MS: on line il numero 1014

E’ on line il numero 1014 del nostro settimanale web, Messaggero Scacchi. E’ possibile leggerlo in formato pdf. Il file di partite è in formato PGN zippato.
In questo numero:
1 – CHESS.COM: XIONG BEFFA MAMEDYAROV NEL QUADRANGOLARE “SUMMER OF SEATTLE”
2 – IL MAGISTRALE CITTÀ DI LEON EMIGRA SU INTERNET: VINCE LEINIER DOMINGUEZ
3 – JERMUK (ARMENIA): MANUEL PETROSYAN SENZA RIVALI NEL MEMORIAL AVAGYAN
4 – ORBIS (SERBIA): SUCCESSO E NORMA DI GRANDE MAESTRO PER MILOJE RATKOVIC
5 – GIORNATA INTERNAZIONALE DEGLI SCACCHI: “INSEGNATE IL GIOCO A QUALCUNO”

CHESS.COM: XIONG BEFFA MAMEDYAROV NEL QUADRANGOLARE “SUMMER OF SEATTLE”
In attesa che anche negli States si torni a giocare ovunque alla scacchiera, il Pacific Northwest Chess Center continua a organizzare eventi online di alto livello. Dopo il match Vitiugov-Xiong e il World online open vinto dallo stesso Xiong, l’organizzazione con base a Seattle ha promosso sulla piattaforma Chess.com, dal 12 al 17 luglio, due quadrangolari a cadenza classica (90’+30”), entrambi a doppio girone all’italiana: il supertorneo “SOS – Summer of Seattle” e il torneo “Rising stars”.
A imporsi nel gruppo principale (rating medio 2715) è stato ancora una volta Jeffery Xiong, che nel sesto e ultimo turno si è preso la rivincita sull’azerbaigiano Shakhriyar Mamedyarov (con cui aveva perso all’andata) e lo ha scavalcato in extremis in vetta di mezzo punto, chiudendo in solitaria a quota 4 su 6; terzo a 3 si è classificato il russo Vladimir Fedoseev, quarto e ultimo a 1,5 il vietnamita Le Quang Liem.
Nel secondo gruppo (media Elo 2645) l’iraniano Amin Tabatabaei l’ha spuntata infine con 3,5 punti su 6, staccando di mezza lunghezza il connazionale Parham Maghsoodloo e lo statunitense Awonder Liang; ultimo a 2,5 il russo Andrey Esipenko, favorito della vigilia.
I prossimi appuntamenti di alto livello saranno due, uno “vecchio stile” e l’altro online: a Biel (Svizzera), dal 18 al 29 luglio, si terrà un torneo a cadenza classica OTB (over the board, cioè alla scacchiera – fisica) con Pentala Harikrishna, Radoslaw Wojtaszek, David Anton Guijarro, Michael Adams, Saleh Salem, Romain Edouard, Noel Studer e Vincent Keymer; la piattaforma Chess 24, dal 21 luglio al 5 agosto, ospiterà invece il torneo rapid “Legends of chess”, ultima tappa del “Magnus Carlsen chess tour”, in cui a misurarsi saranno, oltre al campione del mondo, Giri, Ding, Nepomniachtchi, Anand, Kramnik, Svidler, Ivanchuk, Gelfand e Leko.
Sito ufficiale: https://www.uschesshub.com/

IL MAGISTRALE CITTÀ DI LEON EMIGRA SU INTERNET: VINCE LEINIER DOMINGUEZ
La pandemia non ha fermato il torneo magistrale “Città di Leon”, Spagna. L’evento, a causa del coronavirus, è slittato di una settimana rispetto al previsto ed è stato disputato online, ma si è comunque svolto (dal 10 al 15 luglio) con la cadenza rapid 20’+30” e la formula ko ormai tradizionali. A spuntarla fra i quattro big in gara è stato il favoritissimo superGM statunitense Leinier Dominguez Perez; dopo aver superato in semifinale, grazie a una patta col Nero all’Armageddon, il giovane iraniano Parham Maghsoodloo (3,5-3,5 il risultato finale), il giocatore di origine cubana ha avuto la meglio in finale (2,5-1,5) sullo spagnolo Jaimie Santos Latasa, che aveva eliminato in precedenza il connazionale Alexei Shirov (3,5-2,5 allo spareggio blitz).
Nell’open blitz (3’+2”) di contorno, invece, i primi otto hanno disputato a propria volta una fase finale a eliminazione diretta per stabilire il vincitore: l’ha spuntata il russo Pavel Ponkratov, che in finale si è imposto 2,5-0,5 sul connazionale Maksim Chigaev.
Sito ufficiale: http://www.advancedchessleon.com/

JERMUK (ARMENIA): MANUEL PETROSYAN SENZA RIVALI NEL MEMORIAL AVAGYAN
Anche l’Armenia è tornata alla scacchiera e lo ha fatto con un torneo che ha visto all’opera dieci giovani star nazionali, intitolato alla memoria di Stepan Avagyan, presidente della federazione della regione di Vayotz Dzor dal 2003 al 2014. L’evento, giunto alla quindicesima edizione, è stato disputato a Jermuk dal 7 al 15 luglio e ad aggiudicarselo, pressoché incontrastato, è stato il GM Manuel Petrosyan.
Petrosyan, che partiva con il numero due di tabellone, si è imposto in solitaria e imbattuto con 8 punti su 9, pareggiando solo al secondo e al terzo turno, rispettivamente con i GM Tigran Harutyunian e Shant Sargsyan; dietro di lui, il GM Haik Martirosyan, favorito della vigilia, si è piazzato al secondo posto a quota 6,5, dopo aver subito al primo turno la sua unica sconfitta nello scontro diretto. Sul terzo gradino del podio è salito il già citato Sargsyan, che si è aggiudicato il bronzo in solitaria a quota 6. Il torneo aveva una media Elo di 2499 (ottava categoria Fide).
Risultati: http://chess-results.com/tnr529636.aspx
Classifica finale: 1° Petrosyan8 punti su 9; 2° Martirosyan 6,5; 3° S. Sargsyan 6; 4° Harutyunian 5; 5°-6° Mikaelyan, Davtyan 4,5; 7°-8° Shahinyan, Gharibyan 3,5; 9ª A. Sargsyan 3; 10° Barseghyan 0,5

ORBIS (SERBIA): SUCCESSO E NORMA DI GRANDE MAESTRO PER MILOJE RATKOVIC
La comunità scacchistica di Paracin (Serbia) è una di quelle che si sta dando da fare più di tutte, in Europa, per “riabilitare” rapidamente il gioco a tavolino. E così, dopo l’open vinto dall’azzurro Pier Luigi Basso la scorsa settimana, dall’11 al 16 luglio la cittadina serba ha ospitato due tornei chiusi (uno GM e uno MI) all’hotel Orbis.
Ad aggiudicarsi il gruppo GM è stato il MI locale Miloje Ratkovic, che partiva con il numero due di tabellone e si è imposto in solitaria e imbattuto con 8 punti su 9, realizzando una norma GM e staccando di ben due lunghezze i suoi inseguitori più ravvicinati, ovvero il GM macedone Dragan Kosic e il connazionale MI Luka Budiasvljevic.
Solo 6° (7° per spareggio tecnico) il MI indiano Leon Luke Mendonca, che partiva come favorito della vigilia, ma è stato rallentato nella corsa al primo posto dalle sconfitte subite per mano del MF statunitense Dmitriy Volkov, del già citato Budiasvljevic e di Raktovic, rispettivamente al secondo, terzo e sesto turno. Il torneo aveva una media Elo di 2408 (settima categoria Fide).
Nel gruppo MI (rating medio 2280) il bulgaro Aleksander Delchev, unico GM in gara, si è imposto a propria volta con 8 punti su 9.
Risultati: http://chess-results.com/tnr528336.aspx
Classifica finale: 1° Miloj. Raktovic 8 punti su 9; 2°-3° Kosic, Budiasvljevic 6; 4°-5° Milov. Raktovic, Dudin 4,5; 6°-9° Volkov, Mendonca, Abramovic, Pikula 3,5; 10° Pasti 2

GIORNATA INTERNAZIONALE DEGLI SCACCHI: “INSEGNATE IL GIOCO A QUALCUNO”
In occasione della Giornata internazionale degli scacchi, lunedì 20 luglio, “insegnate il gioco a qualcuno”. L’appello/invito arriva direttamente dal presidente Fide Arkady Dvorkovich, che in una nota, pubblicata sul sito federale, invita tutti gli appassionati a partecipare, facendo la propria parte. «L’anno scorso molti di voi si sono uniti a noi in questa celebrazione e grazie a questo abbiamo ottenuto un incredibile successo», ricorda Dvorkovich, che aggiunge: «Quest’anno conteremo anche sul prezioso supporto delle Nazioni Unite e dell’UNESCO. Vorremmo invitarti a partecipare di nuovo a questa celebrazione. Il nostro piano per la Giornata internazionale degli scacchi 2020 è semplice ma ambizioso: vogliamo fare un appello ai membri della nostra comunità e chiedervi di insegnare a qualcuno come giocare a scacchi per celebrare questo giorno».
Istruzioni più dettagliate si trovano, in inglese, all’indirizzo https://www.fide.com/news/630. In estrema sintesi ecco le principali: “Scegliete qualcuno vicino a voi, preferibilmente un bambino”; “il 20 luglio cade di lunedì, quindi il piano è di dedicare a questa attività il fine settimana, da venerdì a domenica (17-19 luglio). Quindi, lunedì, potremo condividere la nostra esperienza sui social media”; “L’anno scorso, durante la Giornata internazionale degli scacchi, l’hashtag #Internationalchessday è stato utilizzato in 3.842 tweet di 2.342 diverse persone. Proviamo a raggiungere numeri ancora più elevati quest’anno: potete iniziare a utilizzare l’hashtag #Internationalchessday nei post sui social media durante il fine settimana che porta al 20 luglio”.

Lascia un Commento