MS: on line il numero 1111

E’ on line il numero 1111 del nostro settimanale web, Messaggero Scacchi. E’ possibile leggerlo in formato pdf. Il file di partite è in formato PGN zippato.
In questo numero:
1 – TATA STEEL: ABDUSATTOROV CONDUCE DOPO 8 TURNI, CARLSEN IN OMBRA
2 – MONDIALE FIDE AD ASTANA (KAZAKISTAN) DAL 7 APRILE ALL’1 MAGGIO
3 – GP FEMMINILE: SECONDA TAPPA A MONACO DALL’1 AL 14 FEBBRAIO
4 – YEREVAN: TER-SAHAKYAN CAMPIONE ARMENO PER LA SECONDA VOLTA
5 – YEREVAN: L’IRANIANO POUR AGHA BALA RE NEL MEMORIAL MARGARYAN
6 – MARIENBAD (REP. CECA): CHEN QI E ISIK CAN PRIMI NEI TORNEI GM
7 – NEW YORK: IL MACEDONE SCHITCO SU TUTTI NEL TORNEO INVERNALE
8 – “CITTÀ DI TIVOLI”, IL FILIPPINO VUELBAN SI IMPONE IN SOLITARIA

TATA STEEL: ABDUSATTOROV CONDUCE DOPO 8 TURNI, CARLSEN IN OMBRA
L’attesa era tutta per Magnus Carlsen, record-man dell’evento con otto primi posti, ma a rubare la scena al norvegese nell’ottantacinquesima edizione del supertorneo Tata Steel (14-29 gennaio, media Elo 2741) ci ha pensato fino ad ora il 18enne Nodirbek Abdusattorov, campione mondiale rapid a fine 2021 e principale fautore della vittoria dell’Uzbekistan alle Olimpiadi 2022. Dopo 8 dei 13 turni in programma, la giovane star uzbeca conduce la classifica provvisoria con 6 punti, frutto di quattro patte e altrettanti successi, uno dei quali proprio contro il campione del mondo (per di più col Nero). Che il norvegese non fosse in stato di grazia, del resto, lo si era capito già prima del quinto turno, quello della sconfitta con il battistrada. Nei primi tre, a parte una vittoria abbastanza netta, ma condita da qualche imprecisione di troppo, con Vincent Keymer, aveva ottenuto due patte non proprio frizzanti (col Bianco) contro Levon Aronian e Ding Liren, poi al quarto era stato battuto nettamente da Anish Giri, con il quale non perdeva una partita a cadenza classica da 12 anni. Venendo superato subito dopo anche da Abdusattorov, Carlsen ha dunque perso due partite di fila, cosa che non gli capitava dal supertorneo Norway Chess del 2015. L’uzbeco, che aveva esordito con una vittoria col Nero ai danni di Richard Rapport, al quarto turno aveva avuto la meglio anche su Parham Maghsoodloo e, con il successo del quinto, è volato solitario in vetta alla classifica, allungando ulteriormente il distacco sugli inseguitori al settimo (a spese di Arjun Erigaisi). A una lunghezza di distanza dalla vetta, stazionano Wesley So e Giri – autore, al secondo turno, di una brillante combinazione che aveva messo ko Dommaraju Gukesh -, mentre a 4,5 seguono Aronian, Rameshbabu Praggnanandhaa, Fabiano Caruana e Carlsen, risalito dal baratro grazie a due vittorie consecutive ai danni di Rapport e Fab Fab. Dopo il secondo giorno di riposo previsto per oggi, domani il torneo ripartirà (diretta dalle 14.15 ora italiana) con le sfide Keymer-Abdusattorov, Ding-Giri, Maghsoodloo-So, Praggnanandhaa-Caruana, Aronian-Van Foreest, Carlsen-Gukesh ed Erigaisi-Rapport.
In parallelo al gruppo Masters è in corso il Challengers (media Elo 2580), dove il tedesco Alexander Donchenko è in testa con 6 su 8, seguito a 5,5 dal turco Mustafa Yilmaz e dal serbo Velimir Ivic e a 5 dall’uzbeco Javokhir Sindarov e dall’olandese Thomas Beerdsen; sesto in solitaria a 4,5 l’iraniano Amin Tabatabaei. Scontri clou di domani: Donchenko-L’Ami, Tabatabaei-Ivic e Vaishali-Yilmaz. Quest’anno sono tornati a essere disputati i tornei amatoriali e tutti gli eventi collaterali, sospesi durante la pandemia; anche il pubblico ha potuto di nuovo accedere liberamente.
Sito ufficiale: https://tatasteelchess.com/
Classifiche dopo il turno 8
Masters: 1° Abdusattorov 6; 2°-3° Giri, So 5; 4°-7° Aronian, Praggnanandhaa, Caruana, Carlsen 4,5; 8° Ding 4; 9°-10° Rapport, Maghsoodloo 3,5; 11°-12° Erigaisi, Van Foreest 3; 13°-14° Keymer, Gukesh 2,5
Challengers: 1° Donchenko 6; 2°-3° Yilmaz, Ivic 5,5; 4°-5° Sindarov, Beerdsen 5; 6° Tabatabaei 4,5; 7° Adhiban 4; 8°-10ª L’Ami, Warmerdam, Vaishali 3,5; 11°-12° Supi, Mishra 3; 13ª Roebers 2,5; 14° Pechac 1,5

MONDIALE FIDE AD ASTANA (KAZAKISTAN) DAL 7 APRILE ALL’1 MAGGIO
Il match di campionato del mondo 2023 fra Ian Nepomniachtchi e Ding Liren si terrà ad Astana, in Kazakistan, dal 7 aprile all’1 maggio. Il russo e il cinese si batteranno per conquistare il trono lasciato vacante da Magnus Carlsen. Il Partner Generale dell’evento sarà Freedom Holding Corp, una società statunitense quotata al Nasdaq con radici kazake che fornisce servizi finanziari. Il montepremi sarà di 2 milioni di euro, con il 60% che andrà al vincitore e il 40% al secondo classificato.
Qualunque cosa accada ad Astana, la storia verrà scritta, poiché verrà incoronato un nuovo campione del mondo. Il 31 ottobre 2022, Magnus Carlsen aveva ufficialmente comunicato che non avrebbe difeso il suo titolo contro il Ian Nepomniachtchi. Ding Liren, secondo classificato nel Torneo dei Candidati e attuale numero 2 del ranking mondiale, ha ricevuto così l’opportunità inaspettata di giocare per il massimo riconoscimento nel mondo degli scacchi.
Senza un campione in carica e con due sfidanti, l’evento promette di essere uno dei campionati più emozionanti e aperti degli ultimi tempi, poiché nessuno dei due è un chiaro favorito. Ding Liren è il giocatore con il rating più alto, 2811 nella lista dell’1 gennaio. Tuttavia, Ian Nepomniachtchi, che attualmente ha un Elo di 2793, è leggermente in vantaggio nei confronti diretti a cadenza classica: delle 13 partite di giocate tra loro, “Nepo” ne ha vinte 3 e perse 2, con 8 patte totali. Il vantaggio di Nepomniachtchi aumenta a 13-9, con 17 pareggi, se si includono partite rapid ed esibizioni.
Fatto più importante, Nepomniachtchi si era piazzato davanti al suo rivale nel torneo dei Candidati ospitato a Madrid nel giugno-luglio 2022, con un impressionante punteggio di 9,5 punti su 14. Lì, Ding aveva totalizzato solo 8 punti – un risultato comunque sufficiente per garantirgli questa opportunità d’oro.
Il torneo dei Candidati è stato l’ultimo evento in cui i due contendenti si sono scontrati, pareggiando all’ottavo turno. In precedenza, Nepomniachtchi aveva sconfitto Ding nel primo turno del torneo, il che gli aveva permesso di partire subito con l’acceleratore pigiato. ‘Nepo’ si sarebbe poi classificato primo, riuscendo nella rara impresa di vincere il torneo dei Candidati due volte di fila, dopo il successo ottenuto a Yekaterinburg nel 2021.
Il match di Astana verrà giocato al meglio delle 14 partite, con un controllo del tempo di 120 minuti per le prime 40 mosse, seguiti da 60 minuti per le successive 20 mosse e quindi 15 minuti per il resto della partita, con un incremento di 30 secondi per mossa a partire dalla mossa 61. In caso di parità, il campione verrà determinato da un playoff a cadenza rapida.
L’Argentina era l’altro principale contendente per ospitare il campionato del mondo di scacchi Fide; anche Messico e Cina avevano anche espresso il loro interesse. Tuttavia, data la nazionalità dei contendenti, l’offerta ricevuta dalla capitale del Kazakistan aveva i maggiori vantaggi ed è stata l’opzione preferita dal Consiglio Fide.
«È la prima volta nella storia che un grande maestro cinese lotta per il titolo di campione del mondo. Prevediamo un enorme interesse dalla Cina per l’evento e questa è un’opportunità che dobbiamo sfruttare per promuovere il gioco degli scacchi in Asia», ha dichiarato il presidente della Fide, Arkady Dvorkovich. «Per quanto ci sarebbe piaciuto organizzare un evento mondiale in America, la differenza di fuso orario avrebbe seriamente influito sul pubblico online in questo caso specifico. Il Kazakhstan è un paese in crescita con un’economia florida e una situazione geografica privilegiata, che lo rende perfetto per ospitare questo match».
Una figura decisiva nell’organizzazione della sfida di Campionato del Mondo ad Astana è Timur Turlov, ex trader che nel 2008 ha fondato Freedom Finance. Turlov è ora il CEO di Freedom Holding Corp., un gruppo con sede negli Stati Uniti le cui società affiliate operano in tutta l’Asia centrale, Europa e USA, quotate al NASDAQ (FRHC) dal 2019.
Una delle società del gruppo, Freedom Broker, è stato il principale sponsor del recente campionato del mondo rapid e blitz che si è tenuto nella più grande città del Kazakhstan, Almaty, dove ha la sua sede. Poco dopo la sua conclusione, Turlov ha espresso il suo interesse a continuare la cooperazione con la Fide. Oltre ad essere la principale forza motrice dietro questa candidatura, ha anche deciso di candidarsi per la carica di presidente della Federazione del Kazakhstan: è stato eletto proprio la scorsa settimana, il 18 gennaio. Astana ha una lunga tradizione nell’ospitare eventi di scacchi. A settembre 2022 aveva ospitato la prima tappa del GP femminile Fide, vinto da Kateryna Lagno, e nel marzo 2019 il campionato del mondo a squadre.
Sito ufficiale: https://fide.com/

GP FEMMINILE: SECONDA TAPPA A MONACO DALL’1 AL 14 FEBBRAIO
Sono stati annunciati gli abbinamenti della seconda tappa del GP femminile 2022-2023, che sarà ospitata a Monaco di Baviera dall’1 al 14 febbraio 2022. Dodici giocatricii si sfideranno in un torneo all’italiana e, come al solito, ciascuna partecipante otterrà punti per la graduatoria generale del circuito in base alla propria posizione nella classifica finale; la vincitrice della serie GP sarà la giocatrice che otterrà il maggior numero di punti totali nei tre eventi GP disputati e, insieme alla seconda classificata, guadagnerà un posto nel prossimo torneo dei Candidati femminile.
Le partecipanti del GP di Monaco hanno ricevuto i seguenti numeri di sorteggio: 1. GM Elisabeth Paehtz (Germania), 2. GM Alexandra Kosteniuk (FIDE), 3. GM Tan Zhongyi (Cina), 4. GM Harika Dronavalli (India), 5. GM Zhansaya Abdumalik (Kazakhstan), 6. GM Mariya Muzychuk (Ucraina), 7. GM Anna Muzychuk (Ucraina), 8. GM Nana Dzagnidze (Georgia), 9. GM Humpy Koneru (India), 10. GMf Zhu Jiner (Cina), 11. MI Alina Kashlinskaya (Polonia), 12 GMf Dinara Wagner (Germania).
Sito ufficiale: https://womengrandprix.fide.com/

YEREVAN: TER-SAHAKYAN CAMPIONE ARMENO PER LA SECONDA VOLTA
Il GM Samvel Ter-Sahakyan ha vinto l’83ª edizione del Campionato armeno, disputata a Yerevan (Armenia) dal 13 al 21 gennaio. Ter-Sahakyan, numero tre di tabellone, si è imposto in solitaria con 6,5 punti su 9, riprendendosi bene dalla sconfitta subita al primo turno dal GM Tigran L. Petrosian. Sul secondo gradino del podio è salito il GM Manuel Petrosyan, che difendeva il titolo vinto lo scorso anno e partiva come favorito della vigilia: dopo un inizio che lo ha visto collezionare quattro vittorie consecutive, il campione uscente ha rallentato la sua corsa, pareggiando lo scontro diretto del quinto turno con Ter-Sahakyan e perdendo in quello successivo con il GM Robert Hovhannisyan, per poi totalizzare 1,5 punti negli ultimi tre turni. Il già citato Hovhannisyan e il GM Tigran K. Harutyunyan hanno spartito il terzo posto a quota 5,5. Per Ter-Sahakyan è il secondo titolo di campione armeno, dopo quello vinto nel 2020. La competizione aveva un rating medio di 2531 (12ª categoria Fide).
Nel campionato femminile, alla sua 78ª edizione, la favorita GMf Maria Gevorgyan si è aggiudicata il suo quinto titolo (lo aveva vinto anche nel 2016, 2017, 2019 e 2020) in solitaria con 7 punti su 9, staccando di mezza lunghezza la MIf Susanna Gaboyan; la MFf Arpine Grigoryan si è piazzata terza a 5,5.
Risultati: https://chess-results.com/tnr716571.aspx
Classifiche finali
Maschile: 1° Ter-Sahakyan 6,5 punti su 9; 2° Petrosyan 6; 3°-4° Hovhannisyan, Harutyunyan 5,5; 5°-6° Hakobyan, Andriasian 5; 7° Petrosian 4,5; 8° Gharibyan 3,5; 9° Barseghyan 2; 10° Sargsyan 1,5
Femminile: 1ª Gevorgyan 7 punti su 9; 2ª Gaboyan 6,5; 3ª Grigoryan 5,5; 4ª Hakobyan 5; 5ª A. Khachatryan 4,5; 6ª-7ª Kobak, Yedigaryan 4; 8ª Gasparian 3,5; 9ª V. Khachatryan 3; 10ª Hayrapetyan 2

YEREVAN: L’IRANIANO POUR AGHA BALA RE NEL MEMORIAL MARGARYAN
L’iraniano Amirreza Pour Agha Bala ha vinto la 13ª edizione del Memorial Margaryan, disputata a Yerevan (Armenia) dall’8 al 15 gennaio. Pour Agha Bala, che partiva con il numero cinque di tabellone, si è piazzato al primo posto con 6 punti su 9 grazie allo spareggio tecnico, che gli ha permesso di spuntarla sul connazionale MI Bardiya Daneshvar e sul GM russo Sergei Lobanov. Solo quarto a quota 5 il GM russo Klementy Sychev, favorito della vigilia, autore di otto patte e di una sola vittoria. La competizione aveva un rating medio di 2464 (9ª categoria Fide).
Nel gruppo MI, il MF armeno Aleks Sahakyan si è imposto in solitaria e imbattuto con 6,5 punti su 9, staccando di mezza lunghezza un terzetto di giocatori armeni a 5,5 guidato dal CMF Benik Agasarov e composto anche dai MF Robert Piliposyan e Arsen Davtyan.
Risultati: http://chess-results.com/tnr711248.aspx
Classifica finale torneo GM: 1°-3° Pour Agha Bala, Daneshvar, Lobanov 6 punti su 9; 4°-5° Sychev, Sturua 5; 6°-7° Art. Davtyan, Shahinyan 4,5; 8° Ohanyan 3,5; 9° Chaqryan 3; 10ª Mkrtchyan 1,5

MARIENBAD (REP. CECA): CHEN QI E ISIK CAN PRIMI NEI TORNEI GM
Il MI cinese Chen Qi e il MI turco Isik Can hanno vinto i tornei GM della ventunesima edizione del Festival internazionale di Marienbad (Repubblica Ceca), disputata dal 14 al 21 gennaio.
Nel gruppo GM-A1 Chen, che partiva con il numero tre di tabellone, si è piazzato imbattuto al primo posto con 6 punti su 9, staccando di mezza lunghezza il GM ceco Martin Petr, il MF Jakub Seemann e il MF ceco Richard Stalmach; questi ultimi hanno realizzato una norma MI, come pure il MF tedesco Christoph Natdisis, quinto a 5. Non è andato oltre il settimo posto a 4,5 il GM islandese Hannes Stefansson, favorito della vigilia. Il torneo aveva un rating medio di 2403 (7ª categoria Fide).
Nel gruppo GM-A2 (media Elo 2395) Can, numero due di tabellone, ha dominato e concluso in solitaria e imbattuto con 7 punti su 9. Dietro di lui, a una lunghezza e mezza di distanza, il MF ceco Vaclav Finek (per lui norma MI) e il MI tedesco Jakob Leon Pajeken hanno guadagnato rispettivamente l’argento e il bronzo a quota 5,5.
Risultati: http://chess-results.com/tnr673409.aspx
Classifiche finali
Torneo GM A1: 1° Chen Qi 6 punti su 9; 2°-4° Petr, Seemann, Stalmach 5,5; 5° Natdisis 5; 6°-7° Gaehwiler, Stefansson 4,5; 8° Kusa 4; 9° Rasik 3,5; 10° Adithya 1
Torneo GM A2: 1° Can 7 punti su 9; 2°-3° Finek, Pajeken 5,5; 4° Krejci 5; 5° Niedbala 4,5; 6°-7° Haba, Sorm 4; 8°-9° Ricken, Lalic 3,5; 10° Leisch 2,5

NEW YORK: IL MACEDONE SCHITCO SU TUTTI NEL TORNEO INVERNALE
Il GM macedone Ivan Schitco si è imposto nell’edizione 2023 del torneo invernale a inviti di New York, disputata nella metropoli statunitense dal 12 al 16 gennaio. Schitco, che partiva con il numero due di tabellone, si è piazzato al primo posto in solitaria e imbattuto con 6 punti su 9, staccando di mezza lunghezza un nutrito gruppo di inseguitori. Dietro di lui, infatti, il GM ungherese Gergely Kantor, il MF statunitense Nico Chasin e il GM uzbeko Djurabek Khamrakulov hanno spartito il secondo posto a 5,5. Kantor, che partiva come favorito della vigilia, ha mancato l’appuntamento con il primo posto a causa della sconfitta subita all’ottavo turno nello scontro diretto con Schitco. La competizione era di ottava categoria Fide (media Elo 2441).
In parallelo sono stati disputati altri tornei: il GM B è stato vinto dal MF statunitense Vincent Tsay con 6,5 punti su 9, nel torneo MI C si è imposto il MI ungherese Florian Kaczur con lo stesso punteggio, mentre a decidere il vincitore del MI D è stato lo spareggio tecnico, grazie al quale il MI canadese Shawn Rodrigue-Lemieux ha avuto la meglio sullo statunitense Grant Xu, dopo che entrambi avevano totalizzato 7,5 su 9.
Risultati: http://chess-results.com/tnr658281.aspx
Classifica finale torneo GM A: 1° Schitco 6 punti su 9; 2°-4° Kantor, Chasin, Khamrakulov 5,5; 5°-6° Shlyakhtenko, Stremavicius 5; 7° Ostrovskiy 4; 8° Williams 3,5; 9°-10° Kaliksteyn, Levine 2,5

“CITTÀ DI TIVOLI”, IL FILIPPINO VUELBAN SI IMPONE IN SOLITARIA
Il MI filippino Virgilio Vuelban si è aggiudicato la terza edizione del torneo “Città di Tivoli”, disputata dal 13 al 15 gennaio. Vuelban, numero tre di tabellone, si è piazzato al primo posto in solitaria e imbattuto con 4,5 punti su 5, vincendo le prime tre partite consecutive, prima di pareggiare al quarto turno con il MF tedesco Dirk Maxion e avere la meglio sul più quotato MI austriaco Johann Webersberger all’ultimo turno. Dietro di lui, il già citato Maxion e il CM frusinate hanno spartito il secondo posto a quota 4. Solo 7° alla guida del gruppo a 3 il già citato Webersberger, favorito della vigilia.
Nell’Open B il romano Flavio Umbro (classe 2005) l’ha spuntata sul conterraneo Lorenzo Falzone (classe 2007), dopo che entrambi avevano totalizzato 4,5 punti su 5. A mezza lunghezza di distanza un altro romano, Lorenzo Marchenkov (classe 2012) si è aggiudicato il bronzo in solitaria a quota 4. All’evento hanno preso parte 57 giocatori, provenienti da cinque Paesi diversi, tra cui due MI e un MF nell’open principale.
Risultati: https://vesus.org/festivals/3deg-torneo-cittagrave-di-tivoli/
Classifiche finali
Open A: 1° Vuelban 4,5 punti su 5; 2°-3° Maxion, Procacci 4; 4°-6° Beliman, D’Antonio, Proietti Cobas 3,5; 7°-9° Webersberger, Pellegrini, Pastore 3; 10°-14° Buffoni, Prelati, Nardoni, Cobas Ferrer, Luigi 2,5; ecc.
Open B: 1°-2° Umbro, Falzone 4,5 punti su 5; 3° Marchenkov 4; 4°-5° Di Salvo, De Angelis 3,5; 6°-11° Paduraru, Barabakh, Soare, Saporito, Di Nardo, Sgrignuoli 3; ecc.

Post navigation

Lascia un Commento