MS: on line il numero 1143

E’ on line il numero 1143 del nostro settimanale web, Messaggero Scacchi. E’ possibile leggerlo in formato pdf. Il file di partite è in formato PGN zippato.
In questo numero:
1 – CANADA: AL VIA IL 4 APRILE I TORNEI DEI CANDIDATI OPEN E FEMMINILE
2 – SAINT LOUIS (USA): LEVON ARONIAN E ALICE LEE VINCONO LA AMERICAN CUP
3 – REYKJAVIK (ISLANDA): IL RUMENO DEAC RISPETTA IL PRONOSTICO NELL’OPEN
4 – BUCAREST: L’ARMENO SARGSYAN VINCE LA PRIMA TAPPA DEL GP DI ROMANIA
5 – CIS: ASOLO, ETNA SCACCHI E BOLOGNA VINCONO I GIRONI DI SERIE A1
6 – CHENNAI: L’INDIANA MARY ANN GOMES DOMINA IL TORNEO FEMMINILE AICF
7 – TODI: IL CINESE YUANHE ZHAO PRIMO DAVANTI A PISCOPO E DI BENEDETTO
8 – VALENZANO: ALTINI RISPETTA IL PRONOSTICO NELL’OPEN MEDITERRANEUM

CANADA: AL VIA IL 4 APRILE I TORNEI DEI CANDIDATI OPEN E FEMMINILE
È quasi finito il conto alla rovescia per il torneo dei Candidati 2024, in programma a Toronto (Canada) dal 3 al 23 aprile. L’evento è già destinato a passare alla storia per due motivi: non solo perché sarà ospitato per la prima volta in Nord America, ma soprattutto per il fatto che il torneo open e quello femminile sono organizzati in parallelo nella stessa sede e nelle stesse date, con in palio per i vincitori un match per il titolo mondiale contro gli attuali detentori delle corone, ovvero i cinesi Ding Liren e Ju Wenjun rispettivamente.
Le griglie di partenza di entrambi i tornei, ciascuno dei quali vedrà impegnati otto giocatori, suscitano una certa aspettativa. Nell’open, mentre Ian Nepomniachtchi tenterà di vincere il suo terzo torneo consecutivo, per giovani come Rameshbabu Praggnanandhaa (18) e Santosh Gukesh (17), così come per giocatori più esperti quali Santosh Vidit e Nijat Abasov, questa sarà la prima partecipazione, mentre per Alireza Firouzja (20) si tratta già della seconda. Nepo a parte, i maggiori favoriti dell’evento saranno gli statunitensi Fabiano Caruana e Hikaru Nakamura, numero due e tre al mondo rispettivamente, che per la prima volta non avranno bisogno di attraversare l’Atlantico per partecipare.
Per l’evento “rosa” si tratta della terza edizione da quando la FIDE ha riformato il ciclo mondiale femminile nel 2019. La quarta donna con il punteggio più alto nella storia degli scacchi e la favorita del torneo, Aleksandra Goryachkina, è già stata una sfidante per il titolo nel 2020. Tra le altre partecipanti, la sua rivale più pericolosa sembra essere Lei Tingjie, che aveva perso il match di campionato del mondo un anno fa. Le due sono attualmente al terzo e al quarto posto al mondo della graduatoria femminile, seguite da vicino da Humpy Koneru (n° 4) e Kateryna Lagno (n° 5), le altre due favorite del torneo. Tante le aspettative per la 22enne Vaishali, sorella di Praggnanandhaa: per entrambi si tratta del debutto ai Candidati. Sarà anche la prima volta nella storia che fratello e sorella partecipano alla fase finale delle qualificazioni al Mondiale di scacchi. Le altre partecipanti saranno Anna Muzychuk, Nurgyul Salimova e l’ex campionessa del mondo Tan Zhongyi.
Entrambi gli eventi prevedono un doppio girone all’italiana, per un totale di quattordici turni che si giocheranno nell’arco di tre settimane, con quattro giorni di riposo. La cerimonia di apertura avrà luogo la sera del 3 aprile e i tornei prenderanno il via il 4 aprile alle 14.30 ora locale. Il primo giorno di riposo, l’8 aprile, consentirà ai partecipanti e agli ospiti di assistere all’eclissi solare totale, che sarà visibile in tutta Toronto tra le 14.04 e le 16.31, con il picco alle 15.19. La trasmissione online dell’evento attirerà, come di consueto, milioni di visualizzazioni; lo show ufficiale della FIDE avrà come commentatori il GM Viswanathan Anand e la GM Irina Krush.
Incredibilmente, il torneo dei Candidati era punto di cambiare sede all’ultimo momento e di essere ospitato in Spagna a causa dei lunghi tempi di attesa per i visti dei giocatori. Il 1° marzo, appena un mese prima del torneo, la FIDE aveva lanciato un appello sui social media, chiedendo il sostegno del governo canadese per risolvere un problema relativo all’approvazione delle domande di visto. In quel momento, la maggior parte dei giocatori, che avevano presentato la domanda mesi prima, non avevano ricevuto alcun aggiornamento sul proprio stato. Dietro le quinte, la FIDE, la Federazione scacchistica canadese e il Comitato organizzatore locale stavano facendo tutto il possibile per risolvere la questione e, anche grazie a una significativa attenzione da parte dei media, le autorità hanno infine approvato il visto a tutti.
Sito ufficiale: https://candidates2024.fide.com/

SAINT LOUIS (USA): LEVON ARONIAN E ALICE LEE VINCONO LA AMERICAN CUP
Il veterano Levon Aronian e la 14enne Alice Lee si sono aggiudicati l’edizione 2024 della American Cup, ospitata a Saint Louis (Usa) dal 12 al 21 marzo. L’evento ha registrato ai nastri di partenza quasi tutti i migliori giocatori statunitensi, sia nel tabellone open sia in quello femminile, ed era caratterizzato da un formato a doppia eliminazione, con match sempre al meglio dei quattro incontri: nel “ramo” dei campioni erano previste in alternanza partite classiche e rapid, più eventuali spareggi prima rapid e poi blitz, in quello degli eliminati le partite erano solo rapid, più eventuali spareggi blitz.
Nell’open, assente il campione 2023 Hikaru Nakamura, Aronian ha superato nell’ordine Samuel Sevian, Fabiano Caruana e Ray Robson per aggiudicarsi il “ramo dei campioni”, mentre Wesley So ha guadagnato il diritto di disputare la “Gran finale” battendo nel “ramo degli eliminati” Sevian, Caruana e Robson, prendendosi la rivincita su quest’ultimo, che lo aveva sconfitto nel tabellone principale. Nel confronto per il primo posto, dopo tre patte, Aronian ha vinto la quarta partita (rapid) e il match, riuscendo a non perdere nessuno dei diciannove incontri disputati.
Diverso il percorso di Lee fra le donne: dopo aver superato Tatev Abrahamyan e Gulrukhbegim Tokhirjonova, ha perso la finale del “ramo dei campioni” con Irina Krush, vincitrice dell’evento nel 2023, ma è riuscita a guadagnarsi il diritto alla rivincita imponendosi di nuovo su Tokhirjonova nella finale degli eliminati. Lee ha vinto la prima “Gran finale”, ma, poiché in precedenza Krush non aveva perso nessun match, il regolamento le ha permesso di disputarne una seconda, dove tuttavia è stata nuovamente sconfitta.
Il prossimo appuntamento al Saint Louis Chess Club sarà l’open Spring Classic, in programma dall’11 al 19 aprile.
Sito ufficiale: https://uschesschamps.com/2024-american-cup/overview

REYKJAVIK (ISLANDA): IL RUMENO DEAC RISPETTA IL PRONOSTICO NELL’OPEN
Il favorito GM rumeno Bogdan-Daniel Deac si è aggiudicato l’edizione 2024 del forte e affollato open di Reykjavik (Islanda), disputata dal 15 al 21 marzo. Deac ha concluso solitario e imbattuto con 7,5 punti su 9, staccando di mezza lunghezza il GM francese Sebastien Maze, il GM lituano Paulius Pultinevicius, il GM statunitense Praveen Balakrishnan, il GM turco Vahap Sanal, il MI inglese Matthew J Wadsworth e i GM islandesi Gudmundur Kjartansson e Hedinn Steingrimsson. Decisivo è stato l’ultimo turno, prima del quale sei giocatori condividevano la vetta a quota 6,5: nei tre scontri diretti tra i leader solo Deac è riuscito a fare bottino pieno, superando il GM kazako Alisher Suleymenov, mentre gli altri hanno pareggiato. All’evento hanno preso parte 395 giocatori provenienti da 49 federazioni (nessuno italiano), tra i quali ventisette GM e trenta MI.
Risultati: https://chess-results.com/tnr792656.aspx
Classifica finale: 1° Deac 7,5 punti su 9; 2°-8° Maze, Pultinevicius, Balakrishnan, Sanal, Wadsworth, Kjartansson, Steingrimsson 7; ecc.

BUCAREST: L’ARMENO SARGSYAN VINCE LA PRIMA TAPPA DEL GP DI ROMANIA
Il GM armeno Shant Sargsyan si è aggiudicato il forte open rapid di Bucarest, prima tappa del Grand Prix di Romania, disputato il 23 e 24 marzo. Sargsyan, numero 11 di tabellone (in base all’Elo rapid), ha concluso imbattuto in vetta con 8,5 punti su 10 – vincendo le prime sette partite e pattando le ultime tre -, superando per spareggio tecnico i GM ucraini Ruslan Ponomariov e Anton Korobov, secondo e ottavo nel tabellone di partenza. Poco più dietro, a quota 8, hanno chiuso alcuni dei principali favoriti della vigilia: i russi Alexey Sarana e Alexander Motylev, che ora rappresentano rispettivamente Serbia e Romania, il padrone di casa Bogdan-Daniel Deac (vincitore dell’edizione 2023 del circuito) e l’azerbaigiano Rauf Mamedov.
Ai nastri di partenza c’erano anche due azzurri, il GM brianzolo e campione italiano Luca Moroni e il GM bergamasco Sabino Brunello, già presenti in alcune tappe della scorsa edizione del GP. Brunello ha chiuso in diciottesima posizione a 7,5, perdendo all’ultimo turno con Ponomariov in seconda scacchiera; Moroni si è invece classificato ventiseiesimo a 7, venendo sconfitto da Sarana e Mamedov.
All’evento hanno preso parte in totale 441 giocatori in rappresentanza di venti Paesi, fra i quali ventotto GM e ventidue MI. Le prossime tappe del circuito saranno il rapid Cluj-Napoca il 13-14 giugno, l’open di Brasov dal 15 al 21 luglio, il rapid di Timisoara il 3-4 agosto, l’open di Arad dal 5 all’11 agosto e la Grand Finale (un rapid a eliminazione diretta) di Alba Iulia il 4 e 5 dicembre.
Risultati: https://chess-results.com/tnr890004.aspx
Classifica finale: 1°-3° Sargsyan, Ponomariov, Korobov 8,5 punti su 10; 4°-14° Sarana, Kozak, Motylev, Mamedov, Chigaev, Deac, Gavrilescu, Jianu, Ben Ari, Mikhalevski, Fridman 8; ecc.

CIS: ASOLO, ETNA SCACCHI E BOLOGNA VINCONO I GIRONI DI SERIE A1
Due formazioni de Le Due Torri di Bologna, Asolo ed Etna scacchi di Aci Castello si sono aggiudicate i rispettivi raggruppamenti di serie A1, disputati in varie sedi dal 15 al 17 marzo, come quasi tutti i gironi delle altre serie, dalla A2 alla Promozione. Contrariamente rispetto al solito, però, non tutte le vincitrici dei gironi di A1 hanno conquistato il diritto di giocare nella serie Master del prossimo campionato italiano a squadre, quello del 2025. Come spiegato sul sito della Federscacchi, infatti, il circolo de Le Due Torri di Bologna ha giù una squadra in serie Master. Quindi, in base alle regole vigenti, “se non retrocederà, le due formazioni del CSB non potranno comunque partecipare alla Master 2025. In caso di retrocessione solo una di loro due potrà prenderne il posto. Di conseguenza, passa sicuramente alla serie Master 2025, come migliore seconda, il Dragone di Latina, formato da Grzegorz Nasuta, Massimiliano Lucaroni, Olivier Tassi, Adriano Lelli, Marco Parpinel. Resta in bilico invece la seconda migliore seconda, Palermo scacchi, composta da Nikita Petkov, Andrea Amato, Vittorio Cinà, Alessio Musso e Andrea Pennica: sarà promossa soltanto se il Circolo Scacchistico Bolognese si salverà nella serie Master: in caso di retrocessione, invece, il posto mancante verrà preso da una delle formazioni bolognesi vincitrici dei raggruppamenti”.
Per quanto riguarda, nel dettaglio, i risultati nella serie A1, nel girone 1 il CSB Young Master Le Due Torri (Martinovici, Marzocchi, Orfini, Dobboletta, Mirri) ha chiuso solitario e imbattuto in vetta con 8 punti su 10 (14,5 su 20 individuali), staccando di una lunghezza Palermo Scacchi (7 – 13), composta da Petkov, Amato, Cinà, Musso e Pennica, e di tre la Scacchistica Novarese (5 – 9).
Il girone 2 ha registrato il netto successo di Asolo (Delchev, Distaso, Forato, Gigovski, De Nardi) con 9 punti su 10 (14,5 su 20 individuali), contro i 7 (13) dell’Unione scacchistica trentina, battuta 3-1 nel decisivo scontro diretto dell’ultimo turno.
Etna Scacchi (Korpa, Hercegovac, Cattaneo, Marzaduri) si è imposta con 9 punti su 10 (e 15 su 20 individuali) nel girone 3, staccando di due lunghezze Ostiascacchi Black (7 – 11) e di tre Prato Nightmare (6 – 12).
Infine il CSB 1874 Le Due Torri (Kaczur, Mascellani, Tomba, Vancini) l’ha spuntata nel girone 4, al termine di un serrato testa a testa, sul Dragone di Latina (Nasuta, Lucaroni, Tassi, Lelli, Parpinel): entrambe le formazioni hanno totalizzato 9 su 10, ma gli emiliani hanno totalizzato un miglior punteggio individuale (13,5 a 13); in terza posizione a quota 6 (13,5) si è classificato il CS “Don Pietro Carrera” di Catania.
Risultati: https://www.federscacchi.com/fsi/index.php/eventi/cis

CHENNAI: L’INDIANA MARY ANN GOMES DOMINA IL TORNEO FEMMINILE AICF
La GMf indiana Mary Ann Gomes ha dominato l’edizione 2024 del torneo femminile AICF, disputata a Chennai (India) dal 18 al 25 marzo. Gomes, numero due di tabellone, ha concluso solitaria e imbattuta con 9 punti su 11, staccando di una lunghezza e mezza la GMf mongola Altan-Ulzii Enkhtuul e la connazionale Sarayu Velpula, favorita della vigilia e battuta solo dalla vincitrice. In quarta posizione a 6,5, senza sconfitte, si è piazzata la MI azzurra Elena Sedina, che è tornata a casa con un bottino di 16,4 punti Elo; quinta a 6 la GMf mongola Uurtsaikh Uuriintuya, terza nel ranking di partenza. La competizione aveva un rating medio di 2201.
Risultati: https://chess-results.com/tnr911363.aspx
Classifica finale: 1ª Gomes 9 punti su 11; 2ª-3ª Enkhtuul, Velpula 7,5; 4ª Sedina 6,5; 5ª Uuriintuya 6; 6ª Chitlange 5,5; 7ª-8ª Franco Valencia, Bommini 5; 9ª Monnisha 4,5; 10ª-11ª Mahalakshmi, Maisuradze 4; 12ª Rindhiya 3,5

TODI: IL CINESE YUANHE ZHAO PRIMO DAVANTI A PISCOPO E DI BENEDETTO
Il MI cinese Yuanhe Zhao ha vinto la prima edizione del torneo internazionale “Città di Todi”, disputata nella località umbra dal 22 al 24 marzo e valida come seconda tappa del Grand Prix dell’Umbria, dopo la prima di Perugia, vinta a sorpresa dal maestro bolzanino Niccolò Casadio.
Zhao, che partiva come favorito della vigilia, ha rispettato i pronostici piazzandosi al primo posto in solitaria e imbattuto con 4,5 punti su 5 e un unico pareggio, al terzo turno con il MI leccese Pierluigi Piscopo. Sul secondo gradino del podio a quota 4 è salito proprio Piscopo, che ha superato per spareggio tecnico i romani MI Edoardo Di Benedetto e MF Valerio Carnicelli.
Nessuna sorpresa neppure nell’open B, dove il favorito CM romano Tristano Gargiulo si è piazzato al primo posto con 4 punti su 5, grazie allo spareggio tecnico, che gli ha permesso di spuntarla sul viterbese Lorenzo Turin (classe 2010) e sul russo Artur Dumbolov.
Il perugino Riccardo Mesca (classe 2010) si è imposto nell’open C con 4,5 punti su 5, staccando di mezza lunghezza i suoi inseguitori diretti, il perugino Fabio Ruggeri, il frusinate Andrea Vellone (classe 2008) e il perugino Stefano Mondi. All’evento hanno preso parte in totale 98 giocatori, provenienti da quattro Paesi diversi, tra cui tre MI e un MF nell’open principale.
Risultati: https://vesus.org/event/FusaPhct
Classifiche finali
Open A: 1° Zhao 4,5 punti su 5; 2°-4° Piscopo, Di Benedetto, Carnicelli 4; 5°-8° Massazza, Marzano, Craciun, Pectu 3,5; 9°-11° D’Antonio, Bonaposta, Costantino 3; ecc.
Open B: 1°-3° Gargiulo, Turin, Dumbolov 4 punti su 5; 4°-9° Marcugini, Agamennone, Civilotti, Spinelli, Chech, Sottroi 3,5; ecc.
Open C: 1° Mesca 4,5 punti su 5; 2°-4° Ruggeri, Vellone, Mondi 4; 5°-6° Gallo, Iacono 3,5; 7°-10° Ficola, Cardaci, Graziani, Dervishi 3; ecc.

VALENZANO: ALTINI RISPETTA IL PRONOSTICO NELL’OPEN MEDITERRANEUM
Il MI barlettano Nicola Altini ha vinto l’edizione 2024 del “Mediterraneum Chess Open”, disputata a Valenzano, in provincia di Bari, dal 22 al 24 marzo. Altini, favorito della vigilia, è riuscito a rispettare il pronostico grazie allo spareggio tecnico, che gli ha permesso di superare il CM barese Pasquale Romagno (classe 2008) dopo che entrambi avevano totalizzato 4,5 punti su 5 e pareggiato lo scontro diretto del quarto turno. Dietro di loro, sul terzo gradino del podio, si è piazzato il solitaria il CM barese Giovambattista Rizzo.
Nell’Open B il cosentino Giovanni Spina si è imposto in solitaria e imbattuto con 4,5 punti su 5, staccando di mezza lunghezza i suoi inseguitori diretti, ovvero i baresi Pietro Barbieri (classe 2007) e Giordano Bruno Rizzo, che hanno spartito il secondo posto a quota 4.
All’evento hanno preso parte 72 giocatori, tra cui un maestro internazionale nell’open principale.
Risultati: https://www.vegaresult.com/event/2168
Classifiche finali
Open A: 1°-2° N. Altini, Romagno 4,5 punti su 5; 3° Rizzo Giov. 4; 4°-12° Marczak, Petruccioli, R. Altini, Santeramo, Dilena, Ciavarra, Panaro, Mingrone 3; ecc.
Open B: 1° Spina 4,5 punti su 5; 2°-3° Barbieri, Rizzo G. B. 4; 4°-7° Calò, Andrisiani, Mongelli, Ammannato 3,5; 8°-13° Scanniffio, Zingaro, Aulisio, Pellegrino, Bonvino, Mininni 3; ecc.

Lascia un Commento