MS: on line il numero 901

E’ on line il numero 901 del nostro settimanale web, Messaggero Scacchi. E’ possibile leggerlo in formato pdf. Il file di partite è in formato PGN zippato.
In questo numero:
1 – RUSSIA: I PRINCIPI VINCONO PER LA PRIMA VOLTA IL MATCH DELLE GENERAZIONI
2 – SITGES (SPAGNA): L’INDIANO ARAVINDH PRIMO A SORPRESA NELL’OPEN SUNWAY
3 – SANYA CITY (CINA): JIANCHAO ZHOU SU TUTTI IN RIMONTA NELL’OPEN HAINAN
4 – BUDAPEST: TAMAS BANUSZ PRIMO PER SPAREGGIO NEL MEMORIAL GEZA HETENYI
5 – AHMEDABAD (INDIA): LA RUSSIA TORNA AL SUCCESSO NELLE OLIMPIADI UNDER 16
6 – SALONICCO: IOANNIS NIKOLAIDIS DI NUOVO CAMPIONE GRECO DOPO VENTIDUE ANNI

RUSSIA: I PRINCIPI VINCONO PER LA PRIMA VOLTA IL MATCH DELLE GENERAZIONI
La squadra dei “Principi” si è aggiudicata per la prima volta il tradizionale match delle generazioni “Schiaccianoci”, ospitato alla Central House of Chess “M. Botvinnik” di Mosca, in Russia, dal 19 al 24 dicembre. Il torneo, giunto alla quarta edizione, prevedeva una sfida maschile e una femminile: tra gli uomini si sono sfidati i più esperti “Re” (l’azerbaigiano Shakhriyar Mamedyarov, l’israeliano Boris Gelfand, il russo Sergei Rublevsky e il lettone Alexei Shirov) e i giovani “Principi” (i russi Vladislav Artemiev, Grigoriy Oparin, Andrey Esipenko e Daniil Yuffa), mentre tra le donne le “Regine” russe Ekaterina Kovalevskaya , Galina Strutinskaya, Elena Zaiatz e Tatiana Grabuzova se la sono vista con le “Principesse” Alexandra Maltsevskaya, Aleksandra Dimitrova, Elizaveta Solozhenkina ed Ekaterina Goltseva. In tutte e due le sfide ciascun componente di una squadra ha giocato tre partite contro ognuno dei quattro della squadra avversaria, ottenendo 2 punti per la vittoria e uno per il pareggio nella competizione a cadenza classica, 1 per la vittoria e mezzo per la patta in quella rapid.
I “Re” hanno vinto la parte a cadenza classica per 18-14, ma sono stati travolti nella sfida a cadenza veloce per 18,5-13,5; i “Principi” si sono aggiudicati così il match per 32,5-31,5 dopo il pareggio già ottenuto lo scorso anno. A ottenere i migliori risultati individuali sono stati Artemiev fra i Principi (11,5 su 16) e Mamedyarov fra i Re (11 su 16). Tra le donne l’hanno spuntata le “Regine”, che hanno avuto la meglio sulle “Principesse” vincendo con 33,5 punti contro i 30,5 delle più giovani avversarie. Kovalevskaya (12 su 16) e Maltsevskaya (9 su 16) hanno realizzato le migliori prove individuali.
Pagina ufficiale: http://ruchess.ru/

SITGES (SPAGNA): L’INDIANO ARAVINDH PRIMO A SORPRESA NELL’OPEN SUNWAY
Il 18enne GM indiano Chithambaran Aravindh ha dominato a sorpresa la quarta edizione dell’open “Sunway” di Sitges, cittadina balneare 35 km a Sud di Barcellona (Spagna), disputato dal 15 al 23 dicembre. Considerato uno dei più promettenti giocatori indiani, Aravindh, numero 14 di tabellone, si è imposto in solitaria e imbattuto con 7,5 punti su 9, vincendo, tra gli altri con il GM russo Alexander Motylev, favorito della vigilia, al sesto turno. In seconda posizione un quartetto di giocatori, ha concluso a quota 7: il GM statunitense Sam Shankland, il MI tedesco Matthias Dann, il GM arabo A.R. Saleh Salem e il MI venezuelano Josè Rafael Gascon Del Nogal.
Della compagine italiana, presente a Barcellona con cinque giocatori, il miglior piazzamento l’ha ottenuto il GM cremonese Andrea Stella, che si è piazzato 33° (44° per spareggio tecnico) nel gruppo a 5,5, rallentando nella seconda parte del torneo, dove ha perso al settimo e al nono turno rispettivamente con i già citati Salem e Motylev.
A far parlare di sé sui social, però, più che Aravindh è stato il MI canadese Aman Hambleton, che finalmente ha messo a segno la sua terza e definitiva norma GM. Dopo aver giocato a Reykjavik lo scorso aprile, Hambleton aveva dichiarato che non si sarebbe più rasato fino a quando non avesse messo a segno la sua terza norma GM. «Era una sfida contro me stesso, un po’ per divertimento, ma anche per motivarmi», aveva spiegato il canadese, che è tra i commentatori fissi del sito chess.com. Hambleton, che aveva ottenuto la sua prima norma di grande maestro nel 2012, quando era ancora un MF, aveva realizzato la sua seconda norma nell’edizione 2017 del sopra citato torneo islandese, ma dopo di esso pareva essersi bloccato. E la sua barba è diventata sempre più lunga. A Sitges Hambleton si è piazzato 13°, 14° per spareggio tecnico, nel gruppo a quota 6, vincendo fra l’altro contro i GM Victor Bologan (Macedonia) al quarto turno e Alexandr Predke (Russia) al turno successivo, centrando infine l’obiettivo. Al torneo hanno preso parte 182 giocatori, provenienti da 43 Paesi, fra i quali 26 grandi maestri e 35 maestri internazionali.
Risultati: http://www.chess-results.com/tnr307051.aspx
Classifica finale: 1° Aravindh 7,5 punti su 9; 2°-5° Shankland, Dann, Salem, Gascon del Nogal 7; 6°-12° Melkumyan, Kozul, Motylev, Santos Latasa, Sokolov, Zubov, Cernousek 6,5; ecc.

SANYA CITY (CINA): JIANCHAO ZHOU SU TUTTI IN RIMONTA NELL’OPEN HAINAN
Successo in rimonta per il GM cinese Jianchao Zhou nell’edizione 2017 dell’open Hainan, disputata a Sanya City (Cina) dal 17 al 26 dicembre. Zhou, numero tre di tabellone, ha concluso solitario in vetta con 7 punti su 9, staccando di mezza lunghezza il connazionale GM Jinshi Bai e il GM indiano Chanda Sandipan. Proprio Bai al quarto turno aveva inflitto al vincitore l’unica sconfitta, ma era stato poi rallentato da quattro pareggi consecutivi, venendo raggiunto e infine superato da Zhou, autore di quattro vittorie consecutive dal sesto all’ultimo turno. Al quarto posto con 6 punti si sono classificati altri due giocatori di casa, il favorito GM Shanglei Lu e il MI Zhonghan Ma; decisiva si è rivelata la sconfitta patìta da Lu contro Zhou all’ottavo turno. Alla manifestazione hanno preso parte in totale 62 giocatori divisi in due gruppi, fra i quali undici GM e quattro MI nel torneo principale.
Risultati: http://chess-results.com/tnr320526.aspx
Classifica finale: 1° Zhou 7 punti su 9; 2°-3° Bai, Sandipan 6,5; 4°-5° Lu, Ma 6; 6°-9° Wen, Peng, Xu Y., Xu X. 5,5; 10°-16° Chen, Bogdanovich, Zhao, Batchuluun, Dai, Xiao, Nie 5; ecc.

BUDAPEST: TAMAS BANUSZ PRIMO PER SPAREGGIO NEL MEMORIAL GEZA HETENYI
Il GM ungherese Tamas Banusz ha vinto al fotofinish l’edizione 2017 del Memorial Dr. Geza Hetenyi, disputata dal 12 al 21 dicembre a Budapest (Ungheria). Banusz, numero tre di tabellone, si è piazzato primo superando per spareggio tecnico il connazionale MI Gergely Aczel che, come lui, aveva totalizzato 6 punti su 9. Entrambi hanno riportato un’unica sconfitta: Banusz è stato fermato al quarto turno dal GM Ferenc Berkes, mentre Aczel, autore di una norma GM, ha ceduto le armi al secondo con il GM Levente Vajda. Dal canto suo, il già citato Berkes, favorito della vigilia, si è dovuto accontentare del terzo posto in solitaria a quota 5,5 dopo essere stato sconfitto al primo turno da Aczel. La competizione aveva un rating medio di 2597 (14ª categoria Fide).
Nel gruppo B (media Elo 2442) il MI ungherese Miklos Galyas l’ha spuntata con 6,5 punti su 9 (per lui norma GM), superando per spareggio tecnico il favorito GM serbo Nikola Sedlak e staccando di mezza lunghezza il connazionale GM Laszlo Gonda.
Risultati: http://chess-results.com/tnr318917.aspx
Classifica finale: 1°-2° Banusz, Aczel 6 punti su 9; 3° Berkes 5,5; 4° Gledura 5; 5°-6° Markus, Indjic 4,5; 7° Vajda 4; 8° Medvaegy 3,5; 9°-10° Bauer, Ruck 3

AHMEDABAD (INDIA): LA RUSSIA TORNA AL SUCCESSO NELLE OLIMPIADI UNDER 16
Dopo quattro anni, la Russia è tornata al successo nelle Olimpiadi under 16, giunte alla 16ª edizione e ospitate quest’anno ad Ahmedabad (India) dall’11 al 18 dicembre. La formazione guidata dai MI Semen Lomasov e Sergei Lobanov era la numero tre nel ranking di partenza alle spalle dei padroni di casa e dell’Iran, oro nel 2015 e 2016, ma stavolta ha dominato, vincendo i primi otto incontri e perdendo solo l’ultimo con la seconda formazione indiana, senza per questo compromettere il primo posto: i giovani alfieri di Mosca hanno infatti chiuso in vetta con 16 punti di squadra su 18 e 25,5 individuali su 36, staccando di una lunghezza la favorita India “Verde” (15 – 25) e di due l’Iran (14 – 25,5), entrambe sconfitte 3-1 nello scontro diretto. In quarta posizione a quota 12 si sono classificate Armenia (24,5), bronzo nel 2016, e India “Rossa” (18,5). Grazie a questo successo la Russia è balzata in testa al palma res dell’evento con quattro ori, quattro argenti e due bronzi, seguita dall’India con quattro ori, quattro argenti e un solo bronzo; terzo l’Iran con due ori, un argento e quattro bronzi. All’edizione 2017 hanno preso parte in totale trenta formazioni (assente l’Italia), con un GM, quattordici MI e ventinove MF ai nastri di partenza.
Risultati: http://chess-results.com/tnr319528.aspx
Classifica finale: 1ª Russia 16 punti di squadra su 18 (25,5 individuali su 36); 2ª India “Verde” 15 (25); 3ª Iran 14 (25,5); 4ª Armenia 12 (24,5); 5ª India “Rossa” 12 (18,5); 6ª-7ª Turchia, Uzbekistan 11 (20,5); 8ª Indonesia 10 (21,5); 9ª Kazakhstan 10 (20); 10ª-12ª Israele, Mongolia, Bielorussia 10 (19,5); ecc.

SALONICCO: IOANNIS NIKOLAIDIS DI NUOVO CAMPIONE GRECO DOPO VENTIDUE ANNI
A ventidue anni di distanza dal suo primo titolo, conquistato nel 1995, il GM Ioannis Nikolaidis si è aggiudicato l’edizione 2017 del campionato greco, disputata a Salonicco dal 15 al 23 dicembre. Nikolaidis ha concluso al primo posto in solitaria e imbattuto con 7 punti su 8, staccando di mezza lunghezza il GM Athanasios Mastrovasilis, solitario a 6,5 con un’unica sconfitta, al sesto turno con il MI Anastasios Pavlidis; il bronzo è andato al GM Andreas Kelires, favorito della vigilia, rallentato dalla sconfitta al secondo turno ad opera di Nikolaidis, terminando quindi terzo a 6. I partecipanti sarebbero dovuti essere dieci, ma il maestro Georgios Kanakaris ha dovuto dare forfait. La competizione aveva un rating medio di 2375 (5ª categoria Fide).
Risultati: http://chess-results.com/tnr317213.aspx
Classifica finale: 1° Nikolaidis 7 punti su 8; 2° Mastrovasilis 6,5; 3° Kelires 6; 4° Moutousis 4,5; 5° Papakonstantin ou 4; 6° Pavlidis 3,5; 7° Sandalakis 2; 8° Michelakos 1,5; 9° Kouskotis 1

Lascia un Commento