MS: on line il numero 897

E’ on line il numero 897 del nostro settimanale web, Messaggero Scacchi. E’ possibile leggerlo in formato pdf. Il file di partite è in formato PGN zippato.
In questo numero:
1 – IL PERUVIANO GRANDA CAMPIONE MONDIALE OVER 50, SVESHNIKOV RE OVER 65
2 – BARCELLONA (CATALOGNA): VINCE L’UNGHERESE GLEDURA, VOCATURO TERZO
3 – SAINT LOUIS (USA): SUCCESSO E NORMA GM PER IL SEDICENNE JOHN BURKE
4 – ANDORRA: LE ISOLE FAROE SI AGGIUDICANO L’EUROPEO DELLE PICCOLE NAZIONI
5 – RECCO: IL 64ENNE ABD EL GAWAD LA SPUNTA A SORPRESA SU MANFREDI E NAUMKIN
6 – TERNI: L’ENNESE BENTIVEGNA PRIMO A PUNTEGGIO PIENO, PASSEROTTI SECONDO

IL PERUVIANO GRANDA CAMPIONE MONDIALE OVER 50, SVESHNIKOV RE OVER 65
L’Italia continua a essere sede privilegiata (e di successo) per i campionati mondiali seniores. Dal 2001 al 2017 il Belpaese ha ospitato l’evento sette volte e quest’anno, come nel 2015, i campionati hanno avuto luogo ad Acqui Terme, in provincia di Alessandria; organizzatori il comitato Arcoworldchess di Cristina Rigo, che era anche direttore di gara, e la Società scacchistica Torinese, con a capo il MF Michele Cordara. Ai nastri di partenza si sono presentati 295 giocatori, come sempre divisi in quattro sezioni: due over 50 (open e femminile) e altrettante over 65. Cinquantuno le federazioni rappresentate, con diciotto GM e ventinove MI ai nastri di partenza.
Star dell’evento era il GM peruviano Julio Granda Zuniga, che ha festeggiato il mezzo secolo di vita proprio quest’anno (il 25 febbraio). Tuttora sulla cresta dell’onda, con un record personale di Elo raggiunto appena lo scorso anno (2699 nelle graduatorie di giugno e luglio) e una presenza ormai quasi costante fra i top 100, Granda ha mostrato di avere una classe ineguagliabile per tutti gli avversari nella sezione over 50, concludendo infine solitario e imbattuto con 9,5 punti su 11, una lunghezza davanti ai più diretti inseguitori, ovvero il GM filippino Rogelio Antonio jr e il GM francese Eric Prie, e a due dal gruppo di sette giocatori che hanno appena fuori dal podio, fra i quali il georgiano Zurab Sturua e il tedesco Klaus Bischoff; fra i preiscritti c’era anche il russo ed ex campione del mondo Alexander Khalifman, che tuttavia alla fine non ha partecipato. Il miglior piazzamento fra i 22 azzurri in gara lo ha ottenuto il MI Daniel Contin, quindicesimo a quota 7; poco più dietro i MI Renzo Mantovani e Spartaco Sarno, 19° e 23° a 6,5, ma una menzione speciale la merita senz’altro il maestro milanese Corrado Astengo: 28° a 6 con una sola sconfitta nel ruolino di marcia, ha realizzato una performance di 2296 e guadagnato 51,6 punti Elo, pareggiando fra gli altri con i sopra citati Bischoff e Sarno. Decisamente niente male.
La battaglia è stata decisamente più emozionante e incerta fino alla fine nella sezione over 65. Qui i principali candidati al successo erano il francese e pluricampione senior Anatoly Vaisser (uscito sconfitto solo di misura in un recente confronto con Anatoly Karpov), l’intramontabile russo Evgeny Sveshnikov (affezionato ospite di molti festival italiani), il filippino Eugenio Torre e lo statunitense James Tarjan (recente eroe all’open dell’isola di Man, dove ha sconfitto Kramnik); c’erano poi altre vecchie glorie da non sottovalutare quali i russi Yuri Balashov ed Evgeni Vasiukov, il francese Vladimir Okhotnik (già primo fra gli over 65 ad Acqui nel 2015) e il ceco Vlastimil Jansa. Tutto faceva supporre che sarebbe stato proprio quest’ultimo, solitario in vetta a due partite dal termine, ad aggiudicarsi il titolo, ma proprio in dirittura d’arrivo il GM ceco ha subito la sua unica battuta d’arresto ad opera di Sveshnikov, in rimonta dopo due inopinati ko al quarto e al quinto turno. Sei giocatori si sono ritrovati così al comando con 7,5 su 10 e l’ultimo turno ha di nuovo sorriso a Sveshnikov, che ha battuto il MI israeliano Arkady Shevelev, mentre le altre sfide di vertice Vaisser-Torre e Vogt-Jansa si sono concluse in parità. Il russo inventore di una celebre variante della Siciliana ha dunque chiuso da solo con 8,5 su 11, mentre Vaisser e Jansa hanno guadagnato rispettivamente argento e bronzo a quota 8, superando per spareggio tecnico Okhotnik, il tedesco Lothar Vogt, Balashov, Torre, il MI russo Alexander Lisenko, il MI belga Jan Rooze e Vasiukov. Piuttosto deludente la prova di Tarjan, 14° a 7,5, che ha lasciato sul campo 17 punti Elo. Miglior azzurro in gara è stato il MF milanese Carlo Barlocco, 42° a 6,5 con una variazione Elo di +33,8.
Fra le donne i titoli sono andati alla favorita GMf lussemburghese Elvira Berend (over 50) e alla GMf georgiana Tamar Khmiadashvili (over 65), che ha superato per spareggio tecnico la connazionale Nona Gaprindashvili.
Sito ufficiale: http://www.scaccomattissimo.eu/seniores2017/
Classifiche finali
Over 50 open: 1° Granda Zuniga 9,5 punti su 11; 2°-3° Antonio, Prie 8,5; 4°-10° Sturua, Bagaturov, Kalegin, Bischoff, Reprintsev, Welling, Mannion 7,5; 11°-16° Brendel, Prasad, Biro, Grant, Contin, Fritsch 7; ecc.
Over 50 femminile: 1^ Berend 7 punti su 9; 2^-4^ Makropoulou, Strutinskaia, Bogumil 6; 5^-8^ Liu, Lauterbach, Burchardt, Birkholz 5,5; 9^-10^ Mednikova, Kierzek 5; ecc.
Over 65 open: 1° Sveshnikov 8,5 punti su 11; 2°-10° Vaisser, Jansa, Okhotnik, Vogt, Balashov, Torre, Lisenko, Jan Rooze, Vasiukov 8; 11°-14° Shevelev, Primbetov, Yakimenko, Tarjan 7,5; ecc.
Over 65 femminile: 1^-2^ Khmiadashvili, Gaprindashvili 7,5 punti su 9; 3^ Titorenko 6,5; 4^ Fatalibekova 6; 5^-7^ Sorokina, Kuznetsova, Iskichekova 5; ecc.

BARCELLONA (CATALOGNA): VINCE L’UNGHERESE GLEDURA, VOCATURO TERZO
Nei fatti la separazione fra la regione e lo Stato centrale non c’è stata, ma gli organizzatori del torneo magistrale “Città di Barcellona”, giunto alla XXII edizione (9-17 novembre), hanno voluto sottolineare a modo loro come l’evento abbia avuto luogo non in Spagna, ma specificamente in Catalogna. Se fino al 2016 (http://www.chess-results.com/tnr244016.aspx), infatti, era quella spagnola la Federazione indicata come patrocinante, da quest’anno è quella catalana (http://chess-results.com/tnr312817.aspx); e i tre giocatori di casa, tanto sul sito ufficiale quanto su chess-results, risultavano catalani, con tanto di relativa bandiera, e non spagnoli (come invece vengono tuttora indicati, naturalmente, sul sito della Fide).
Fra i partecipanti alla competizione (13^ categoria Fide, media Elo 2563) c’era quest’anno anche il GM romano Daniele Vocaturo, ormai di fatto emigrato a Barcellona. Il numero uno azzurro, reduce dall’Europeo a squadre, ha perso un’unica partita, al terzo turno con il 18enne GM ungherese Benjamin Gledura, per poi concludere in terza posizione con 5,5 su 9, confermando il suo ordine nel tabellone di partenza e guadagnando 5 punti Elo; in testa a quota 6 hanno chiuso proprio Gledura (unico imbattuto) e il favorito GM francese Laurent Fressinet, quarti a 5 il GM argentino Fernando Peralta e il MI spagnolo, pardòn catalano, Hipolito Asis Gargatagli, che ha guadagnato una norma GM, guidando peraltro la classifica fino al quinto turno (prima di essere sconfitto da Vocaturo e poi da Fressinet).
Sito ufficiale: https://escacs.cat/
Classifica finale: 1°-2° Gledura, Fressinet 6 punti su 9; 3° Vocaturo 5,5; 4°-5° Peralta, Asis Gargatagli 5; 6° Muñoz 4,5; 7° Vasquez Schroeder 4; 8°-9° Gomez Garrido, Grigoryan 3,5; 10° Alonso Rosell 2

SAINT LOUIS (USA): SUCCESSO E NORMA GM PER IL SEDICENNE JOHN BURKE
Non solo superGM. La città di Saint Louis (Usa) coltiva da tempo giovani talenti ed è stato uno di loro, il 16enne MI John Burke, a vincere l’edizione 2017 del torneo GM a inviti organizzato dal locale circolo patrocinato dal magnate Rex Sinquefield. Burke ha concluso solitario e imbattuto in vetta con 6 punti su 9, realizzando una norma di grande maestro e superando quota 2500; secondi a mezza lunghezza di distanza si sono piazzati il GM rumeno Ioan-Cristian Chirila, il GM indiano Jayaram Ashwin e i MI statunitensi Steven Zierk e Daniel Gurevich. Chirila, Ashwin e Gurevich erano al comando insieme a Burke prima del turno conclusivo, ma qui il 16enne ha sconfitto il MI canadese Aman Hambleton, mentre Chirila ha diviso la posta col MI statunitense John Bartholomew (infine sesto a 4,5) e Aswin e Gurevich hanno pattato fra loro. La competizione aveva un rating medio di 2483 (10^ categoria Fide).
Nel gruppo MI (media Elo 2330) a imporsi è stato il 12enne statunitense Justin Wang (per lui norma MI), che ha concluso in vetta con 6,5 su 9, superando in uno spareggio blitz il MI messicano Luis Carlos Torres Rosas, che aveva totalizzato il suo stesso punteggio.
Sito ufficiale: https://www.uschesschamps.com/
Classifica finale torneo GM: 1° Burke 6 punti su 9; 2°-5° Chirila, Zierk, Ashwin, Gurevich 5,5; 6° Bartholomew 4,5; 7° Sadorra 4; 8° Hambleton 3,5; 9° Sturt 3; 10° Shetty 2

ANDORRA: LE ISOLE FAROE SI AGGIUDICANO L’EUROPEO DELLE PICCOLE NAZIONI
Le Isole Faroe hanno dominato l’edizione 2017 del campionato europeo delle piccole nazioni, disputata ad Andorra dal 12 al 18 novembre. Le Faroe, sotto la guida del GM Helgi Dam Ziska, si sono piazzate al primo posto in solitaria con 17 punti di squadra su 18 e 27 punti su 36 individuali. Dopo aver pareggiato al primo turno con il Lussemburgo, la compagine isolana, numero due di tabellone, ha preso il largo staccando infine di due punti squadra la sua inseguitrice diretta. Sul secondo gradino del podio è salita la formazione del Principato di Monaco guidata dal GM ed ex campione italiano Igor Efimov, con 15 punti di squadra e 25,5 individuali, mentre Andorra si è aggiudicata il bronzo con 14 punti squadra e 25 individuali. I padroni di casa, favorita della vigilia, ha guidato la classifica a punteggio pieno fino al settimo turno, ma prima una sconfitta con Monaco e poi un’altra con le Faroe, entrambe per 2,5-1,5, l’hanno relegata sul gradino più basso del podio. In gara come sempre c’era anche una rappresentativa di San Marino, che, ultima in ordine di rating, si è piazzata nona su dieci formazioni a quota 3 (9,5 punti individuali).
Risultati: http://chess-results.com/tnr312932.aspx
Classifica finale: 1^ Isole Faroe 17 su 18 punti di squadra (27 su 36 punti individuali); 2^ Monaco 15 (25,5), 3^ Andorra 14 (25); 4^ Cipro 12 (20); 5^ Lussemburgo 11 (23); 6^ Lichtenstein 7 (13,5); 7^ Malta 6 (13,5); 8^ Guernsey 3 (10,5); 9^ San Marino 3 (9,5); 10^ Jersey 2 (12,5)

RECCO: IL 64ENNE ABD EL GAWAD LA SPUNTA A SORPRESA SU MANFREDI E NAUMKIN
Il CM Shaban Abd El Gawad, 64 anni, ha vinto a sorpresa l’undicesima edizione del torneo week-end “Città di Recco” (Liguria), disputata dal 17 al 19 novembre. Il giocatore residente a Genova è salito sul primo gradino del podio dopo aver superato per spareggio tecnico il maestro genovese Vincenzo Manfredi e il GM russo Igor Naumkin che, come lui, avevano totalizzato 10 punti su 15 (venivano assegnati 3 punti per la vittoria e uno per il pareggio). Ciascuno dei tre giocatori che hanno spartito il primo posto ha subito una sconfitta: per Naumkin e Abd El Gawad letale è stato il secondo turno, durante il quale il russo ha perso con il MI serbo Slavisa Peric, mentre il giocatore di origine araba è stato fermato dal MI croato Milan Mrdja. Manfredi, invece, si è dovuto arrendere al quarto turno a Naumkin. Il già citato Mrdja, il GM serbo Stefan Djuric e il romano Francesco Puglia hanno spartito il quarto posto a quota 9.
Un altro genovese ha vinto l’open B: il CM Gianfranco Gandolfi si è imposto in solitaria e imbattuto con 13 punti su 15, pareggiando soltanto all’ultimo turno con il conterraneo Roberto Serapiglia. Sul secondo gradino del podio è salito il genovese Roberto Roversi, che si è aggiudicato l’argento con 12 punti, mentre il già citato Serapiglia si è piazzato terzo a 11 dopo aver superato per spareggio tecnico il genovese Giuliano Caputi.
Il genovese Franco Vaccaro si è imposto, infine, nell’open C, aggiudicandosi l’oro in solitaria e senza sconfitte con 13 punti su 15, staccando di un’intera lunghezza il savonese Eugenio Scarrone, che ha superato per spareggio tecnico il lucchese Francesco Bertolozzi (classe 2005) dopo che tutti e due avevano totalizzato 12 su 15.
In contemporanea al torneo principale, si sono disputati, nella giornata del 18 novembre, tre tornei giovanili valevoli per la qualificazione al CIG: il torneo A (per i nati dal 2002 al 2005) è stato vinto da Tommaso Bricola, che ha superato Rocco Enrico Vario dopo che entrambi avevano totalizzato 4 punti su 5; nel torneo B (nati dal 2008 in poi) Federico Masazza si è imposto in solitaria con un perfetto 5 su 5, mentre il torneo C (riservato ai nati nel 2006 e nel 2007) è stato vinto dal genovese Giovanni Maria Tiby (classe 2006) con 5 punti su 5.
Al torneo weekend hanno preso parte 87 giocatori, provenienti da sette Paesi diversi, tra cui due grandi maestri, due maestri internazionali e un maestro Fide nell’Open principale.
Risultati: http://vesus.org/festivals/11deg-week-end-cittagrave-di-recco/
Classifiche finali
Open A: 1°-3° Abd El Gawad, Manfredi, Naukmin 10 punti su 15; 4°-6° Mrdja, Djuric, Puglia 9; 7°-9° Peric, S. Sala, Aprile 8; 10°-11° Altieri, Mastroddi 7; 12°-14° Mortola, Molina, Tramalloni 6; ecc.
Open B: 1° Gandolfi 13 punti su 15; 2° Roversi 12; 3°-4° Serapiglia, Caputi 11; 5°-7° Pedemonte, Xu, Rivara 10; 8^-10° G. Sala, Diena, Grasso 9; 11°-14° Gatti, Mercandelli, Nanni, Bechelli 8; ecc.
Open C: 1° Vaccaro 13 punti su 15; 2°-3° Scarrone, Bertolozzi 12; 4° Fiorini 11; 5^-7° Ferrara, Cutaia, Sanna 10; 8° Del Duca 9; 9°-10° Roveta, Carozzo 8; ecc.

TERNI: L’ENNESE BENTIVEGNA PRIMO A PUNTEGGIO PIENO, PASSEROTTI SECONDO
Il MF ennese Francesco Bentivegna ha dominato la terza edizione del torneo internazionale “Città di Terni” (Umbria), disputata dal 17 al 19 novembre. Bentivegna si è imposto in solitaria e imbattuto con un perfetto 5 su 5, staccando di un’intera lunghezza un nutrito gruppo di inseguitori guidati dal MF romano Pierluigi Passerotti. Passerotti ha superato per spareggio tecnico il MF palermitano Nicolò Napoli e il MF di origine lettone Sergejs Gromovs, che come lui avevano totalizzato 4 punti. Il MF romano Edoardo Di Benedetto (classe 2002) si è piazzato quinto alla guida di un nutritissimo gruppo a quota 3,5, nel quale ha chiuso tra gli altri anche il MI milanese Mario Lanzani, che partiva come favorito della vigilia, ma si è dovuto accontentare del nono posto per spareggio tecnico, rallentato dalla sconfitta subita al secondo turno per mano di Claudio Stirpe (Frosinone) e dal pareggio al quarto con il romano Sergio Graziani.
Il pisano Massimo Agostinelli ha vinto l’open B, piazzandosi primo in solitaria e imbattuto con 4,5 punti su 5. Sul secondo gradino del podio è salito il viterbese Corrado Mariani, che si è aggiudicato l’argento con 4 punti, superando per spareggio tecnico il perugino Danish Syed (classe 2004), il reatino Alessandro Fontana, la romana Alessandra Di Maulo (classe 2005) e il romano Antonio Gatti (classe 2002). Alla manifestazione hanno preso parte in totale 104 giocatori, tra cui un MI e sei MF nell’Open principale.
Risultati: http://vesus.org/
Classifiche finali
Open A: 1° Bentivegna 5 punti su 5; 2°-4° Passerotti, Napoli, Gromovs 4; 5°-13° E. Di Benedetto, Palozza, Stirpe, Koch, Lanzani, Sirena, Beccarini, Andreoli, Cardinali 3,5; ecc.
Open B: 1° Agostinelli 4,5 punti su 5; 2°-6° Mariani, Syed, Fontana, Di Maulo, Gatto 4; 6°-9° Tudor, Martinelli, Andreini 3,5; ecc.

Lascia un Commento