MS: on line il numero 888

E’ on line il numero 888 del nostro settimanale web, Messaggero Scacchi. E’ possibile leggerlo in formato pdf. Il file di partite è in formato PGN zippato.
In questo numero:
1 – COPPA DEL MONDO: ARONIAN E DING IN FINALE E QUALIFICATI AI CANDIDATI
2 – SAINT LOUIS (USA): IL TEDESCO MEIER LA SPUNTA NELLA CLASSICA D’AUTUNNO
3 – GRECIA: SMIRNOV SUPERA DAVID PER SPAREGGIO NEL MEMORIAL CAPABLANCA
4 – IL DANESE THYBO CAMPIONE EUROPEO U18, TEA GUECI QUINTA FRA LE RAGAZZE
5 – BUDAPEST (UNGHERIA): IL MAGIARO GERGELY ACZEL SU TUTTI NEL FIRST SATURDAY
6 – MORTARA: IL FILIPPINO VIRGILIO VUELBAN PRIMO NELL’OPEN DAVANTI A DAMIA

1 – COPPA DEL MONDO: ARONIAN E DING IN FINALE E QUALIFICATI AI CANDIDATI
Sono Levon Aronian e Liren Ding i finalisti della Coppa del mondo 2017, in corso a Tbilisi (Georgia) fino al 26 settembre. Arrivando in fondo alla competizione l’armeno e il cinese si sono qualificati di diritto all’edizione 2018 del torneo dei Candidati, aggiungendosi, per ora, al solo Sergey Karjakin, ovvero lo sconfitto del match per il titolo 2016; gli altri cinque partecipanti all’evento che decreterà il prossimo sfidante di Carlsen saranno designati dal Grand Prix Fide (due) e in base al rating medio del 2017 (due), mentre uno sarà scelto dagli organizzatori (al momento non ancora definiti).
Aronian e Ding hanno rispettivamente eliminato in semifinale il francese Maxime Vachier-Lagrave e lo statunitense Wesley So; entrambe le sfide sono state decise ai tie break, dopo che le due partite a cadenza regolare si erano concluse in parità. L’armeno ha perso la prima partita rapid, ma si è prontamente rifatto nella seconda; dopo quattro pareggi si è quindi aggiudicato la decisiva partita Armageddon, nella quale, costretto a vincere alla guida dei pezzi bianchi, è riuscito a spuntarla in un teso finale di Torri. Dal canto proprio il cinese, che aveva sciupato una grossa occasione col Nero nella prima partita rapid, pattando rapidamente la seconda, è riuscito ad affondare il colpo nella terza, imponendosi infine per 3,5-2,5.
Prima ancora, nei quarti di finale, l’attesa fida tra Aronian e Ivanchuk era stata ben al di sotto delle aspettative, dopo che l’ucraino era stato surclassato nella prima partita, non riuscendo ad andare oltre la patta nella seconda. Ding era invece riuscito a fermare la corsa del giovane ungherese Richard Rapport, accettando nella prima partita una sorprendente offerta di patta dopo undici mosse, per poi lanciarsi nella seconda in un attacco devastante, infliggendo a Rapport la sua unica sconfitta nelle sedici partite di Coppa del mondo disputate. Anche gli altri favoriti avevano trionfato: So aveva superato un determinato Vladimir Fedoseev, mentre Vachier-Lagrave aveva avuto bisogno dello spareggio per piegare la resistenza di Peter Svidler.
Negli ottavi, invece, con soli 16 giocatori rimasti la vittoria di Ivanchuk su Anish Giri era stato il minore degli stravolgimenti, se paragonato alle grosse sorprese del terzo turno, quando erano stati eliminati, tutti insieme, Carlsen, Caruana, Nakamura e Kramnik. Curiosamente, c’era stato solo un abbinamento in cui entrambi i giocatori erano nella top 16, Vachier-Lagrave contro Alexander Grischuk, con il francese che si era imposto 3,5-2,5.
La finalissima di Coppa sarà giocata al meglio delle quattro partite dal 23 al 26 settembre, più eventuali spareggi il giorno 27 e cerimonia di premiazione a seguire (e in ogni caso in programma alle 19 ora locale).
Sito ufficiale: https://tbilisi2017.fide.com/

2 – SAINT LOUIS (USA): IL TEDESCO MEIER LA SPUNTA NELLA CLASSICA D’AUTUNNO
Il GM tedesco Georg Meier ha vinto al fotofinish l’edizione 2017 della “Classica d’autunno di Saint Louis” (Usa), disputata dal 6 al 14 settembre. Meier, favorito della vigilia, è riuscito a rispettare il pronostico, ma solo grazie allo spareggio tecnico è riuscito a superare il GM statunitense Yaroslav Zherebukh dopo che entrambi avevano totalizzato 5,5 punti su 9, portando a termine il torneo imbattuti. Sul terzo gradino del podio è salito in solitaria il GM polacco Dariusz Swiercz, che è stato fermato solo al sesto turno dal GM russo Aleksandr Shimanov, infine quarto alla guida del gruppo a 4,5 composto dal GM Vladislav Kovalev, dalla GM cinese Ju Wenjun – unica donna in gara – e dal MI statunitense Awonder Liang. La competizione aveva un rating medio di 2610 (15ª categoria Fide).
Nel torneo B (media Elo 2498) ha dominato il GM statunitense Joshua Friedel, primo in solitaria e imbattuto con 6,5 punti su 9, seguito a mezza lunghezza di distanza dai GM Alan Pichot (Argentina) e Antonios Pavlidis (Grecia), che hanno spartito il secondo posto a quota 6.
Sito ufficiale: http://uschesschamps.com/
Classifiche finali
Torneo A: 1°-2° Meier, Zherebukh 5,5 punti su 9; 3° Swiercz 5; 4°-7° Shimanov, Kovalev, Ju, Liang 4,5; 8°-9° Naroditsky, Li 4; 10° Petrosian 3
Torneo B: 1° Friedel 6,5 punti su 9; 2°-3° Pichot, Pavlidis 6; 4° Ramirez 5,5; 5ª Ni 5; 6° Chandra 4,5; 7°-9ª Shabalov, Prasanna, Abrahamyan 3; 10° Arribas Lopez 2,5

3 – GRECIA: SMIRNOV SUPERA DAVID PER SPAREGGIO NEL MEMORIAL CAPABLANCA
Il GM greco Spyridon Kapnisis ha vinto la seconda edizione del Memorial Fischer, disputata ad Anogia (Grecia) dall’11 al 19 settembre. Kapnisis, numero quattro di tebellone, si è imposto in solitaria e imbattuto con 6,5 punti su 9, staccando di mezza lunghezza il GM russo Aleksandr Karpachev, penalizzato dall’unica sconfitta subìta, al terzo turno con il MI francese Pierre Bailet, favorito della vigilia. Il GM greco Ioannis Nikolaidis si è piazzato terzo superando per spareggio tecnico lo stesso Bailet, dopo che entrambi avevano totalizzato 5,5 punti su 9. La competizione aveva un rating medio di 2410.
Nella seconda edizione del Memorial Capablanca (media Elo 2394), che si è svolta in contemporanea, il GM milanese e campione italiano in carica Alberto David ha chiuso in vetta, ma lo spareggio tecnico ha permesso al MI australiano Anton Smirnov di superarlo dopo che entrambi avevano portato a termine il torneo imbattuti con 7 punti su 9. Con la sua vittoria, il 16enne Smirnov è diventato il settimo e più giovane GM australiano. Sul terzo gradino del podio è salito il GM Evgeny Levin, solitario e imbattuto con 6,5 punti.
Risultati: http://chess-results.com/tnr291671.aspx
Classifiche finali
Memorial Fischer: 1° Kapnisis 6,5 punti su 9; 2° Karpatchev 6; 3°-4° Nikolaidis, Bailet 5,5; 5° Georgakopoulos 5; 6° Horton 4,5; 7°-8° Anagnostopoulos, Velten 4; 9° Mcphillips 3; 10° Le Ruyet 1
Memorial Capablanca: 1°-2° Smirnov, David 7 punti su 9; 3° Levin 6,5; 4°-5° Favarel, Rozentalis 5,5; 6° Urban 3,5; 7°-8° Duzhakov, Xylogiannopoulos 3; 9°-10° Milonakis, Taylor 2

4 – IL DANESE THYBO CAMPIONE EUROPEO U18, TEA GUECI QUINTA FRA LE RAGAZZE
I campionati europei giovanili fanno di nuovo il botto. La 27ª edizione dell’evento, ospitata a Mamaia (Romania) dal 5 al 14 settembre, ha fatto registrare ai nastri di partenza circa 1140 giocatori in rappresentanza di 49 federazioni; non un record in termini assoluti, ma di certo un buon segno sulla diffusione degli scacchi nel continente. In gara c’erano anche 14 azzurrini, accompagnati dal MF Claudio Negrini (capo delegazione) e dalla MI Elena Sedina. Come da tradizione sono stati giocati dodici tornei – sei per la sezione maschile e altrettanti per quella femminile – suddivisi a per fasce d’età, dall’Under 8 all’Under 18. E, parlando di tradizioni, anche quest’anno la Russia ha chiuso in vetta al medagliere (con 4 ori, 3 argenti e 4 bronzi), ma lo ha fatto a dirla tutta solo grazie alle sue rappresentanti più giovani (U12, U10, U8), che da sole hanno conquistato sette medaglie, di cui tre d’oro. Sul secondo gradino del podio delle nazioni è salito Azerbaigian con due ori, due argenti e un bronzo, sul terzo con due ori la sorprendente Danimarca. Tra i ragazzi dell’Under 18 si è piazzato primo in solitaria proprio un danese, il MI Jesper Sondergaard Thybo, numero sei di tabellone, che con 7 punti su 9 ha superato per spareggio tecnico il MI croato Jadranko Plenca e staccato di mezza lunghezza quattro giocatori, fra i quali il rumeno Bogdan-Daniel Deac, unico GM in gara, ha conquistato il bronzo. Il favorito MF russo Andrey Esipenko si è piazzato primo a 7,5 nell’Under 16, superando per spareggio tecnico l’israeliano Ariel Erenburg, mentre l’Under 14 si è chiuso con il successo in solitaria di un altro giovane danese, il MF Jonas Buhl Bjerre. Nell’Under 12 il favorito MF azerbaigiano Aydin Suleymanli ha avuto la meglio al tiebreak sull’outsider polacco Filip Luczak, numero 52 di tabellone; il francese Marc Andria Maurizzi è arrivato 1° con 7,5 nell’Under 10 8secondo con gli stessi punti l’azerbaigiano Read Samadov), mentre l’ungherese Tran Nam Giang l’ha spuntata sull’inglese Shreyas Royal nell’Under 8.
Nella sezione femminile, l’Under 18 è stato vinto a sorpresa dall’armena Sona Asatryan con 7 su 9, mentre nell’Under 16 la MIf bielorussa Olga Badelka, favorita della vigilia, si è imposta con 7,5. L’azerbaigiana Govhar Beydullayeva ha dominato con 8,5 su 9 l’Under 14, mentre tre russe, come accennato sopra, hanno conquistato il titolo fra le più piccole: Galina Mironenko (U12), Veronika Shubenkova (U10) e Sofya Svergina (U8).
Proprio nel settore femminile sono arrivati i migliori piazzamenti per l’Italia: la MFf palermitana Tea Gueci si è piazzata quinta con 6 punti fra le U18, lottando fino alla fine per il podio (e pareggiando all’ultimo turno con la vincitrice). Bene hanno fatto anche la milanese Giulia Sala, 14ª a 6 fra le U10, e Marianna Raccanello, 25ª a 5 fra le U14, mentre fra i ragazzi si è distinto il milanese Mattia Angelo Valtemara, 37° fra gli U12
Sito ufficiale: https://ecuyouth2017.ro/
Tutti i podii
U18M: 1° Thybo (DAN); 2° Plenca (CRO); 3° Deac (ROM)
U16M: 1° Esipenko (RUS); 2° Erenberg (ISR); 3° Ileana (ROM)
U14M: 1° Bjerre (DAN); 2° Yeritsyan (RUS); 3° Remizov (RUS)
U12M: 1° Suleymanli (AZE); 2° LuczaK (POL); 3° Antonica (ROM)
U10M: 1° Maurizzi (FRA); 2° Samadov (AZE); 3° Strybuk (BLR)
U8M: 1° Giang (UNG); 2° Royal (ING); 3° Vetokhin (RUS)
U18F: 1ª Asatryan (ARM); 2ª Dwilewicz (POL); 3ª Garcia Martin (SPA)
U16F: 1ª Badelka (BLR); 2ª Schneider (GER); 3ª Antova (BUL)
U14F: 1ª Beydullayeva (AZE); 2ª Srdanovic (SRB); 3ª Krasteva (BUL)
U12F: 1ª Mironenko (RUS); 2ª Stepanyan (RUS); 3ª Allahverdiyeva (AZE)
U10F: 1ª Shubenkova (RUS); 2ª Gasimova (AZE); 3ª Mikheeva (RUS)
U8F: 1ª Svergina (RUS); 2ª Zavivaeva (RUS); 3ª Shukhman (RUS)

5 – BUDAPEST (UNGHERIA): IL MAGIARO GERGELY ACZEL SU TUTTI NEL FIRST SATURDAY
Il GM ungherese Gergely Aczel ha rispettato i pronostici e ha vinto il tradizionale First Saturday di Budapest (Ungheria), disputato dal 2 al 12 settembre. Aczel, favorito nella griglia di partenza, si è imposto in solitaria con 7,5 punti su 9 e un’unica sconfitta, all’ultimo turno con il GM slovacco Milan Pacher. Dietro di lui un altro ungherese, il GM Attila Czebe, è salito sul secondo gradino del podio dopo aver super per spareggio tecnico il MI costaricano Leonardo Valdes Romero.
Il torneo MI è stato vinto dal MF ucraino Yevhenii Yelisieiev con un quasi perfetto 8,5 su 9: l’unico pareggio lo ha ottenuto al quinto turno con il MI ungherese Emil Szalanczy. A una lunghezza e mezza di distanza si è piazzato secondo a 7 il GM serbo Zlatko Ilincic, favorito della vigilia, ma fermato nella corsa al primo posto dalla sconfitta subita al secondo turno per mano di Yelisieiev. Terzo a 6 il MF inglese Mark Lyell.
Nel torneo MF, vinto dal MI ungherese Laszlo Eperjesi con 7 punti su 10, ha ben figurato la sedicenne perugina Silvia Albi Bachini Conti, che si è piazzata terza a 5,5 (tre vittorie e due sconfitte), guadagnando 78 punti Elo.
Sito ufficiale: http://firstsaturday.hu/1709/index.htm
Classifiche finali
Torneo GM: 1° Aczel 7,5 punti su 9; 2°-3° Czebe, Valdes Romero 6; 4° Akesson 5,5; 5° Mulyar 5; 6° Pacher 4,5; 7° Bagi 4; 8° Szotowski 3,5; 9° Mischuk 3; 10° Balint 0
Torneo MI: 1° Yelisieiev 8,5 punti su 9; 2° Ilincic 7; 3° Lyell 6; 4° Nguyen Van Thanh 5; 5° Prorok 4; 6°-7ª Boguszlavszkij, Juhasz 3,5; 8° Farago 3; 9° Szalancy 2,5; 10° Turzo 2

6 – MORTARA: IL FILIPPINO VIRGILIO VUELBAN PRIMO NELL’OPEN DAVANTI A DAMIA
Il MI filippino Virgilio Vuelban si è aggiudicato la settima edizione del torneo “Città di Mortara” (Pavia), disputata dal 15 al 17 settembre. Vuelban si è imposto in solitaria e imbattuto con 4,5 punti su 5, pareggiando solo al quarto turno con il MI milanese Angelo Damia, favorito della vigilia. Quest’ultimo si è piazzato secondo in solitaria a 4, penalizzato da un pareggio di troppo rispetto a Vuelban, ovvero quello dell’ultimo turno con il maestro biellese Lorenzo Bardone, che si è classificato terzo a 3,5 superando per spareggio tecnico l’alessandrino Marco Barbero.
L’Under 16 è stato vinto al fotofinish dal pavese Gabriele Malzani, classe 2004, grazie allo spareggio tecnico che gli ha permesso di superare i conterranei Riccardo Treccozzi, classe 2007, e Sofia Stefanova Mitsikuliev, anche lei del 2004, che come lui avevano totalizzato 4 punti su 5. Tutti e tre i giovanissimi partivano dal fondo della griglia iniziale e Malzani e Treccozzi – rispettivamente numero 16 e 17 di tabellone su 17 partecipanti – hanno portato a termine il torneo imbattuti.
Alla manifestazione hanno preso parte 38 giocatori, provenienti da tre Paesi diversi, tra cui due maestri internazionali nell’open principale.
Risultati: http://vesus.org/festivals/7deg-torneo-open-cittagrave-di-mortara/
Classifiche finali
Open: 1° Vuelban 4,5 punti su 5; 2° Damia 4; 3°-4° Bardone, Barbero 3,5; 5°-8° Altieri, Carrea, Ripepi, Forti 3; 9°-12° Chiesa, Robbo, Pedemonte, Grudina 2,5; ecc.
Under 16: 1°-3ª Malzani, Treccozzi, Mitsikulev 4 punti su 5; 4°-5° Parodi, L. Delucis 3,5; 6°-ª7ª G. Delucis, Serban 3; 8°-10° Locatelli, Rossi, Tonutti 2,5; ecc.

Lascia un Commento