\\ Home Page : Articolo : Stampa
"Kannauj (India) luogo d'origine degli scacchi"
Di mida (del 10/03/2007 @ 23:59:00, in News, linkato 1507 volte)
È la regione di Uttar Pradesh, nell’India settentrionale, la culla degli scacchi. Questo il responso di un gruppo di studiosi tedeschi della civiltà indiana, che ha individuato in Kannauj, località a circa 75 chilometri da Kanpur, il luogo di nascita del “nobil giuoco” nella sua forma primitiva. La tesi, in realtà, non è del tutto nuova, ma solo ora ha il crisma dell’ufficialità storica. Molti Paesi, nel corso della storia, si sono attribuiti o sono stati associati con l’invenzione degli scacchi: fra questi India, Cina, Persia (attuale Iran), Egitto, Assiria, Arabia, Grecia, Irlanda e Uzbekistan. Gli studiosi sono giunti alla conclusione che il gioco abbia avuto origine a Kannauj, quando era capitale del regno di Maukhari, nel sesto secolo. Il governatore di Maukhari, Sharva Varman, avrebbe donato tavola e pezzi del “Chaturanga” (realizzati in salnitro) al sovrano persiano Khushrau-II.
“Allo stato attuale della nostra ricerca”, ha spiegato il ricercatore tedesco Manfred A. J. Eder, “abbiamo raggiunto la conclusione che il chaturanga costituisca la forma originaria degli scacchi”. Secondo Eder, i signori di Maukhari erano soliti praticare il chaturanga prima di avventurarsi in battaglia: ogni schieramento era costituito da 16 tavolette di terracotta. Gli studiosi hanno consultato anche archeologi e antropologi, che hanno dato ulteriore supporto alla loro tesi. Pare che anche il concetto di “scacco matto” sia stato inventato in India.