MS: on line il numero 1110

E’ on line il numero 1110 del nostro settimanale web, Messaggero Scacchi. E’ possibile leggerlo in formato pdf. Il file di partite è in formato PGN zippato.
In questo numero:
1 – OLANDA: AL VIA IL TATA STEEL, CARLSEN A CACCIA DEL NONO TITOLO
2 – STOCCOLMA (SVEZIA): TRIONFO E TITOLO GM PER L’INDIANO PRANESH
3 – TORNA IL GRAND CHESS TOUR, LA SINQUEFIELD CUP SLITTA A NOVEMBRE
4 – NUOVA DELHI: KARTHIK CAMPIONE INDIANO, DIVYA SI CONFERMA REGINA
5 – CAMPIONATO PANAMERICANO DELLE UNIVERSITÀ, DOMINA LA “WEBSTER”
6 – TBILISI: QUARTO TITOLO GEORGIANO PER MIKHEIL MCHEDLISHVILI
7 – BUDAPEST: TEA GUECI TERZA EX AEQUO NEL “VEZERKEPZO CHRISTMAS”
8 – MESSINA: IL LITUANO STREMAVICIUS VINCE ALLA “PORTA DELLA SICILIA”
9 – PARMA: PIER LUIGI BASSO LA SPUNTA NELLA “CITTÀ DELLA CULTURA”
10 – VERONA: LORIS CEREDA SENZA RIVALI NEL FESTIVAL INTERNAZIONALE
11 – MILANO: IL SERBO LAZIC PRIMO PER SPAREGGIO NEL TORNEO TRE RE
12 – ROMA: CAPPELLETTO SU TUTTI NEL TORNEO U18 “SERAFINO DUBOIS”

OLANDA: AL VIA IL TATA STEEL, CARLSEN A CACCIA DEL NONO TITOLO
Prende il via domani a Wijk aan Zee (Olanda) l’ottantacinquesima edizione del supertorneo Tata Steel, che come da tradizione inaugurerà il calendario degli eventi di punta dell’anno in corso. A guidare il parterre di star ai nastri di partenza ci sarà Magnus Carlsen, che potrebbe partecipare per l’ultima volta alla competizione nella veste di campione del mondo; in gara anche il cinese Ding Liren, numero due al mondo, che contenderà al russo Ian Nepomniachtchi il trono lasciato vacante dal norvegese in un match che dovrebbe svolgersi la prossima primavera (ma del quale, al momento, non sono state ancora comunicate né sede né date).
Insieme ai due, unici over 2800 del pianeta nella graduatoria del 1° gennaio 2023, ci saranno altri nove giocatori della top 30 mondiale: gli statunitensi Fabiano Caruana, Wesley So e Levon Aronian, l’olandese Anish Giri, il rumeno Richard Rapport, gli indiani Dommaraju Gukesh e Arjun Erigaisi, l’iraniano Parham Maghsoodloo (che ha rimpiazzato in extremis il polacco Jan-Krzysztof Duda) e l’uzbeco Nodirbek Abdusattorov. Chiuderanno la lista dei partecipanti il tedesco Vincent Keymer, l’indiano Rameshbabu Praggnanandhaa e il numero due olandese Jorden Van Foreest. La media Elo del torneo sarà così di 2741 (20ª categoria Fide).
Si giocherà fino al 29 gennaio e Carlsen, alla sua diciannovesima partecipazione, proverà senz’altro a migliorare ulteriormente il record di vittorie dell’evento, da lui stesso fissato a otto nel 2022 (dopo che già, in precedenza, si era piazzato primo nel 2008, 2010, 2013, 2015, 2016, 2018 e 2019). Altri quattro giocatori in gara si sono aggiudicati il torneo almeno una volta in passato: Aronian (2007, 2008, 2012 e 2014), Caruana (2020), So (2017) e Van Foreest (2021).
In parallelo al gruppo Masters si giocherà il Challengers, dove a partire come favoriti saranno l’iraniano Amin Tabatabaei e l’uzbeco Javokhir Sindarov, con un occhio particolare allo statunitense Abhimanyu Mishra, il più giovane GM al mondo coi suoi 13 anni. Nel 2023 torneranno a disputarsi i tornei amatoriali e tutti gli eventi collaterali, sospesi durante la pandemia; anche il pubblico potrà di nuovo accedere liberamente.
Sito ufficiale: https://tatasteelchess.com/

STOCCOLMA (SVEZIA): TRIONFO E TITOLO GM PER L’INDIANO PRANESH
Il 16enne MI M. Pranesh ha vinto a sorpresa l’edizione 2022/2023 della Rilton Cup, diventando il settantanovesimo giocatore indiano a ottenere il titolo di grande maestro. L’evento è stato disputato dal 27 dicembre al 5 gennaio a Stoccolma (Svezia) e ha registrato complessivamente 342 giocatori ai nastri di partenza, in rappresentanza di oltre trenta Paesi, fra i quali ventuno GM e quarantuno MI nell’open principale. Dal momento che (fra l’altro) l’Elo medio dei primi otto di tabellone era superiore ai 2550, il torneo è stato il primo valido per il neonato “circuito Fide”, che assegnerà un posto nel torneo dei Candidati 2024.
Pranesh, numero 22 di tabellone, è stato assoluto protagonista, perdendo una sola partita al secondo turno e vincendo le altre otto disputate, staccando infine di una lunghezza il 19enne MI svedese Kaan Kucuksari (che ha guadagnato a propria volta una norma di grande maestro) e il GM lettone Nikita Meshkovs; oltre a superare la soglia dei 2500 in lista Fide, il giovane indiano ha ottenuto 6,8 punti nella graduatoria del suddetto “circuito Fide”. In quarta posizione a 6,5 hanno chiuso, nell’ordine, il GM norvegese Frode Urkedal, il GM ucraino Platon Galperin e i MI israeliani Ido Gorshtein e Yahli Sokolovsky (anche per lui norma GM); sottotono i due maggiori favoriti della vigilia, il GM indiano Krishnan Sasikiran e il GM israeliano Ilia Smirin, infine 21° e 22° rispettivamente nel gruppo a 5,5.
Risultati: http://chess-results.com/tnr661619.aspx
Classifica finale: 1° Pranesh 8 punti su 9; 2°-3° Kucuksari, Meshkovs 7; 4°-7° Urkedal, Galperin, Gorshtein, Sokolovsky 6,5; 8°-19° Raja Rithvik, Parkhov, Souleidis, Livaic, Thybo, Abdrlauf, Do. Horvath, Olsson, Sidhant, Petursson, Kulaots, Ilamparthi 6; ecc.

TORNA IL GRAND CHESS TOUR, LA SINQUEFIELD CUP SLITTA A NOVEMBRE
Torna anche nel 2023 il Grand Chess Tour, circuito di eventi internazionali, in buona parte a cadenza veloce, nel quale si sfidano alcuni dei migliori giocatori al mondo. Quest’anno il montepremi totale sarà di 1,4 milioni di dollari: 350.000 per ognuno dei due tornei a cadenza classica e 175.000 per le tre “combinate” rapid e blitz, più altri 175.000 assegnati ai primi tre della classifica generale.
Il tour 2023 vedrà in gara otto giocatori (non ancora annunciati), ai quali si aggiungeranno dei “jolly” selezionati per ciascun eventp. A dare il via al circuito sarà il Superbet Chess Classic di Bucarest (Romania), dal 4 al 16 maggio, cui seguirà subito dopo la Superbet Rapid & Blitz di Varsavia (Polonia), dal 19 al 26 maggio; il terzo appuntamento sarà il SuperUnited Rapid e Blitz di Zagabria (Croazia), dal 3 al 10 luglio, dopodiché il tour si chiuderà a fine autunno negli Stati Uniti, dove sono in programma la Saint Louis Rapid & Blitz dal 12 al 19 novembre e la Sinquefield Cup dal 20 novembre al 3 dicembre.
Lo spostamento di quest’ultima dal tradizionale periodo di agosto/settembre è sicuramente dovuto al fatto che dal 29 luglio al 26 agosto è in programma la Coppa del mondo Fide, nella quale saranno impegnati tutti (o quasi) i migliori giocatori del pianeta.
I cinque eventi del Grand Chess Tour faranno certamente parte del nuovo percorso di qualificazione stabilito dalla Fide per il torneo dei Candidati, che prevede che un posto sia riservato al giocatore che concluderà il “circuito Fide” (composto da tornei che soddisfano determinati criteri) con il punteggio più alto alla fine del 2023.
Sito ufficiale: https://grandchesstour.org/

NUOVA DELHI: KARTHIK CAMPIONE INDIANO, DIVYA SI CONFERMA REGINA
Il GM Venkataraman Karthik ha vinto la 59ª edizione del campionato indiano open, disputata a Nuova Delhi dal 22 dicembre al 3 gennaio, conquistando il suo primo titolo nazionale. Karthik, numero dieci di tabellone, si è imposto in solitaria e imbattuto con 10 punti su 13, battendo nel decisivo scontro diretto dell’undicesimo turno il più quotato GM Abhijet Gupta, che guidava la classifica e si è infine piazzato secondo a 9,5 insieme al GM N. R. Visakh e ai MI P. Shyaamnikhil e Sayantan Das. Il MI Koustav Chatterjee, ottavo nel gruppo a 9, ha realizzato la sua terza e definitiva norma GM; con lo stesso punteggio ha concluso il GM S. P. Sethuraman, favorito della vigilia. Ai nastri di partenza c’erano 196 giocatori, fra i quali diciassette GM e ventisette MI; assente il GM Arjun Erigaisi, campione uscente.
Nel torneo femminile (102 partecipanti) la GMf Deshmuk Divya ha difeso il titolo vinto lo scorso anno a Bhubaneswar, piazzandosi al primo posto in solitaria e imbattuta con 9,5 punti su 11. Dietro di lei, la GMf Mary Ann Gomes si è aggiudicata l’argento a quota 9, mentre la GMf Agrawal Vantika si è piazzata terza a 8,5.
Risultati: https://chess-results.com/tnr708460.aspx (open) – http://chess-results.com/tnr706582.aspx (femminile)
Classifiche finali
Open: 1° Karthik 10 punti su 13; 2°-5° Gupta, Visakh, Shyaamnikhil, Das 9,5; 6°-13° Aronyak, Koustav, Mitrabha, Sethuraman, Hari Madhavan, Iniyan, Panesar, Vignesh 9; ecc.
Femminile: 1ª Divya 9,5 punti su 11; 2ª Gomes 9; 3ª Vantika 8,5; 4ª-5ª Chitlange, Sharma 8; 6ª-10ª Kulkarni, Soumya, Srija, Arpita, Varshini 7,5; ecc.

CAMPIONATO PANAMERICANO DELLE UNIVERSITÀ, DOMINA LA “WEBSTER”
La squadra A della Webster University ha dominato l’edizione 2023 del campionato pan-americano intercollegiale a squadre, disputata a Seattle (USA) dal 6 all’8 gennaio. La formazione, allenata dal GM vietnamita Le Quang Liem, ha vinto tutti e sei gli incontri disputati, guadagnando l’accesso alla prossima President’s Cup insieme ad altre tre squadre. La battaglia per il primo posto si è decisa solamente all’ultimo turno, quando Webster A ha affrontato il Team B dell’Università del Texas Rio Grande Valley, che si trovava da sola in seconda posizione. Tre partite sono finite in parità, ma una vittoria del GM cubano Yuniesky Quesada Perez ha deciso il risultato; gli altri componenti della squadra vincitrice erano il GM ungherese Benjamin Gledura, il GM armeno Aram Hakobyan e il GM statunitense John Michael Burke.
Si sono qualificate per la President’s Cup (nota anche come Final Four College Chess Championship) anche la squadra A dell’Università del Missouri, che è salita al secondo posto nel turno finale, e la squadra A del Texas RGV, che ha conquistato il bronzo. La squadra B del Texas RGV è scivolata al quarto posto dopo il ko subito nell’ultimo incontro. Tuttavia, a guadagnare la qualificazione alla President’s Cup è stata la Saint Louis University, quinta, dato che il regolamento del torneo prevedeva che ciascuna Università potesse accedere alle finali con una sola squadra.
Oltre ai componenti della Webster A, in gara c’erano molti altri forti GM, fra i quali il russo Grigoriy Oparin (ora rappresentante degli Stati Uniti), il più quotato giocatore del torneo con un rating di 2670, lo statunitense Awonder Liang, l’olandese Benjamin Bok e il russo Mikhail Antipov.
Sito ufficiale: https://cea.gg/pages/panam

TBILISI: QUARTO TITOLO GEORGIANO PER MIKHEIL MCHEDLISHVILI
Il GM Mikheil Mchedlishvili si è aggiudicato l’82ª edizione del campionato georgiano, disputata nella capitale Tbilisi dal 4 al 13 gennaio. Mchedlishvili ha concluso il torneo solitario e imbattuto con 7 punti su 9, staccando di una lunghezza il GM Giga Quparadze, anche lui senza sconfitte. La medaglia di bronzo è andata al GM Tornike Sanikidze, che ha chiuso alla guida del gruppo a quota 5, composto anche dal GM Luka Paichadze e dal GM Merab Gagunashvili, favorito della vigilia e attardato da troppe patte (otto su nove partite disputate). Sesto in solitaria a 4,5 ha chiuso il MI Nikolozi Kacharava, numero tre di tabellone. Per Mchedlishvili, classe 1979, si tratta del quarto titolo nazionale, dopo quelli ottenuti nel 2001, 2002 e 2018. Assente il GM Levan Pantsulaia, che aveva vinto il campionato nel 2021 e 2022. La competizione aveva un rating medio di 2482 (10ª categoria Fide).
Risultati: http://chess-results.com/tnr714618.aspx
Classifica finale: 1° Mchedlishvili 7 punti su 9; 2° Quparadze 6; 3°-5° Sanikidze, Paichadze, Gagunashvili 5; 6° Kacharava 4,5; 7°-8° Nigalidze, Maghalashvili 4; 9° Petriashvili 3; 10° Tutisani 1,5

BUDAPEST: TEA GUECI TERZA EX AEQUO NEL “VEZERKEPZO CHRISTMAS”
Buona prova della MIf palermitana Tea Gueci nel torneo Vezerkepzo Christmas 2022, disputato a Budapest (Ungheria) dal 26 dicembre al 4 gennaio. La numero tre azzurra, settima nel ranking di partenza nel gruppo MI (rating medio 2276), si è piazzata terza ex aequo a quota 5 alle spalle del favorito GM ucraino Valeriy Neverov e del MF slovacco Gabor Farkas, rispettivamente primo e secondo con 7 e 5,5 punti su 9. Sconfitta dal vincitore al secondo turno, la giocatrice siciliana si è prontamente rifatta con due vittorie al terzo e al sesto, cui sono seguiti un altro ko al settimo e un’ulteriore vittoria all’ottavo; ha così guadagnato 14,6 punti Elo, salendo a 2265 nel live rating.
Anche nel gruppo GM (media Elo 2394) a spuntarla è stato il favorito della vigilia, il GM ungherese Gergely Aczel, che ha chiuso a quota 6 su 9 superando per spareggio tecnico il GM singaporiano Kevin Goh Wei Ming; terzi a 5,5 il MF indiano Sambit Panda (quarto al festival di Torino un mese fa) e il MF turco Umut Ata Akbas.
Risultati: http://chess-results.com/tnr706195.aspx
Classifica finale torneo GM: 1°-2° Aczel, Goh Wei Ming 6 punti su 9; 3°-4° Panda, Akbas 5,5; 5°-6° Pacher, Krishnater 5; 7°-8° Nemeth, Varga 4; 9°-10° Konyves, Tancsa 2

MESSINA: IL LITUANO STREMAVICIUS VINCE ALLA “PORTA DELLA SICILIA”
Il GM lituano Titas Stremavicius si è aggiudicato la quindicesima edizione del festival internazionale “Città di Messina – Porta della Sicilia”, disputata dal 2 all’8 gennaio. Stremavicius, numero due di tabellone, l’ha spuntata per spareggio tecnico sul GM olandese Ernst Spike e sul GM ucraino Andrey Sumets dopo che tutti e tre avevano totalizzato 7 punti su 9. Ai piedi del podio, quinto nel gruppo a 6, si è piazzato il GM lituano Valery Kazakouski, che partiva come favorito della vigilia, ma è stato battuto sia da Stremavicius sia da Ernst (al quarto e al nono turno rispettivamente); con lo stesso punteggio hanno chiuso il MI polacco Dawid Czerw e i due migliori azzurri, il MF palermitano Michel Bifulco e il MI salernitano Duilio Collutiis. Torneo altalenante per il GM bergamasco Sabino Brunello, numero tre di tabellone: dopo un buon inizio con 2,5 su 3, Brunello è stato fermato dal già citato Czerw al quarto turno, sconfitta dopo la quale ha alternato vittorie e pareggi – tra cui quello all’ottavo turno con Stremavicius -, per poi cedere le armi a Sumets nello scontro diretto dell’ultimo turno, chiudendo in undicesima posizione alla guida del terzetto a 5,5.
Nell’Open B l’olandese Daniel Aziz si è imposto in solitaria e imbattuto con 7,5 punti su 9, staccando di mezza lunghezza il CM casertano Federico Cangiano; dietro di loro, lo statunitense Andrew Pheasant e la palermitana Elena Buffa (classe 2006) hanno spartito il terzo posto a quota 6,5.
Il messinese Alberto Otera ha dominato l’Open C, piazzandosi al primo posto in solitaria con 7 punti su 7. Sul secondo gradino del podio, a una lunghezza e mezza di distanza, è salito l’ucraino Oleksandr Zagrebelnyi, mentre il messinese Corrado Marrapodi si è piazzato terzo alla guida del gruppo a 5, composto anche dal messinese Massimo Borrello, dall’ennese Filippo Maria Licenziato (classe 2012) e dall’indiano Shijo Cherian. All’evento hanno preso parte 133 giocatori, provenienti da diciotto Paesi diversi, tra cui sei GM, cinque MI e sei MF nell’open principale.
Risultati: https://chess-results.com/tnr681493.aspx
Classifiche finali
Open A: 1°-3° Stremavicius, Ernst, Sumets 7 punti su 9; 4°-10° Czerw, Kazakouski, Sochacki, Bifulco, Lortkipanidze, Collutiis, Tomazini 6; 11°-14° Brunello, Stillger, Maida, Perez 5,5; ecc.
Open B: 1° Aziz 7,5 punti su 9; 2° Cangiano 7; 3°-4ª Pheasant, Buffa 6,5; 5°-9° Centorrino, Vendrame, Ferrigno, Cottone, Bertoldo 6; 10°-13° P. Gervasi, Barnà, Cannella, Isgrò 5,5; ecc.
Open C: 1° Otera 7 punti su 7; 2° Zagrebelnyi 5,5; 3°-6° Marrapodi, Borrello, Licenziato, Cherian 5; 7°-8° Alia, Scoglio 4,5; 9°-14° A. Gervasi, Mazzaglia, Calderonio, De Luca, G. Gervasi, Bongiorno 4; ecc.

PARMA: PIER LUIGI BASSO LA SPUNTA NELLA “CITTÀ DELLA CULTURA”
Il GM trevigiano Pier Luigi Basso ha vinto la terza edizione del torneo “Parma città della cultura”, disputata dal 6 all’8 gennaio. Basso, favorito della vigilia, ha chiuso in vetta imbattuto con 4,5 punti su 6 dopo aver superato per spareggio tecnico altri quattro giocatori: il MI moldavo Dragos Ceres, il MI romano Fabrizio Bellia, il MF vicentino Alberto Boraso e il maestro bolognese Alex Dobboletta. Del gruppo di testa, l’unico a subire una sconfitta è stato Boraso, che è stato fermato al secondo turno da Ceres, ma ha poi recuperato vincendo tre delle sue altre quattro partite rimanenti e pareggiando al penultimo turno con il più quotato MI bolognese Artem Gilevych.
Lo spareggio tecnico ha deciso il vincitore anche nell’open B, dove il CM romano Luca Giordani (classe 2005) l’ha spuntata sul CM lodigiano Luca Marzatico che, come lui, aveva totalizzato 5,5 punti su 6. Dietro di loro, il bolognese Paolo Bianco (classe 2007) e il CM milanese Alessandro Bossi hanno spartito il terzo posto a quota 5.
Nell’open C il parmense Julien Zaccardi si è imposto a sorpresa con 5,5 punti su 6, partendo come ultimo di tabellone nella competizione riservata ai giocatori con Elo minore di 1600; il reggiano Roberto Rossi è salito sul secondo gradino del podio con 5 punti dopo aver superato per spareggio tecnico il ravennate Francesco Capri. Alla manifestazione hanno preso parte in totale 141 giocatori, provenienti da sei Paesi diversi, tra cui un GM, cinque MI e quattro MF nel torneo principale.
Risultati: https://vesus.org/
Classifiche finali
Open A: 1°-5° Basso, Ceres, Bellia, Boraso, Dobboletta 4,5 punti su 6; 6°-9° Mrdja, Rogulj, Tirelli, Calavalle 4; 10°-11° Maglioni, Maldonado Gonzales 3,5; ecc.
Open B: 1°-2° Giordani, Marzatico 5,5 punti su 6; 3°-4° Bianco, Bossi 5; 5°-7° Bonugli, Caleffi, Rubini 4,5; ecc.
Open C: 1° Zaccardi 5,5 punti su 6; 2°-3° Rossi, Capri 5; 4° Perrella 4,5; 5°-8° Grimaldi, Minniti, Cappellari, Musolesi 4; ecc.

VERONA: LORIS CEREDA SENZA RIVALI NEL FESTIVAL INTERNAZIONALE
Il MF milanese Loris Cereda ha dominato la sesta edizione dell’open internazionale di Verona, disputata dal 2 al 6 gennaio. Cereda, numero due di tabellone, si è piazzato al primo posto in solitaria e imbattuto con 6,5 punti su 7, pareggiando solo all’ultimo turno con lo spagnolo Jordi Comellas Blanchart e vincendo, tra gli altri, con il più quotato MF Andrei Kosarev, favorito della vigilia. Sul secondo gradino del podio è salito il lussemburghese Mietek Bakalarz a quota 5. Kosarev, rallentato nella corsa al podio da due sconfitte consecutive (oltre che con Cereda, ha perso anche al quinto turno con il 16enne CM bergamasco Mattia Pegno), si è piazzato terzo a quota 4,5, superando per spareggio tecnico Pegno e Comellas Blanchart e il CM veronese Nicola Zanchetta.
Nell’open B, il veronese Raffaele Negro l’ha spuntata con 5,5 punti su 7 dopo aver superato per spareggio tecnico il veneziano Nicolò Cattaruzzo e il veronese Luca Cordioli. L’austriaco Giorgio Gugler si è imposto infine nell’open C con 6,5 punti su 7, staccando di mezza lunghezza il bolzanino Albin Erst Kofler e il veronese Matteo Gregory.
All’evento hanno preso parte 117 giocatori, provenienti da dieci Paesi diversi, tra cui un MI e tre MF nell’open principale.
Risultati: https://vesus.org/festivals/vi-open-internazionale-di-verona/
Classifiche finali
Open A: 1° Cereda 6,5 punti su 7; 2° Bakalarz 5; 3°-6° Kosarev, Pegno, Comellas Blanchart, Zanchetta 4,5; 7°-9° Pourquet, Massazza, F. Bortolotti 4; 10°-13° Molina, Liloni, Paler, Vincenzi 3,5; ecc.
Open B: 1°-3° Negro, Cattaruzzo, Cordioli 5,5 punti su 7; 4°-7° Salvi, Tellarini, Garista, Dallaglio 5; 8°-11° Trevisan, Adami, A. Bortolotti, Gasperi 4,5; ecc.
Open C: 1° Gugler 6,5 punti su 7; 2°-3° Kofler, Gregory 5,5; 4°-6° Gazzato, Zonta, Ranieri 5; 7°-13° Krutil, Arcudi, Feltre, Zerba, Peretti, Kostiuk, Ferrarini 4,5; ecc.

MILANO: IL SERBO LAZIC PRIMO PER SPAREGGIO NEL TORNEO TRE RE
Il GM serbo Miroljub Lazic ha vinto l’edizione 2023 del “Torneo tre Re”, disputata all’Accademia scacchi Milano dal 2 all’8 gennaio. Lazic, favorito della vigilia, ha chiuso in vetta con 4,5 punti su 6, superando per spareggio tecnico il MF milanese Marco Sbarra e il MI parmense Paolo Vezzosi; tutti e tre hanno subito una battuta d’arresto: Lazic è stato fermato al quarto turno dal maestro milanese Leo Titze, Vezzosi e Sbarra sono stati invece battuti dallo stesso Lazic, rispettivamente al secondo e all’ultimo turno.
Lo spareggio tecnico ha deciso il vincitore anche dell’Open B, dove il cingalese Rasheen De Silvia si è imposto sui milanesi Simone Carrideo (classe 2008) e Maxim Nikonov che, come lui, avevano totalizzato 5 punti su 6. Il milanese Jan Dettori (classe 2010) si è, infine, imposto nell’Open C in solitaria e imbattuto con 5,5 punti su 6, staccando di mezza lunghezza i suoi inseguitori diretti, Cesare Antoniazzi e Filippo Altana, che hanno spartito il secondo posto.
All’evento hanno preso parte in totale 115 giocatori, provenienti da cinque Paesi diversi, tra cui un GM, un MI e un MF nell’open principale.
Risultati: https://vesus.org/festivals/torneo-tre-re-2023/
Classifiche finali
Open A: 1°-3° Lazic, Sbarra, Vezzosi 4,5 punti su 6; 4°-5° Titze, Motola 4; 6°-7° Greco, Giretti Kanev 3,5; 8°-10° Cagnotto, Giammona, Romashko 3; ecc.
Open B: 1°-3° De Silva, Carrideo, Nikonov 5 punti su 6; 4°-6° Cantelli, Martirosyan, Quagliarella 4,5; 7°-13° Gao, Sgaria, Jamous, Caputi, Dudek, Mordeglia, Vignati 4; ecc.
Open C: 1° Dettori 5,5 punti su 6; 2°-3° Antoniazzi, Altana 5; 4°-7° Mariani, Cinà, Mainardi, Lardera 4,5; 8°-14° Aloe, Rossi, Codecasa, Laurel, Nolano, Lissandello, Longo 4; ecc.

ROMA: CAPPELLETTO SU TUTTI NEL TORNEO U18 “SERAFINO DUBOIS”
Il 17enne MF trevigiano Joshuaede Cappelletto ha vinto il torneo U18 a inviti intitolato a Serafino Dubois, il più forte giocatore italiano dell’Ottocento, organizzato dall’Accademia scacchistica romana durante il ponte dell’Epifania. L’evento è nato da un’idea del compianto ex presidente del sodalizio Lorenzo Castellano, scomparso il 17 gennaio 2022, ed è stato ospitato in due diverse sedi: il 5 e 6 gennaio allo Scout Center e il 7 e 8 gennaio nella Sala della Protomoteca in Campidoglio. I partecipanti, dieci in tutto (sette ragazzi e tre ragazze), sono stati selezionati dal GM Lexy Ortega, in qualità di responsabile tecnico giovanile della FSI.
Cappelletto, numero uno di tabellone, ha concluso solitario e imbattuto con 5 punti su 6, vincendo le prime quattro partite e assicurandosi il primo posto con due patte conclusive. Il 15enne CMF Konstantin Andreev di Bologna è salito sul secondo gradino del podio a 4,5, mentre il 13enne triestino Nicolas Perossa ha conquistato il bronzo con 3,5, superando sul filo di lana il 16enne maestro bergamasco Neven Hercegovac e la 17enne trevigiana Silvia Bordin, quarti a 3. Il più giovane partecipante in gara era un altro bergamasco, Leonardo Vincenti di 10 anni, che ha chiuso a quota 2.
Risultati: https://vesus.org/results/serafino-dubois-under-18/
Classifica finale: 1° Cappelletto 5 punti su 6; 2° Andreev 4,5; 3° Perossa 3,5; 4°-5ª Hercegovac, Bordin 3; 6°-7ª Zoncu, Cassi 2,5; 8°-10ª Beliman, Vincenti, Sala 2

Lascia un Commento