlsen ha infatti dichiarato che difenderà il suo titolo solo se il suo avversario sarà un top player della nuova generazione, idealmente il diciottenne Firouzja, che lo scorso dicembre è diventato il giocatore più giovane di sempre a infrangere il muro dei 2800 in lista Fide.
Per la prima volta, inoltre, è previsto un tie-break a cadenza rapida qualora più giocatori concludano in vetta a pari punti; la decisione, che fa seguito alle polemiche per il sistema di spareggio adottato nei Mondiali rapid e blitz, è stata presa in accordo coi partecipanti già qualificati e varrà anche per il torneo femminile.
Sito ufficiale: https://fide.com/

SUSA (TUNISIA): ISKANDAROV SUPERA I FAVORITI NELL’OPEN BICA PAWN
Il GM azero Misratdin Iskandarov ha dominato la prima edizione dell’open internazionale “Bica Pawn”, disputato a Susa (Tunisia) dal 24 al 30 dicembre. Iskandarov, numero nove di tabellone, si è imposto in solitaria e imbattuto con 7,5 punti su 9, pareggiando, tra gli altri, con i più quotati GM Mustafa Yilmaz (Turchia) e Igor Kovalenko (Lettonia), rispettivamente al quinto e al settimo turno. Kovalenko, favorito della vigilia, si è piazzato secondo alla guida del gruppo a 7, superando per spareggio tecnico i GM Masoud Mosadeghpour (Iran) e Andrey Sumets (Ucraina) e il MI Ortik Nigmatov (Uzbekistan).
In gara c’era anche il GM milanese Alberto David, che si è piazzato 25° (26° per spareggio tecnico) a quota 5,5: dopo un buon inizio con 4,5 punti nei primi sei turni, nella seconda parte del torneo David ha rallentato la sua corsa perdendo al settimo e al nono turno rispettivamente con il GM turco Burak Firat e con il MI russo Maxim Lavrov. All’evento hanno preso parte 126 giocatori, provenienti da diciannove Paesi diversi, tra cui sedici GM e dieci MI.
Risultati: http://chess-results.com/tnr597488.aspx
Classifica finale: 1° Iskandarov 7,5 punti su 9; 2°-5° Kovalenko, Mosadeghpour, Sumets, Nigmatov 7; 6°-14° Barnadskiy, Yilmaz, Lagarde, Vetoshko, Lorparizangeneh, Sviridov, Koellner, Lavrov, Levin 6,5; ecc.

VANDOEUVRE LES NANCY (FRANCIA): SENGUPTA LA SPUNTA PER SPAREGGIO
Il GM indiano Deep Sengupta ha vinto l’edizione 2021 dell’Open Vandoeuvre Le Nancy, disputata nella cittadina francese dal 19 al 23 dicembre. Sengupta ha concluso imbattuto al primo posto con 7 punti su 9, superando per spareggio tecnico il GM ucraino Sergey Fedorchuk e i francesi MI Pierre Laurent-Paoli e GM Marc Andria Maurizzi. Decisiva per l’indiano è stata la vittoria ottenuta al settimo turno contro il più quotato GM francese Christian Bauer, che partiva come favorito della vigilia e alla fine si è dovuto accontentare dell’undicesimo posto a quota 6. Alla manifestazione hanno preso parte 123 giocatori, provenienti da quattordici Paesi diversi, tra cui dodici GM e altrettanti MI.
Risultati: http://www.echecs.asso.fr/FicheTournoi.aspx?Ref=53600
Classifica finale: 1°-4° Sengupta, Fedorchuk, Laurent-Paoli, Maurizzi 7 punti su 9; 5°-10° Lamard, Velten, Eugene, A. Das, S. Das, Dgebuadze 6,5; 11°-21° Bauer, Hauchard, Visakh, Ikonnikov, Ondersteijn, Mathieu, Haub, Vignesh, Siddharth, Polivanov 6; ecc.

CATTOLICA: L’INDIANO BHARATH PRIMO NELLA VERGANI CUP DI DICEMBRE
Il GM indiano Subraniyam Bharath si è aggiudicato l’edizione 2021 della Vergani Cup, disputata a Cattolica dal 26 al 30 dicembre. Bharath, numero tre di tabellone, si è imposto in solitaria e imbattuto con 7,5 punti su 9, pareggiando tra gli altri con il GM bulgaro Momchil Nikolov (al quinto turno) e con il GM indiano Kaylan Arjun (all’ottavo), entrambi più quotati. Arjun, che partiva come favorito della vigilia, si è piazzato secondo a 7, mentre Nikolov ha chiuso al terzo posto superando per spareggio tecnico il MF tedesco Tom-Federic Woelk che, come lui, aveva totalizzato 6,5 punti. Il MI bellunese Alberto Barp, con il suo decimo posto a quota 5,5, ha ottenuto il miglior piazzamento tra gli italiani.
Nell’open B il greco Themistoklis Kalogridis si è imposto con un perentorio 6 su 6, staccando di una lunghezza la spagnola Marina Ponsa Alcubierre. Il bolzanino Lorenzo Casadio si è piazzato terzo a 4,5.
Il ferrarese Emanuele Ciuffreda (classe 2005) ha, infine, vinto l’open C, piazzandosi al primo posto in solitaria e imbattuto con 5 punti su 6, seguito a una lughezza dal bolzanino Emanuele Neri (classe 2007); il trentino Reymund Colombo (classe 2003) si è aggiudicato il bronzo a quota 3,5, dopo aver superato per spareggio tecnico il milanese Massimiliano Guidi, il mantovano Alberto Visentini e il romano Giovanni Ruggiero. All’evento hanno preso parte 104 giocatori, provenienti da quattordici Paesi diversi, tra cui tre GM e cinque MI nel gruppo principale.
Risultati: http://chess-results.com/tnr585989.aspx
Classifiche finali
Open A: 1° Bharath 7,5 punti su 9; 2° Arjun 7; 3°-4° Nikolov, Woelk 6,5; 5°-9^ Moksh, Nandhidhaa, Gomes, A. Kalogridis, Krasteva 6; 10°-15° Barp, Martinovici, Arhan, Enchev, Carnicelli, Tirelli 5,5; ecc.
Open B: 1° T. Kalogridis 6 punti su 6; 2^ Ponsa Alcubierre 5; 3° Casadio 4,5; 4^-6° Graziani, Delle Rose, Citrioli 4; 7°-13° Berrada, Alexandri, A. Ruggiero, Balafoutas, Lin, Chimenti, Alexandri 3,5; ecc.
Open C: 1° Ciuffreda 5 punti su 6; 2° E. Neri 4; 3°-6° Colombo, Guidi, Visentini, G. Ruggiero 3,5; 7°-8^ F. Neri, Ann. Giacomazzi 3; 9° Naldi 2,5; 10° And. Giacomazzi 2; 11° De Santis 1,5; 12° Palozza 1

ROBECCHETTO: LO SPAGNOLO SERAROL MABRAS LA SPUNTA NEL FESTIVAL
Dopo aver saltato l’edizione 2020 per la situazione pandemica, il festival di Robecchetto con Induno è tornato in calendario nel 2021. E non è stata un’impresa facile. Negli ultimi giorni prima del torneo, disputato dal 26 al 29 dicembre, circa venti giocatori hanno rinunciato a partecipare in quanto positivi al tampone o in quarantena. Alla fine sono risultati iscritti in 75: 18 nel magistrale, 31 nell’open A e 26 nel B.
Due le grandi novità di questa 33ª edizione: la bandiera della Spagna si è aggiunta nell’albo d’oro della manifestazione e per la prima volta una donna ha vinto il proprio girone.
Nel magistrale tre giocatori hanno totalizzato 5 punti su 6, tutti con quattro vittorie e due patte: lo spareggio tecnico ha assegnato il primo posto al MF spagnolo Bernat Serarols Mabras, studente in medicina a Milano con il programma Erasmus; secondo il MI filippino Virgilio Vuelban e terzo il CM milanese Simone Pozzari. In questa gara presenti sei giocatori stranieri e sette titolati FIDE (fa i quali due MI e due MF).
Giovanissimi i vincitori delle due serie minori. Ex aequo a 5 su 6 anche nell’open A: ha vinto il quattordicenne bresciano Francesco Mattia Liloni davanti a Daniele Zangheretti; terzo a mezza lunghezza Antonio Tacconi.
Nell’open B dominio assoluto da parte della francese Jade Sumarriva Paulin, classe 2008, che dopo aver vinto le prime cinque partite nell’ultimo turno ha diviso il punto con Carlo Montorfano, secondo classificato a 4,5 per spareggio su Leonardo Maria Boria. Premiata anche Anna Giulia Rossi, miglior classificata femminile (fuori dal podio), con la coppa in memoria di Graziella Monzeglio.
Risultati: https://vesus.org/
Classifiche finali
Magistrale: 1°-3° Serarols Mabras, Vuelban, Pozzari 5 punti su 6; 4° Mrdja 4; 5° Soncin 3,5; 6°-10° Urbani, O. Shatil, Quaranta, Ranfagni, S. Shatil 3; ecc.
Open A: 1°-2° Liloni, Zangheratti 5 punti su 6; 3° Tacconi 4,5; 4°-7° Rossi, Trecotti, Vignati, Canali 4; 8°-12° Caprioglio, Negro, Caldi, Bolzoni, Maracci 3,5; ecc.
Open B: 1ª Sumarriva 5,5 punti su 6; 2°-3° Montorfano, Boria 4,5; 4°-8° Amodeo, Longo, Soncin, Tibaldeschi, Volpi 4; 9° Turrini 3,5; ecc.

Lascia un Commento