NUMERO 800 (23 novembre 2015)


INDICE

EUROPEO A SQUADRE: RUSSIA PIGLIATUTTO, TITOLO GMF PER MARINA BRUNELLO
ACQUI TERME: NIKOLIC CAMPIONE MONDIALE SENIOR, OKHOTNIK RE OVER 65
KRAGUJEVAC (SERBIA): MILOS PAVLOVIV VINCE IN CASA IL TORNEO SUMARICE
OLONGAPO CITY: L'UCRAINO SIVUK A SORPRESA NELL'OPEN DELLE FILIPPINE
FILIPPINE: IL RUSSO BORIS SAVCHENKO STRAVINCE L'OPEN PUREGOLD

Scarica le partite in formato .PGN zippato


EUROPEO A SQUADRE: RUSSIA PIGLIATUTTO, TITOLO GMF PER MARINA BRUNELLO
Russia pigliatutto, Italia promossa a pieni voti. Questo, in sintesi, quanto decretato dal campionato europeo a squadre 2015, disputato a Reykjavik (Islanda) dal 13 al 22 novembre. Gli ultimi quattro turni hanno in sostanza confermato quanto si era visto nei primi cinque (vedi MS n 799 – http://www.messaggeroscacchi.it/archivio/numero799.html#1). La Russia riuscita, dopo tante delusioni nei tornei a squadre (Olimpiadi in primis), a conquistare un doppio oro meritatissimo, rimanendo in testa alla classifica dall'inizio alla fine. Nell'open Svidler e compagni (Grischuk, Tomashevsky, Nepomniachtchi, Jakovenko), pur essendo orfani dei propri leader (Kramnik e Karjakin), hanno pareggiato tre incontri (con Azerbaigian, Armenia e Ungheria) e vinto tutti gli altri (inclusi quelli con Ucraina e Francia), mostrando di essere determinata a non cedere la propria supremazia, quanto meno a livello continentale, e chiudendo cos con 15 punti su 18 (22,5 su 36 individuali). Armenia, Ungheria e Francia hanno condiviso il secondo posto a quota 13, ma i transalpini sono stati esclusi dal podio per spareggio tecnico; quinte a 12 Ucraina e Germania.
L'Italia (foto a destra), che nella prima met del torneo aveva fra l'altro sconfitto 3,5-0,5 la Lettonia di Shirov e pareggiato con l'Armenia, ha chiuso la sua prova con due sconfitte (contro Spagna e Moldavia) e altrettante vittoria (vittime la Finlandia e la forte Croazia). I nostri si sono cos classificati quindicesimi nel gruppo a 10, con 19 punti individuali: niente male, soprattutto se si considera che partivano con il numero 23 di tabellone su 38 formazioni. Molto bene ha fatto Daniele Vocaturo in prima scacchiera, 5 su 8 e una performance di 2744 (+17 punti Elo), ma hanno sovra-performato, chi pi e chi meno, anche Danyyil Dvirnyy (4,5 su 8, perf. 2612), Axel Rombaldoni (4,5 su 7, perf. 2609) e Sabino Brunello (3 su 7, 2578); sottotono solo Michele Godena (2 su 6).
La maggiore delusione del torneo stata senz'altro la Norvegia di Magnus Carlsen, 11 in ordine di ranking e infine 21 a quota 8; decisamente fuori fase il campione del mondo, che in 1 scacchiera era partito con 0,5 su 3 ed infine riuscito a stento a raggiungere il 50% (3,5 su 7). Assenti illustri la Bulgaria e Israele.
Quanto alle prove individuali, le medaglie d'oro di scacchiera sono andate al moldavo Viktor Bologan (1), all'ungherese Richard Rapport (2), al georgiano Levan Pantsulaia (3), all'armeno Hrant Melkumyan (4) e al russo Dmitry Jakovenko (riserva).
Nel femminile la Russia ha fatto ancora meglio che nell'open, chiudendo a quota 17 su 18 (26 su 36 individuali) e pareggiando solo con l'Ucraina, infine seconda a 15. Da rilevare, peraltro, che Kosteniuk e compagne (Lagno, Gunina, Goryachkina e Bodnaruk) partivano “solo” con il numero due di tabellone e che la favorita Georgia si classificata terza a 14.
L'Italia (foto a sinistra), dopo le tre sconfitte consecutive dal terzo al quinto turno, ha reagito con una prova di carattere, vincendo tre incontri dal sesto all'ottavo turno (con la Lettonia, l'Inghilterra e la forte Romania) e pareggiando l'ultimo con la Polonia, numero quattro di tabellone. Fra le azzurre la migliore stata senz'altro la MF bergamasca Marina Brunello, medaglia di bronzo con 6,5 su 9 in 3 scacchiera grazie a una performance di 2497, che le ha fruttato una norma MI e il titolo di GM femminile; molto bene anche Alessia Santeramo, medaglia d'argento come riserva (4,5 su 6, perf. 2330); hanno fatto un po' meglio del previsto anche Olga Zimina in 1 (4,5 su 8, perf. 2388) e Daniela Movileanu in 4 (3,5 su 8, 2207), mentre in 2 Elena Sedina, opposta quasi sempre ad avversarie pi quotate, ha totalizzato solo 1 su 5.
Le medaglie di scacchiera sono andata all'ucraina e campionessa del mondo Mariya Muzychuk (1), alla serba Jovana Vojinovic (2), alla georgiana Lela Javakhishvili (3), alla russa Aleksandra Goryachkina (4) e alla polacca Joanna Maidan-Gajewska (riserva).
Sito ufficiale: http://etcc2015.com/
Classifiche finali
Open
: 1 Russia 15 punti su 18; 2-4 Armenia, Ungheria, Francia 13; 5-6 Ucraina, Germania 12; 7-12 Azerbaigian, Spagna, Georgia, Inghilterra, Olanda, Repubblica Ceca 11; 13-15 Poloia, Moldavia, Italia 10; ecc.
Femminile: 1 Russia 17 punti su 18; 2 Ucraina 15; 3 Georgia 14; 4-9 Polonia, Francia, Germania, Ungheria, Italia, Austria 11; 10-13 Romania, Armenia, Spagna, Grecia 10; ecc.


ACQUI TERME: NIKOLIC CAMPIONE MONDIALE SENIOR, OKHOTNIK RE OVER 65
La classe non ha et. Il GM bosniaco Predrag Nikolic, 55 anni, vicecampione europeo 2004, si aggiudicato il campionato mondiale senior 2015, sezione over 50, mentre il 65enne GM francese Vladimir Okhotnik si imposto fra gli over 65, dopo aver gi trionfato nel 2011 nel mondiale over 60. La 25 edizione dell'evento stata ospitata in Italia e precisamente ad Acqui Terme, in provincia di Alessandria, dal 10 al 21 novembre; organizzatori il comitato Arcoworldchess di Cristina Rigo, che era anche arbitro principale della manifestazione, e la Societ scacchistica Torinese, in primis Michele Cordara.
Come da tradizione, i partecipanti sono stati divisi in quattro categorie in base all'et (over 50 e over 65) e in base al sesso.
Nell'over 50 Nikolic ha rispettato il pronostico, piazzandosi al primo posto imbattuto e in solitaria con 9,5 punti su 11. Sul secondo gradino del podio salito il GM lituano Eduardas Rozentalis con 9 punti, mentre il bronzo andato al GM sloveno Georg Mohr, fermo a quota 8,5. Ha mancato il podio per un soffio il GM italo-argentino Carlos Garcia Palermo, quarto a 8. Migliore tra gli italiani in gara, Garcia Palermo stato protagonista di un'ottima prova – da rilevare la sua decisiva vittoria dell'ultimo turno con il GM statunitense Alexander Ivanov –, perdendo solo all'8 turno col vincitore. Tra gli altri azzurri in gara, da segnalare le performance del MI maceratese Fabio Bruno e del MI milanese Fabrizio Bellia, 13 e 16 a quota 7; poco pi dietro, a 6,5, hanno chiuso il MI italo-argentino Daniel Contin (24) e il maestro astigiano Marco Venturino (28).
Okhotnik ha conquistato il titolo over 65 terminando il torneo imbattuto con 9,5 punti su 11, come Nikolic. Dietro di lui il connazionale GM Anatoly Vaisser, favorito della vigilia, si piazzato secondo a 8,5, mentre il GM bielorusso Viktor Kupreichik salito sul terzo gradino del podio a quota 8, superando per spareggio tecnico il GM russo Evgeni Vasiukov, il GM ucraino Valentin Bogdanov e il GM monegasco Algimantas Butnorius. Miglior azzurro in gara il 69enne MF bolzanino Carlo Micheli, 30 a 7; 51 a 6,5 il maestro milanese Giovanni Iudicello, campione italiano over 65 in carica.
Tra le donne, la GMf russa Galina Stutinskaia ha vinto al fotofinish il titolo over 50, totalizzando 6 punti su 9 e superando per spareggio tecnico la GMf greca Marina Makropoulou, la MFf tedesca Petra Schulz e la MIf austriaca Helene Mira. Fra le over 65 ha dominato la “mitica” GM georgiana Nona Gaprindashvili, prima in solitaria e imbattuta con 7 punti su 9, seguita dalla connazionale GMf Tamar Khmiadashvili, seconda a 6,5, dalla MIf Ludmila Tsifanskaya e dalla GMf russa Valentina Kozlovskaya, che hanno spartito il terzo posto a 6.
Alla manifestazione hanno preso parte in totale 312 giocatori (un vero record), provenienti da 50 Paesi diversi, tra cui 18 grandi maestri e 34 maestri internazionali.
Risultati: http://chess-results.com/tnr174982.aspx
Classifiche finali
Over 50
: 1 Nikolic 9,5 punti su 11; 2 Rozentalis 9; 3 Mohr 8,5; 4 Garcia Palermo 8; 5-11 Ivanov, Bagaturov, Roselli Mailhe, Kalegin, Wiedenkeller, Soylu, Berend 7,5; 12-20 Arkell, Bruno, Julia, Sorm, Bellia, Efimov, Ribbegren, Llanos, Kristiansen 7; ecc.
Over 50 femminile: 1-4 Strutinskaya, Makropoulou, Schulz, Mira 6 punti su 9; 5-8 Melashvili, Bogumil, Sazonova, Mednikova 5,5; 9-10 Kasoshvili, Ankudinova 5; 11-12 Khropova, Tandashvili 4,5; ecc.
Over 65: 1 Okhotnik 9,5 punti su 11; 2 Vaisser 8; 3-6 Kupreichik, Vasiukov, Bogdanov, Butnorius 8; 7-16 Balashov, Pushkov, Karasev, Aparicio, Leskovar, Boehnisch, Zhelnin, Gutkin, Svedchikov, Giffard 7,5; ecc.
Over 65 femminile: 1 Gaprindashvili 7 punti su 9; 2 Khmiadashvili 6,5; 3-4 Tsifanskaya, Kozlovskaya 6; 5 Fatalibekova 5,5; 6 Sorokina 5; 7 Kuznetsova 4,5; 8 Lebel-Arias 3; 9 Abdikasova 1; 10 Kabanova 0,5


KRAGUJEVAC (SERBIA): MILOS PAVLOVIV VINCE IN CASA IL TORNEO SUMARICE
Il GM serbo Milos Pavlovic si aggiudicato al fotofinish l'edizione 2015 del torneo Sumarice, disputata a Kragujevac (Serbia) dal 17 al 23 novembre. Pavlovic ha vinto il torneo GM chiudendo imbattuto con 6,5 su 9, superando per spareggio tecnico i connazionali MI Nikola Nestorovic e GM Miodrag Savic, favorito della vigilia, ma unico del terzetto di testa ad aver subito una sconfitta – al 3 turno con l'indiano Siva Mahadevan.
In gara c'era anche il MI pisano Marco Codenotti, sesto in ordine di rating, che non andato oltre il 9 posto a quota 3, con 4 sconfitte, 4 pareggi e una sola vittoria, all'8 turno con il MI serbo Boroljub Zlatanovic. La competizione aveva un rating medio di 2441 (8 categoria Fide).
Nel gruppo MI, un doppio girone all'italiana, il serbo Vuk Djordjevic si imposto solitario con 6,5 su 10.
Risultati: http://chess-results.com/tnr194184.aspx
Classifica finale torneo GM: 1-3 Pavlovic, Nestorovic, Savic 6,5 punti su 9; 4 Siva 5; 5 Hirneise 4,5; 6 Todorovic 4; 7 Zlatanovic 3,5; 8-9 Ider, Codenotti 3; 10 Draganic 2,5


OLONGAPO CITY: L'UCRAINO SIVUK A SORPRESA NELL'OPEN DELLE FILIPPINE
Il GM ucraino Vitaly Sivuk ha vinto a sorpresa l'edizione 2015 del campionato open delle Filippine, disputata a Olongapo City dal 9 al 14 novembre. Sivuk, numero 11 di tabellone, si piazzato al primo posto in solitaria con 7 punti su 9, subendo un'unica battuta d'arresto, al 6 turno con il GM russo Anton Dimchenko. A decidere le sorti del torneo stato l'ultimo turno, alla vigilia del quale, in vetta alla classifica c'era il favorito GM indiano Abhijeet Gupta che, per, ha dovuto cedere le armi a Sivuk nello scontro diretto finale. L'ucraino stato l'unico del gruppo a 6 a vincere all'ultimo turno, ottenendo il primo posto e staccando di mezza lunghezza un nutrito gruppo di inseguitori, composto, oltre che dal gi citato Dimchenko, anche dai GM russi Anton Shomoev e Boris Savchenko, dagli indiani Gupta, GM Chakkravarthy Deepan e MI Narayanan Sunilduth Lyna e dal GM cinese Lu Shanglei. Al torneo hanno preso parte 36 giocatori, provenienti da 9 Paesi, tra cui 17 grandi maestri e 10 maestri internazionali.
Risultati: http://www.chess-results.com/tnr194500.aspx
Classifica finale: 1 Sivuk 7 punti su 9; 2-8 Demchenko, Shomoev, Savchenko, Gupta, Deepan, Sunilduth Lyna, Lu 6,5; 9-10 Lin, Smirnov 6; 11-14 Zubov, Nolte, Mozharov, Docena 5,5; ecc.


FILIPPINE: IL RUSSO BORIS SAVCHENKO STRAVINCE L'OPEN PUREGOLD
Il GM russo Boris Savchenko ha dominato l'open Puregold, disputato a Olongapo City, nelle Filippine, dal 16 al 21 novembre, subito dopo il campionato open delle Filippine. Ai nastri di partenza c'erano molti dei giocatori presenti nel precedente torneo, ma stavolta Savchenko ha sbaragliato la concorrenza, piazzandosi al primo posto in solitaria e imbattuto con 9,5 punti su 10, spartendo il punto solo al 7 turno con il GM indiano Chakkravarthy Deepan. Alle spalle del russo il GM cinese Lu Shanglei e il GM ucraino Vitaly Sivuk hanno spartito il secondo posto a quota 7: entrambi hanno perso con Savchenko (Sivuk al 4 e Lu all'8 turno), inoltre l'ucraino stato superato dal cinese nello scontro diretto del 6 turno. Non andato oltre l'11 posto nel gruppo a 5,5 il GM indiano Abhijet Gupta, favorito della vigilia.
La sezione “Challenger” stata vinta dal filippino Franz Robert Grafil, che ha superato per spareggio tecnico il connazionale Prince Mark Aquino, dopo che entrambi avevano totalizzato 7,5 punti su 9.
Al torneo principale hanno preso parte 44 giocatori, provenienti da 9 Paesi diversi, tra cui 18 grandi maestri e 11 maestri internazionali.
Risultati: http://chess-results.com/tnr195558.aspx
Classifica finale: 1 Savchenko 9,5 punti su 10; 2-3 Lu, Sivuk 7; 4-6 Laylo, Kontanjian, Lin 6,5; 7-9 Demchenko, Smirnov, Nguyen 6; 10-20 Rohan, Gupta, Mozharov, Garcia, Puranik, Zubov, Shomoev, Belous, Liu, Antonio 5,5; ecc.

 

 

 

 



Autorizzazione del tribunale di Brescia n. 3/2000 del 01/02/2000
 

 

Copyright 2000-2015 Messaggerie Scacchistiche, tutti i diritti riservati