MS: on line il numero 934

E’ on line il numero 934 del nostro settimanale web, Messaggero Scacchi. E’ possibile leggerlo in formato pdf. Il file di partite è in formato PGN zippato.
In questo numero:
1 – BATUMI (GEORGIA): AZERBAIGIAN E POLONIA A PUNTEGGIO PIENO DOPO 6 TURNI
2 – KAZAN (RUSSIA): ARTEMIEV RISPETTA IL PRONOSTICO NEL MEMORIAL NEZHMETDINOV
3 – BRASILE: IL CECO KRIEBEL E LA CINESE NI CAMPIONI DEL MONDO UNIVERSITARI
4 – BIELLA: BIS DEL RUSSO IVANOV NELL’OPEN, ARGENTO PER IL FAVORITO KORNEEV
5 – CHIOGGIA: LORENZO LODICI VINCE “IN CASA” DAVANTI A SAVANOVIC E PALTRINIERI
6 – ISOLA D’ELBA: BRUNO CAMPIONE ITALIANO SENIOR PER LA QUARTA VOLTA DI FILA

BATUMI (GEORGIA): AZERBAIGIAN E POLONIA A PUNTEGGIO PIENO DOPO 6 TURNI
Manca il campione mondiale Magnus Carlsen, ma nonostante questo le Olimpiadi si sono confermate uno degli eventi più spettacolari e partecipati del calendario internazionale. La 43ª edizione è in corso a Batumi, in Georgia, fino al 5 ottobre, e in gara ci sono tutte le superpotenze degli scacchi, a cominciare dai favoriti Stati Uniti, campioni in carica, per continuare con Russia, Cina, Azerbaigian e India, rappresentate per la maggior parte dai propri big. In vetta dopo 6 turni nella sezione open, a punteggio pieno, ci sono il già citato Azerbaigian di Shakhriyar Mamedyarov e la Polonia della giovane star Jan-Krzysztof Duda, che si affronteranno nel settimo turno. Shakh e compagni hanno sconfitto fra le altre l’Armenia (2,5-1,5), l’Inghilterra (3,5-0,5), la Repubblica Ceca e l’Italia (3-1), mentre i polacchi hanno avuto la meglio su Francia (3-1), Russia e Ucraina (2,5-1,5). A quota 11 su 12, solitari in terza posizione, seguono gli Stati Uniti di Fabiano Caruana, fermati sul pari solo da Israele, ma vincitori su India (2,5-1,5) e Olanda (3-1) fra le altre; a 10 si trovano Cina, Olanda, Israele, Armenia, Repubblica Ceca, Ucraina, Germania, Croazia, Bielorussia ed Egitto. L’Italia, battuta 3-1 dall’Azerbaigian e dall’Inghilterra, staziona a quota 8 e oggi affronterà il molto meno quotato Nepal, mentre in vetta, oltre a Polonia-Azerbaigian, è previsto l’incontro Croazia-Stati Uniti.
Nella sezione femminile guidano la classifica a 11 su 12 Stati Uniti, Georgia ‘1’ e Armenia; a 1o seguono Cina, India, Ucraina, Azerbaigian, Italia, Uzbekistan, Iran, Olanda e Romania. Molto buona finora, dunque, la prestazione delle azzurre, sconfitte finora solo dall’Armenia (2,5-1,5); nel settimo turno di oggi le nostre rappresentanti se la vedranno con il più quotato Azerbaigian, mentre sulle prime due scacchiere sono in programma le sfide Armenia-Stati Uniti e India-Georgia ‘1’. All’evento partecipano in tutto 184 formazioni nell’open e 150 nel femminile; più di cento i giocatori over 2600 in gara, fra i quali trentatré over 2700.
Sito ufficiale: http://batumi2018.fide.com/en
Classifica open dopo il turno 6: 1ª-2ª Azerbaigian, Polonia 12 punti su 12; 3ª Stati Uniti 11; 4ª-13ª Cina, Olanda, Israele, Armenia, Repubblica Ceca, Ucraina, Germania, Croazia, Bielorussia, Egitto 10; 14ª-21ª India, Francia, Spagna, Russia, Inghilterra, Ungheria, Serbia, Algeria 9; ecc.
Classifica donne dopo il turno 6: 1ª-3ª Stati Uniti, Georgia ‘1’, Armenia 11 punti su 12; 4ª-12ª Cina, India, Ucraina, Azerbaigian, Italia, Uzbekistan, Iran, Olanda, Romania 10; 13ª-20ª Georgia ‘2’, Kazakhstan, Perù, Lituania, Serbia, Ungheria, Filippine, Argentina 9; ecc.

KAZAN (RUSSIA): ARTEMIEV RISPETTA IL PRONOSTICO NEL MEMORIAL NEZHMETDINOV
Il superGM russo Vladislav Artemiev si è aggiudicato la 40esima edizione del torneo in memoria di Rashid Nezhmetdinov, giocatore sovietico scomparso nel 1974 a 61 anni e divenuto celebre per il suo stile di gioco molto combinativo. L’evento è stato disputato a Kazan, in Russia, dal 13 al 21 settembre. Artemiev, favorito della vigilia, è partito a razzo con 4 su 4 e ha sconfitto nel decisivo scontro diretto del settimo turno il MI armeno Tigran Harutyunian, che lo affiancava in vetta, superandolo infine per spareggio tecnico dopo che tutti e due hanno totalizzato 7 punti su 9. Sul terzo gradino del podio è salito il GM russo Dmitry Kokarev, numero due di tabellone, che ha chiuso alla guida di un folto gruppo a 6,5, composto da altri sette giocatori. Il torneo a cadenza regolare è stato preceduto, l’11 e 12 settembre, da un rapid: qui il GM russo Maksim Chigaev si è imposto con 8,5 punti su 11, superando per spareggio tecnico il GM statunitense Timur Gareyev. All’open “classico” hanno preso parte 108 giocatori, fra i quali diciannove GM e tredici MI, al rapid 129 (ventinove GM e diciotto MI).
Sito ufficiale: http://www.tat-chess.ru/
Classifica finale: 1°-2° Artemiev, Harutyunian 7 punti su 9; 3°-10° Kokarev, Korneev, Chigaev, Volkov, Yudin, Levin, Drygalov, Khanin 6,5; 11°-20° Ilyushenok, Pridorozhnyy, D. Bocharov, Maiorov, Tsoy, I. Bocharov, Timofeev, Sadykov, Khasangatin, Pogorelskikh 6; ecc.

BRASILE: IL CECO KRIEBEL E LA CINESE NI CAMPIONI DEL MONDO UNIVERSITARI
Il MI ceco Tadeas Kriebel si è aggiudicato la 15ª ediziome dei campionati del mondo universitari, disputata ad Aracaju, in Brasile, dal 13 al 18 settembre. Kriebel, numero 5 di tabellone, ha concluso in vetta con 6,5 punti su 9 nel torneo maschile, superando per spareggio tecnico il MI polacco Grzegorz Nasuta, battuto nello scontro diretto del sesto turno. In terza posizione a quota 6 ha chiuso il favorito GM cinese Shanglei Lu, che ha recuperato terreno dopo un’inattesa sconfitta iniziale, ma è stato rallentato da tre pareggi conclusivi; in particolare, all’ultimo turno, Lu ha diviso la posta con il MI polacco Oskar Wieczorek, infine quarto anche lui a 6, mentre Kriebel e Nasuta hanno avuto la meglio rispettivamente sul GM polacco Daniel Sadzikowski, numero due di tabellone, e sul MI polacco Tamas Petenyi.
Nel campionato femminile la favorita GMf cinese Shiqun Ni non ha deluso le aspettative e si è imposta solitaria e imbattuta con 7,5 punti su 9, staccando di una lunghezza la MIf brasiliana Kathie Goulart Librelato e la GMf peruviana Deysi Cori, che affiancava la vincitrice prima del turno finale, ma è stata sconfitta da Librelato, mancando un possibile primo posto.
All’evento hanno preso parte 26 giocatori nel torneo maschile e 24 femminile, in rappresentanza di tredici federazioni (nessun italiano in gara), fra i quali due GM, quattordici MI, tre GMf e cinque MIf.
Risultati: http://chess-results.com/tnr377701.aspx
Classifiche finali
Maschile: 1°-2° Kriebel, Nasuta 6,5 punti su 9; 3°-4° Lu, Wieczorek 6; 5°-13° Nenezic, Wang Y., Loiseau, Krzyzanowski, Wang C., Barbot, Sadzikowski, Petenyi, Mohite 5; ecc.
Femminile: 1ª Ni 7,5 punti su 9; 2ª-3ª Librelato, Cori 6,5; 4ª Alboredo 6; 5ª-6ª Leks, Liao 5,5; 7ª-11ª Velikic, Olsarova, De Seroux, Kolaric, Skuhala 5; ecc.

BIELLA: BIS DEL RUSSO IVANOV NELL’OPEN, ARGENTO PER IL FAVORITO KORNEEV
Bis del GM russo Sergey Ivanov nel torneo internazionale “Città di Biella” (Piemonte), giunto alla 9ª edizione e disputato quest’anno dal 28 al 30 settembre. Ivanov si è imposto in solitaria e imbattuto con 4,5 punti su 5, esattamente come lo scorso anno, spartendo il punto solo al quarto turno con il favorito GM spagnolo Oleg Korneev, che si è, dopo un’inopinata patta all’esordio con il bergamasco Tommaso Bonassi, ha recuperato terreno e si è aggiudicato l’argento a quota 4. Il MF milanese Marco Sbarra, invece, si è piazzato terzo alla guida del gruppo a quota 3,5, composto anche dal maestro milanese Marco Massironi, dal 14enne comasco Leonardo Bolognese e dal maestro biellese Giovanni Siclari. Poco più dietro, a 3, hanno chiuso fra gli altri il MI milanese Angelo Damia e il MI parmense Paolo Vezzosi.
A spuntarla nell’open B è stato l’unico partecipante straniero del gruppo, l’irlandese Niall Doran, che, dopo un pareggio iniziale, ha inanellato una serie di quattro vittorie consecutive, totalizzando quindi 4,5 punti su 5 e superando per spareggio tecnico l’astigiano Alessandro Vercelli (secondo per lo stesso criterio anche lo scorso anno). Terzi a 4 si sono piazzati i torinesi Davide Onida e Isabella Gennaro.
Il gallaratese Mario Malcangi si è infine imposto a punteggio pieno, 5 su 5, nell’open C, staccando di mezza lunghezza il 15enne biellese Alessandro Gasparetto; terza in solitaria a 4 la ferrarese Sofia Benini. Alla manifestazione hanno preso parte in totale 112 giocatori, esattamente come nel 2017 (quando però era stato disputato anche un torneo U16), in rappresentanza di sette federazioni, tra i quali due GM, due MI e un MF nell’open principale.
Sito ufficiale: http://www.scacchiclubvallemosso.it/Biella/Live/
Classifiche finali
Open A: 1° Ivanov 4,5 punti su 5; 2° Korneev 4; 3°-6° Sbarra, Massironi, Bolognese, Siclari 3,5; 7°-14° Damia, Vezzosi, Bonassi, Bardone, Br. Pavesi, Ventura, Pozzari, Gagliardi 3; ecc.
Open B: 1°-2° Doran, Vercelli 4,5 punti su 5; 3°-4ª Onida, Gennaro 4; 5°-9° Fornasir, Fiorito, Beccaris, Valenzano, G. Sunder 3,5; ecc.
Open C: 1° Malcangi 5 punti su 5; 2° Gasparetto 4,5; 3ª Benini 4; 4°-8ª R. Silini, Zanocchio, Moisa Laurentiu, Marangone, Bi. Pavesi 3,5; 9°-11° Isoardi, Pucci, Calabrese 3; ecc.

CHIOGGIA: LORENZO LODICI VINCE “IN CASA” DAVANTI A SAVANOVIC E PALTRINIERI
Il 18enne MI chioggiotto Lorenzo Lodici ha vinto fra le mura di casa la 13ª edizione dell’open internazionale “Città di Chioggia”, disputata dal 28 al 30 settembre. Lodici, favorito della vigilia, ha rispettato il pronostico, spuntandola per spareggio tecnico sul MI bosniaco Aleksandr Savanovic e sul MF bolzanino Nicholas Paltrinieri che, come lui, avevano totalizzato 4 punti su 5. Lodici e Savanovic hanno pareggiato lo scontro diretto del quarto turno, chiudendo il torneo senza sconfitte, mentre Paltrinieri ha perso al secondo turno con il MF belluno Alberto Barp, vincendo tutte le altre partite. Appena fuori dalla zona podio ha chiuso il MF veneziano Fulvio Zamengo, in testa a un quartetto di MF a quota 3,5 composto anche dal già citato Barp e dai veneziani Mattia Boscolo Meneguolo e Andrea Dappiano.
Anche nell’open B è stato lo spareggio tecnico a decidere il vincitore: il veneziano Gabriele Ballarin, infatti, l’ha spuntata sul trentino Giovanni Dallaglio dopo che entrambi avevano totalizzato 4,5 punti su 5. Il trevigiano Dante Tomio è salito sul terzo gradino del podio superando per spareggio tecnico ben quattordici giocatori, tra cui il tedesco Michael Tsiapouris, che partiva come favorito della vigilia, ma è stato rallentato nella corsa al primo posto da troppi pareggi (ben tre su cinque).
Nell’open C il padovano Marco Schiavo, classe 2003, ha fatto l’en plein, ottenendo il primo posto in solitaria con 5 punti su 5, nonostante partisse con il numero dodici di tabellone su diciotto partecipanti. Secondo a 4 il modenese Ottavio Mammi, classe 2009, che ha perso solo al terzo turno con il veneziano Massimo Fornaro. Dietro di lui, a mezza lunghezza di distanza, Fornaro ha spartito il terzo posto a quota 3,5 con il padovano Roberto Scandiuzzi.
Alla manifestazione hanno preso parte 108 giocatori, provenienti da sei Paesi diversi, tra cui due MI e sette MF nel torneo principale.
Risultati: http://vesus.org/
Classifiche finali
Open A: 1°-3° Lodici, A. Savanovic, Paltrinieri 4 punti su 5; 4°-7° Zamengo, Barp Boscolo Meneguolo, Dappiano 3,5; 8°-13° Cacco, Bernanrdi, Negro, Pasini, Aprile, Omeri 3; ecc.
Open B: 1°-2° Ballarin, Dallaglio 4,5 punti su 5; 3°-17° Tomio, Holzer, Di Lascio, M. Savanovic, S. Paparella, N. S. Paparella, Cervati, Bosi, Ghiotto, Tsiaporius, Penzo, Pasin, Bordin, Zanirato, Boscolo Bragadin 3,5; ecc.
Open C: 1° Schiavo 5 punti su 5; 2° Mammi 4; 3°-4° Fornaro, Scandiuzzi 3,5; 5°-7ª Conte, Serea, De Bianchi 3; ecc.

ISOLA D’ELBA: BRUNO CAMPIONE ITALIANO SENIOR PER LA QUARTA VOLTA DI FILA
Fabio Bruno ha calato il poker. Il MI maceratese si è aggiudicato per la quarta volta di fila il campionato italiano over 50, giunto alla 40ª edizione e ospitato dal 16 al 23 settembre al TH Ortano Village di Rio Marina, sull’Isola d’Elba, come nel 2015, 2016 e 2017. Bruno, favorito della vigilia, ha concluso solitario e imbattuto con 8 punti su 9, staccando di due lunghezze il MI torinese Spartaco Sarno, numero due di tabellone, il beneventano Alfredo Parrella e il bolognese Vincenzo Adinolfi; poco più dietro, a 5,5, hanno chiuso fra gli altri il MF romano Nicola Paglietti e il MF palermitano Giuseppe Fabiano, mentre si sono fermati a 5 il MI salernitano Antonio Martorelli, secondo lo scorso anno, e il MF torinese Michele Cordara. La palermitana Maria Cristina Farinella ha ottenuto il miglior piazzamento fra le donne in gara, conquistando il titolo femminile.
Fra gli over 65 a spuntarla è stato il maestro milanese Giovanni Iudicello, che ha concluso in vetta con 7,5 punti su 9, superando per spareggio tecnico il MF legnanese Carlo Barlocco, che gli aveva inflitto l’unico ko nello scontro diretto del sesto turno. Il favorito MF pisano Claudio Evangelisti si è piazzato terzo, solitario e imbattuto, a quota 7, staccando di mezza lunghezza il maestro spezino Tiziano Godani, secondo nel 2017. La varesina Maria Rosa Centofante si è laureata campionessa femminile.
L’edizione 2018 ha fatto registrare un incremento di 14 giocatori rispetto allo scorso anno; ai nastri di partenza nei due gruppi c’erano in totale 72 giocatori, fra i quali tre MI (tutti over 50) e sei MF (tre over 50 e altrettanti over 65). La mattina dell’ultimo giorno di gioco si è presentata, a sorpresa, la commissione medica della FSI per un controllo antidoping.
Come le precedenti tre edizioni, anche questa è stata organizzata dall’Associazione Club Scacchisti.it di Vejano (Viterbo), presieduta da Antonio Cristofari; alla premiazione è intervento il presidente del comitato regionale toscano, Mario Leoncini. Hanno diretto l’evento l’arbitro internazionale Emilio Bellatalla di Livorno e l’arbitro nazionale Giacinto Donadio di Napoli.
Sito ufficiale: https://www.clubscacchisti.it/s4.HTM
Classifica finale over 50: 1° Bruno 8 punti su 9; 2°-4° Sarno, Parrella, Adinolfi 6; 5°-9° Attanasio, Calandri, Paglietti, Fabiano, Pagano 5,5; 10°-16° C. Luciani, Martorelli, Cordara, Ceccarini, Giorgi, Pepe, Levantaci 5; ecc.
Classifica finale over 65: 1°-2° G. Iudicello, Barlocco 7,5 punti su 9; 3° Evangelisti 7; 4° Godani 6,5; 5° Goli 6; 6°-11° Lasio, Facchetti, Privitera, Blasco, Serafini, Marras 5,5; 12°-14° Recchi, Oteri, Beltrami 5; ecc.

Lascia un Commento