\\ Home Page : Articolo : Stampa
Italiano (6): clamoroso ko per Caruana, anche Rombaldoni in vetta
Di mida (del 08/12/2008 @ 20:39:48, in News, linkato 1557 volte)
Clamoroso a Martina Franca. Nel 6° turno del campionato italiano Caruana, fino a questo momento indiscusso leader, ha perso, per di più alla guida dei pezzi bianchi, con Valsecchi, permettendo a Rombaldoni di agguantarlo in vetta alla classifica. La partita, in realtà, era parsa mettersi subito bene per Fabiano, che dopo appena 15 mosse si era trovato con una qualità di vantaggio, senza alcun compenso apparente per il suo avversario. Il MF bergamasco, però, riusciva a mettere in gioco i pezzi, creando un forte controgioco sull’ala di Donna e mandando in confusione l’italo-americano, che, prossimo allo zeitnot già prima della 30^ mossa, non trovava una difesa e si rassegnava ad abbandonare alla 49^, in posizione ormai disperata. Rombaldoni, invece, ha messo ko in 28 mosse Genocchio, reo di non essere riuscito a trovare a propria volta una difesa adeguata dopo aver permesso all’avversario di conquistare l’iniziativa. Bruno ha conservato la terza posizione solitaria, portandosi a mezzo punto dalla vetta, superando Brunello, capitalizzando nel finale il pezzo di vantaggio guadagnato alla 27^ mossa. Al quarto posto, con Valsecchi, è salito anche Godena, che è riuscito a ottenere la sua prima vittoria ai danni di Contin, malgrado l’italo-argentino sia riuscito ad arrivare in un finale che sembrava pareggiabile, per quanto leggermente inferiore, prima del controllo del tempo. Anche Garcia Palermo, con Dvirnyy, ha saputo capitalizzare il vantaggio nel finale, relegando il diciottenne trevigiano alla penultima posizione solitaria. L’unica patta del giorno è stata siglata nello scontro fra Piscopo e Shytaj, che in questo modo procedono appaiati a metà classifica il loro cammino. Domani è previsto l’unico giorno di riposo dell’evento, mercoledì si ripartirà con le sfide Genocchio-Caruana, Shytaj-Rombaldoni, Contin-Bruno e Valsecchi-Godena, tutte importanti per definire le posizioni di vertice.