MS: on line il numero 1009

E’ on line il numero 1009 del nostro settimanale web, Messaggero Scacchi. E’ possibile leggerlo in formato pdf. Il file di partite è in formato PGN zippato.
In questo numero:
1 – CHESS24: CARLSEN E LAGNO RISPETTANO I PRONOSTICI NEL MEMORIAL STEINITZ
2 – LICHESS: GRISCHUK BATTE TOMASHEVSKY E VINCE IL TORNEO “PLAY FOR RUSSIA”
3 – CHESS.COM: FIROUZJA SUPERA GIRI IN FINALE NEL SUPERTORNEO “CHESSBRAH”
4 – È NATO IL “CARLSEN TOUR”: DA OGGI LA “LINDORES ABBEY RAPID CHALLENGE”
5 – ADDIO A GIULIO SAVELLI, EDITORE DI TORRE & CAVALLO A FINE ANNI OTTANTA
6 – PROTOCOLLO ANTI-COVID, LA FEDERSCACCHI SI PREPARA ALLA RIPARTENZA (LENTA)
7 – BANTER BLITZ CUP ITALIA: QUALIFICAZIONI E TORNEO KO DAL 23 AL 31 MAGGIO

CHESS24: CARLSEN E LAGNO RISPETTANO I PRONOSTICI NEL MEMORIAL STEINITZ
I favoriti Magnus Carlsen e Kateryna Lagno hanno vinto la prima edizione del Memorial Steinitz online, torneo blitz organizzato dalla Fide sulla piattaforma Chess24 e disputato dal 15 al 17 maggio, ma nessuno dei due ha avuto vita facile. Anche se il campione del mondo ha ottenuto il primo posto con un turno d’anticipo e ha chiuso con due punti di vantaggio sul secondo classificato, Daniil Dubov, è stato tutt’altro che contento del suo gioco, commentando: «È stato terribile, dall’inizio alla fine!». Dal canto suo Lagno è stata la giocatrice più costante nella sezione femminile, ma ha iniziato la terza e ultima giornata di gioco perdendo contro la cinese Lei Tingjie e l’ha terminata giocando uno spareggio Armageddon contro la stessa giocatrice per il titolo.
Carlsen ha spiegato: «Ho giocato molto lentamente e tutte le mie sconfitte sono state meritate. Anche le volte in cui ho giocato bene sento come di aver commesso errori tecnici, quindi cosa posso dire? Non sono molto contento».
A cinque turni dal termine Daniil Dubov era l’unico leader con 9 punti su 13, dopo aver battuto Magnus, Peter Svidler e Jeffery Xiong il giorno prima e David Anton nel tredicesimo incontro (la formula del torneo era il doppio girone all’italiana); poi però è crollato, permettendo a Carlsen prima di raggiungerlo e poi di superarlo. Il motivo per cui Dubov è comunque riuscito a piazzarsi secondo è che nessun altro è riuscito ad avere costanza nel gioco e nei risultati. Giocatori del calibro di Peter Svidler, Shakhriyar Mamedyarov e Le Quang Liem hanno tutti provato a inserirsi nella lotta per il primo posto, ma non ce l’hanno fatta. La più grande delusione del torneo è stata però l’ultimo posto del tre volte campione del mondo blitz Alexander Grischuk, solitario in fondo alla classifica con 7 punti. Sulla performance del russo può aver pesato il fatto che, il 15 e 16 maggio, ha giocato contemporaneamente un altro torneo, il “Chessbrah Invitational”: l’ubiquità virtuale, evidentemente, non gli ha giovato. In ogni caso, la sua consorte Kateryna Lagno ha più che compensato il suo brutto risultato.
Lagno è sempre rimasta in corsa per il primo posto e, al termine dei 18 turni di gioco, ha totalizzato 12 punti, proprio come Lei. Il primo posto è stato quindi deciso in uno spareggio Armageddon, per la quale Lei, in virtù di un miglor spareggio tecnico, ha potuto scegliere il colore, optando per il Bianco. La cinese non è riuscita a ottenere alcun vantaggio e ha provato inutilmente a forzare il gioco, fino a che, alla mossa 152, non si è trovata lei stessa costretta all’abbandono. Lagno, però, non si è detta particolarmente entusiasta del torneo: «Onestamente non mi diverto. Mi dispiace dirlo, perché è meglio di niente, questo è certo, però preferisco vedere il mio avversario, condividere le idee, parlare dopo le partite. Vecchie abitudini!».
Al termine dell’evento il presidente della Fide Arkady Dvorkovich ha dichiarato di sperare che la seconda metà del torneo dei candidati si svolga a settembre, ma la quantità di tornei online che verrà giocata nel frattempo sarà di certo eccezionale.
Sito ufficiale: https://chess24.com/en
Classifiche finali
Maschile: 1° Carlsen 12 punti su 18; 2° Dubov 10; 3° Svidler 9,5; 4°-6° Mamedyarov, Xiong, Le 9; 7°-8° Bu, Korobov 8,5; 9° Anton Guijarro 7,5; 10° Grischuk 7
Femminile: 1^-2^ Lagno, Lei 12 punti su 18; 3^ Abdumalik 11,5; 4^ Kosteniuk 10,5; 5^ Tan 10; 6^-7^ Khademalsharieh, Stefanova 9; 8^ Sebag 8,5; 9^ Paehtz 4,5; 10^ D. Cori 3

LICHESS: GRISCHUK BATTE TOMASHEVSKY E VINCE IL TORNEO “PLAY FOR RUSSIA”
Il GM Alexander Grischuk ha vinto il torneo “Play for Russia”, evento blitz online ospitato dal 12 al 14 maggio sulla piattaforma Lichess. Il torneo ha raccolto l’impressionante cifra di 333.000 dollari per gli ospedali e gli operatori sanitari che stanno combattendo l’epidemia di Coronavirus in Russia. L’evento è nato dall’iniziativa di alcuni tra i più forti giocatori russi, guidati dall’ex campione del mondo Vladimir Kramnik, ed è stato supportato dalla Federazione scacchistica russa, dal Ministero dello sport, dalla Fondazione Timchenko, dal gruppo delle società Ramax e dalla Gazprombank (Svizzera).
Tra i numerosi eventi di beneficenza legati all’emergenza Covid-19, “Play for Russia” è stato quello che finora ha ottenuto il maggior successo. Prima del torneo, ciascun partecipante ha deciso a chi destinare gli importi ricevuti dalle donazioni in base alle necessità di ogni istituzione. L’intero ricavato è stato invece distribuito equamente tra le regioni, indipendentemente dalla classifica finale. Oltre a Kramnik (che ha scelto la regione dello Krasnodar Krai) e Grischuk (Mosca), erano in gara anche i GM Evgeny Tomashevsky (regione della Saratov), Ian Nepomniachtchi (Bryansk), Sergey Karjakin (Crimea), Peter Svidler (San Pietroburgo), Ernesto Inarkiev (Caucaso) e Alexander Riazantsev (Urali e Siberia).
È stato proprio Kramnik a vincere il torneo a doppio girone all’italiana che costituiva la fase preliminare di qualificazione alle finali ko; il russo si è assicurato il successo con due turni di anticipo e alla fine ha totalizzato 10,5 punti su 14 contro i 9 di Svilder. È interessante notare come Kramnik abbia sconfitto l’attuale numero uno russo, Ian Nepomniachtchi, in entrambe le loro partite.
Le finali si sono disputate giovedì 14 maggio, con Kramnik che è stato abbinato a Grischuk. Quest’ultimo ha perso il primo incontro a causa di una svista e sembrava che non si fosse ancora scrollato di dosso la forma poco eccelsa mostrata nel secondo giorno di gara. Tuttavia, dopo la prima sconfitta, Grischuk ha vinto le successive cinque partite consecutive, aggiudicandosi il torneo. Prima ha colmato il divario con Kramnik e vinto l’Armageddon, giocando due partite che ha considerato tra le sue migliori di tutto l’evento; poi ha liquidato 3-0 in finale Tomashevsky (che aveva eliminato 1,5-0,5 Svidler).
Classifica finale torneo preliminare: 1° Kramnik 10,5 punti su 14; 2° Svidler 9; 3°-4° Tomashevsky, Grischuk 8; 5° Karjakin 7,5; 6° Inarkiev 5,5; 7° Nepomniachtchi 5; 8° Riazantsev 2,5

CHESS.COM: FIROUZJA SUPERA GIRI IN FINALE NEL SUPERTORNEO “CHESSBRAH”
Alireza Firouzja ha vinto il Chessbrah Invitational, torneo blitz tra sei superGM ospitato il 15 e 16 maggio sulla piattaforma Chess.com. Il giovane iraniano ha sconfitto Anish Giri in una finale al meglio delle dieci partite.
Piuttosto originale il format di gioco: inizialmente sono stati disputati tre match a eliminazione diretta, nei quali Giri, Firouzja e Ian Nepomniachtchi hanno guadagnato l’accesso diretto alle semifinali. I perdenti dei tre match, ovvero Alexander Grischuk, Fabiano Caruana e Maxime Vachier-Lagrave, hanno quindi disputato un torneo all’italiana il cui vincitore, Grischuk, ha ottenuto il quarto e ultimo posto nelle semifinali.
Queste ultime sono state giocate al meglio delle quattro partite, con un controllo del tempo di 3′ e un incremento di 2” per mossa. I primi a giocare sono stati Giri e Nepomniachtchi. L’olandese si è aggiudicato le prime due partite prima di perdere la terza, ma si è subito rifatto, vincendo la quarta e la sfida. Determinante la prima partita, nella quale Nepo ha commesso il più classico degli errori dovuti al “mouse slip” (una “scivolata di mouse”), mettendo un pezzo in presa in una posizione altrimenti equilibrata. È possibile che la sconfitta abbia influenzato il suo gioco nel resto del match. Come ha evidenziato il commentatore GM Aryan Tari: «Penso che Ian sia il giocatore più incostante nella top 10».
L’altra semifinale, tra Firouzja e Grischuk, ha visto uno scenario completamente diverso quando tutte e quattro le partite “regolari” sono finite in parità. Nello spareggio Armageddon l’iraniano ha vinto con il Nero, guadagnando l’accesso alla finae.
La sfida conclusiva tra Firouzja e Giri era al meglio delle dieci partite: l’olandese ha vinto la prima, Firouzja la seconda e, dopo un pareggio nella terza, ha preso il volo, infilando quattro successi di fila e guadagnando il primo premio di 1.750 dollari.
Sito ufficiale: https://www.chess.com/

È NATO IL “CARLSEN TOUR”: DA OGGI LA “LINDORES ABBEY RAPID CHALLENGE”
Anche se tutti gli eventi a tavolino sono stati annullati, il cyber-pubblico di fan degli scacchi non si può certo annoiare. E, sulla scorta del successo riscosso dal “Magnus Carlsen Invitational”, il campione del mondo ha annunciato il “Magnus Carlsen Tour”, una serie di cinque tornei online con un montepremi complessivo di un milione di dollari; l’annuncio è stato dato durante una conferenza stampa che ha avuto luogo a Oslo il 14 maggio. Il tour include lo stesso “Carlsen Invitational”, che si è disputato tra il 18 aprile e il 3 maggio, e prevede: da oggi al 3 giugno la “Lindores Abbey Rapid Challenge”; dal 20 giugno al 3 luglio l’Online Chess Masters; dal 21 luglio al 5 agosto il “Legends of Chess” e dal 9 al 20 agosto la “Grand Final”.
I primi quattro classificati di ogni torneo ottengono automaticamente un posto per quello successivo. La Grand Final sarà disputata tra i vincitori dei singoli tornei; se un giocatore vince uno o più tornei, il posto o i posti avanzati saranno decisi in base al punteggio.
Il torneo “Lindores Abbery Rapid Challenge”, che inizierà oggi, 19 maggio, sarà una versione online del torneo che è stato disputato l’anno scorso nella distilleria scozzese. All’evento prenderanno parte quattro giocatori che hanno partecipato anche al Magnus Carlsen Invitational: lo stesso Carlsen, Hikaru Nakamura, Ding Liren e Alireza Firouzja. A loro si aggiungeranno Wesley So, Alexander Grischuk, Sergey Karjakin, Levon Aronian, Wei Yi, Daniil Dubov, Jan-Krzysztof Duda e Yu Yangyi.
La cadenza sarà di 15 minuti più 10 secondi di incremento per mossa. Il format prevede una fase preliminare che consiste in un girone all’italiana con dodici giocatori, seguito da una fase a eliminazione diretta tra i primi otto classificati. Le partite saranno giocate sulla piattaforma Chess24.
Sito ufficiale: https://chess24.com/en

ADDIO A GIULIO SAVELLI, EDITORE DI TORRE & CAVALLO A FINE ANNI OTTANTA
È morto a Roma il 12 maggio Giulio Savelli, direttore ed editore di Torre & Cavallo tra il 1988 e il 1990 e principale organizzatore, in quel triennio, delle Giornate Scacchistiche Romane, eventi a cui parteciparono Kasparov, Karpov e altri ex campioni del mondo.
Savelli, nato il 27 settembre 1941, aveva 78 anni ed era stato un editore di spicco; tra gli oltre mille libri pubblicati dalla sua casa editrice negli anni Settanta si ricordano in particolare il bestseller del 1976 “Porci con le ali” (di Lidia Ravera e Marco Lombardo Radice) e ”La strage di Stato” (1970), controinchiesta sulla strage di piazza Fontana.
Appassionato di scacchi (era giocatore di categoria nazionale) nel 1987 divenne editore di Torre & Cavallo, testata fondata e diretta da Francesco Corrarello nel 1985. Alla nuova serie di Torre & Cavallo, iniziata col numero di luglio del 1987, Savelli diede un impulso poderoso, creando una pubblicazione innovativa nel panorama scacchistico italiano: di grande formato, con la collaborazione di grandi maestri di fama mondiale, arricchita da molte fotografie e immagini. La coraggiosa intuizione di Savelli fu di lanciare la rivista nelle edicole, con una tiratura che inizialmente superava le diecimila copie mensili, per consolidarsi – in seguito all’affinamento della distribuzione – su un numero di poco inferiore. Nell’ambiente scacchistico dell’epoca ben pochi credevano che un mensile di scacchi potesse sostenere a lungo la sfida della distribuzione nelle edicole, memori dell’esperimento di TuttoScacchi, una bella rivista nata a Roma sull’onda del match Fischer-Spassky del 1972 che resistette nelle edicole per soli tredici numeri, dal maggio 1973 al maggio 1974.
Al successo di Torre & Cavallo contribuì indubbiamente la vasta eco delle Giornate Scacchistiche Romane e l’ulteriore impegno profuso da Savelli a partire dal numero di maggio del 1988, quando divenne anche direttore responsabile della testata.
Nel 1990 Savelli fu richiamato dalla politica, suo principale interesse, perciò affidò la direzione di Torre & Cavallo a Roberto Messa. Nel 1996 Savelli venne eletto deputato alla Camera nelle liste di Forza Italia, partito da cui uscì nel 1997; ha comunque concluso la legislatura nel 2001. Da allora fino alla morte ha scritto per varie testate, mentre sul fronte scacchistico si è limitato a partecipare ad alcune simultanee di grandi campioni.

PROTOCOLLO ANTI-COVID, LA FEDERSCACCHI SI PREPARA ALLA RIPARTENZA (LENTA)
Nei social e nei commenti degli appassionati si sono levate non poche critiche nei confronti della Federazione, per il silenzio e per la mancanza di iniziative concrete nei due mesi di massima emergenza, all’incirca dall’inizio di marzo alla metà di maggio.
Alcuni hanno lamentato il fatto che la Fsi non abbia indetto direttamente tornei o corsi di scacchi online, cosa che invece hanno fatto spontaneamente molti club e istruttori, anche a titolo gratuito. Altri si chiedevano come fosse possibile continuare a tacere sulla data di ripresa delle attività agonistiche, di insegnamento elementare e di training, preoccupati anche da uno studio commissionato dal Coni al Politecnico di Torino, per il quale la Fsi aveva dato una autovalutazione molto alta per i rischi di contagio connessi alla pratica degli scacchi; del resto i problemi di distanziamento e di protezione dal contagio in torneo, nell’attività di gioco libero nei club o nei corsi di scacchi, assomiglia molto ai problemi ben noti che devono affrontare i gestori di bar e ristoranti.
Intanto sono saltati tutti gli eventi agonistici in calendario, dai campionati giovanili ai maggiori festival internazionali, quantomeno fino alla prima metà di luglio, ma vari organizzatori che abbiamo interpellato sono molto in dubbio anche per quel che riguarda le manifestazioni di agosto. L’opinione più diffusa è che se tutto va bene si ricomincerà a settembre, e non senza restrizioni e norme di sicurezza oggettivamente pesanti.
A questo riguardo, in data 16 maggio sul sito della Federazione è stato pubblicato il “Protocollo di indirizzo per il contrasto e il contenimento dei rischi da contagio del virus covid-19 nella pratica dello sport degli scacchi”, http://www.federscacchi.it/.
Naturalmente i presidenti delle ASD, gli istruttori e gli organizzatori faranno bene a studiare con attenzione il lungo documento, la cui applicazione pone in capo a loro una serie di responsabilità.
Qui ci limitiamo a osservare che le procedure per mettere a norma un torneo o un corso sono tante, complesse e costose, come lo sono del resto per tutti gli esercizi e i luoghi di ritrovo che affrontano la riapertura nella cosiddetta fase due.
Per fare solo un esempio, i circoli dovrebbero sostituire i tavoli, poiché credo che nessuno usi normalmente tavoli con profondità un metro, molto scomodi per il gioco vivo, soprattutto per i bambini.
Importante notare, come si legge nelle premesse formali del documento, che questo Protocollo resterà in vigore fino a quando il Governo manterrà l’emergenza sanitaria; siccome viene richiamato il decreto del 31 gennaio che proclama l’emergenza per sei mesi, in teoria resterebbe in vigore fino al 31 luglio, ma è possibile, se non probabile, che il governo non dichiari chiusa l’emergenza così presto…

BANTER BLITZ CUP ITALIA: QUALIFICAZIONI E TORNEO KO DAL 23 AL 31 MAGGIO
Si propone di essere un torneo con alcuni dei migliori giocatori azzurri, ma possibilità per tutti di accedere alle fasi finali a eliminazione diretta. Si tratta della prima Banter blitz cup Italia, organizzata da Chess Avengers (Angelo Damia e Alessio Boraso), Chess Fortress (Artem Gilevych e Riccardo Marzaduri) e Claudio Negrini in collaborazione con “Le Due Torri”, che sarà anche sponsor. L’evento sarà ospitato sulla piattaforma Lichess con iscrizione gratuita e avrà cadenza di 3’+2”.
Il primo torneo di qualificazione (‘Elite’), riservato a GM, MI, MF e MIf tesserati FSI, avrà luogo sabato 23 maggio alle 18; i primi dodici classificati avranno accesso agli ottavi di finale. Il secondo torneo (‘Road to Banter’), aperto a tutti i tesserati Fsi non ancora qualificati, si terrà invece mercoledì 27 maggio alle 21; quattro i posti in palio per la fase finale.
Gli ottavi e i quarti si terranno sabato 30 maggio a partire dalle 17, le semifinali e la finale domenica 31 maggio, sempre dalle 17. Tutti i match a eliminazione diretta saranno al meglio delle quattro partite, più eventuale Armageddon in caso di parità. Sia nelle semifinali sia nelle finali ogni giocatore dovrà garantire un live streaming nella prima o seconda partita.
Per ulteriori dettagli consultare il bando del torneo: Banter_Blitz_Cup_Italia.pdf.

Lascia un Commento